In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 6 agosto 2019, n. 678
Corsi per la formazione di agenti venatori di professione e criteri di ammissione

...omissis...

1) L’organizzazione e l’espletamento dei corsi di formazione per agenti venatori vengono affidati all’Agenzia Demanio provinciale.

2) L’Associazione Cacciatori rileva per tempo il fabbisogno di nuovi agenti venatori, al fine di far sì che i predetti corsi formino un sufficiente numero di persone per garantire la vigilanza venatoria prevista dalla legge. In base ai posti vacanti, attualmente e in prospettiva, si determina il fabbisogno di personale nei diversi territori, tenendo conto di una suddivisione in 4 unità generali, corrispondenti ai distretti Merano/Val Venosta, Bolzano/Bassa Atesina, Bressanone/Vipiteno e Brunico/Alta Pusteria.

3) La predisposizione del piano di studio e l’attuazione del corso di formazione avvengono in collaborazione con l’ufficio provinciale competente per la caccia e l’Associazione Cacciatori incaricata dell’amministrazione delle riserve di caccia.

4) Al corso di formazione sono ammesse esclusivamente persone che presentino i requisiti prescritti dalla legge per l’esercizio della funzione di agente venatorio di professione e che siano in possesso dell’attestato di bilinguismo B1 (ex liv. C).

5) Lo svolgimento del corso di formazione, con l’indicazione dei requisiti minimi, il profilo del candidato/della candidata, le modalità di ammissione e di valutazione finale, viene reso pubblico tramite comunicato stampa, il sito internet della Provincia e il giornalino dell’Associazione Cacciatori incaricata, in base alla legge, dell’amministrazione delle riserve di caccia. Le richieste di partecipazione vanno inviate all’Associazione Cacciatori; in esse il candidato/la candidata deve dichiarare in quale unità generale di cui al punto 2) è disponibile ad assumere servizio nei primi 5 anni dopo il conseguimento dell’abilitazione all’esercizio della professione. Per essere ammesso al corso ogni candidato/candidata può indicare al massimo due unità generali. Il candidato/La candidata che, una volta abilitato/abilitata, rinuncia ad un posto di lavoro in una delle due unità generali indicate senza un fondato motivo, deve restituire alla Provincia la somma spesa da quest’ultima per il corso di formazione, maggiorata degli interessi legali.

6) L’ammissione delle candidate e dei candidati idonei al corso avviene attraverso una selezione effettuata dall’Associazione Cacciatori incaricata, in base alla legge, dell’amministrazione delle riserve di caccia. L’Associazione nomina a tal fine una commissione di tre componenti, di cui almeno uno appartenente alla ripartizione provinciale competente per la caccia e uno in possesso di una qualificazione professionale nel settore della comunicazione o della psicologia.

7) La commissione valuta, in base alla documentazione presentata e alle competenze richieste, l’idoneità tecnico-operativa e l’attitudine personale per svolgere l’incarico di agente venatorio e assegna un punteggio massimo di 100/100 articolato come segue:

– max 30 punti per le qualifiche tecnico-operative e per il curriculum lavorativo

– max 40 punti per le conoscenze tecnico-operative e linguistiche e per la capacità d’uso degli strumenti della comunicazione (PC, cellulare, ecc.)

– max 30 punti per le attitudini personali e le competenze sociali.

L’idoneità all’esercizio della professione di agente venatorio viene stabilita sulla base di un colloquio, di prove scritte e della trattazione di casi esemplari da gestire con un comportamento di volta in volta adeguato alla situazione.

8) L’ammissione al corso avviene esclusivamente con riferimento alla graduatoria conseguente alla selezione, rispettando il fabbisogno di cui al punto 2. La graduatoria entra in vigore dopo l’approvazione da parte del Direttore dell’Ufficio Caccia e pesca. Contro tale decisione è possibile presentare ricorso alla Giunta provinciale, tramite l’Ufficio stesso, entro 45 giorni dalla pubblicazione della graduatoria.

9) Le comunicazioni, gli inviti e la pubblicazione dei risultati della selezione avverranno esclusivamente attraverso il sito internet, che sarà espressamente indicato nel bando.

10) L’Agenzia Demanio provinciale fissa la quota di partecipazione al corso.

La deliberazione della Giunta provinciale n. 1072 del 4 ottobre 2016 è revocata.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction Delibera 8 gennaio 2019, n. 13
ActionAction Delibera 29 gennaio 2019, n. 18
ActionAction Delibera 29 gennaio 2019, n. 31
ActionAction Delibera 29 gennaio 2019, n. 40
ActionAction Delibera 29 gennaio 2019, n. 48
ActionAction Delibera 5 febbraio 2019, n. 60
ActionAction Delibera 5 febbraio 2019, n. 62
ActionAction Delibera 12 febbraio 2019, n. 69
ActionAction Delibera 19 febbraio 2019, n. 89
ActionAction Delibera 19 febbraio 2019, n. 92
ActionAction Delibera 26 febbraio 2019, n. 113
ActionAction Delibera 26 febbraio 2019, n. 117
ActionAction Delibera 26 febbraio 2019, n. 130
ActionAction Delibera 26 febbraio 2019, n. 131
ActionAction Delibera 12 marzo 2019, n. 141
ActionAction Delibera 12 marzo 2019, n. 142
ActionAction Delibera 19 marzo 2019, n. 175
ActionAction Delibera 26 marzo 2019, n. 197
ActionAction Delibera 2 aprile 2019, n. 219
ActionAction Delibera 2 aprile 2019, n. 221
ActionAction Delibera 2 aprile 2019, n. 233
ActionAction Delibera 2 aprile 2019, n. 243
ActionAction Delibera 16 aprile 2019, n. 296
ActionAction Delibera 30 aprile 2019, n. 324
ActionAction Delibera 30 aprile 2019, n. 345
ActionAction Delibera 14 maggio 2019, n. 374
ActionAction Delibera 28 maggio 2019, n. 396
ActionAction Delibera 4 giugno 2019, n. 426
ActionAction Delibera 4 giugno 2019, n. 430
ActionAction Delibera 4 giugno 2019, n. 444
ActionAction Delibera 4 giugno 2019, n. 455
ActionAction Delibera 11 giugno 2019, n. 462
ActionAction Delibera 11 giugno 2019, n. 467
ActionAction Delibera 11 giugno 2019, n. 476
ActionAction Delibera 11 giugno 2019, n. 477
ActionAction Delibera 11 giugno 2019, n. 488
ActionAction Delibera 25 giugno 2019, n. 535
ActionAction Delibera 25 giugno 2019, n. 543
ActionAction Delibera 25 giugno 2019, n. 546
ActionAction Delibera 11 luglio 2019, n. 555
ActionAction Delibera 2 luglio 2019, n. 561
ActionAction Delibera 9 luglio 2019, n. 578
ActionAction Delibera 16 luglio 2019, n. 597
ActionAction Delibera 16 luglio 2019, n. 605
ActionAction Delibera 23 luglio 2019, n. 636
ActionAction Delibera 23 luglio 2019, n. 637
ActionAction Delibera 23 luglio 2019, n. 638
ActionAction Delibera 30 luglio 2019, n. 654
ActionAction Delibera 30 luglio 2019, n. 658
ActionAction Delibera 30 luglio 2019, n. 666
ActionAction Delibera 6 agosto 2019, n. 675
ActionAction Delibera 6 agosto 2019, n. 676
ActionAction Delibera 6 agosto 2019, n. 678
ActionAction Delibera 27 agosto 2019, n. 710
ActionAction Delibera 27 agosto 2019, n. 717
ActionAction Delibera 17 settembre 2019, n. 775
ActionAction Delibera 17 settembre 2019, n. 779
ActionAction Delibera 24 settembre 2019, n. 795
ActionAction Delibera 1 ottobre 2019, n. 809
ActionAction Delibera 15 ottobre 2019, n. 838
ActionAction Delibera 22 ottobre 2019, n. 850
ActionAction Delibera 29 ottobre 2019, n. 890
ActionAction Delibera 5 novembre 2019, n. 897
ActionAction Delibera 5 novembre 2019, n. 898
ActionAction Delibera 5 novembre 2019, n. 915
ActionAction Delibera 12 novembre 2019, n. 925
ActionAction Delibera 12 novembre 2019, n. 931
ActionAction Delibera 12 novembre 2019, n. 937
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico