In vigore al

RICERCA:

Aufgrund von Wartungsarbeiten steht der Dienst am 24. Oktober 2019 von 00:00 Uhr bis 02:00 Uhr nicht zur Verfügung.

Il giorno 24 ottobre 2019 il servizio non sará disponibile dalle ore 00:00 alle ore 02:00 per manutenzione.

Ultima edizione

Delibera 2 maggio 2017, n. 483
Criteri per l'assegnazione del personale ausiliario delle scuole

...omissis...

1. di approvare i criteri per l’assegnazione del personale ausiliario delle scuole di cui all’allegato A, che costituisce parte integrante della presente deliberazione;

2. di approvare il modulo per il piano di lavoro individuale del personale ausiliario di cui all’allegato B, che costituisce parte integrante della presente deliberazione. Tale modulo all’occorrenza potrà subire degli adattamenti da parte delle scuole;

3. di approvare il modulo per la descrizione del mansionario del personale ausiliario di cui all’allegato C, che costituisce parte integrante della presente deliberazione. Tale modulo deve essere compilato per la valutazione del rischio e nel caso di una visita presso la commissione di medicina legale o di medicina del lavoro;

4. la deliberazione n. 4274 del 27.11.2006 verrà quindi parzialmente modificata in riferimento all’assegnazione del personale ausiliario.

Allegato A

Criteri per l’assegnazione del personale ausiliario delle scuole

1. Disposizioni generali

I presenti criteri definiscono gli standard minimi da garantire per il personale ausiliario delle scuole statali e, se applicabili, anche delle scuole professionali provinciali e delle scuole di formazione professionale agricola, forestale e di economia domestica.

L’assegnazione del personale ausiliario avviene in base alle rilevazioni del fabbisogno effettuate ai sensi dei presenti criteri e aggiornate in caso di eventuali cambiamenti.

La futura dotazione organica di ogni scuola viene rilevata in base ai presenti criteri.

Eventuali modifiche ed aggiornamenti dell’organico delle scuole verranno effettuati gradualmente (p.es. in caso di assenza, cessazione di personale dal servizio, trasferimenti per esigenze di servizio). Il personale perdente posto verrà individuato in base alla minore anzianità di servizio.

2. Esigenze di pulizie

Definizioni:

Si distingue in pulizia corrente giornaliera e pulizia generale.

La pulizia generale normalmente viene effettuata una volta all’anno durante il periodo di sospensione dell’attività didattica.

La pulizia corrente viene effettuata giornalmente su superfici ed oggetti.

I presenti criteri si riferiscono in particolare alla pulizia corrente; anche la pulizia generale si effettua con le risorse a disposizione della rispettiva scuola stabilite ai sensi delle presenti disposizioni.

Superfici di pulizia e parametri:

Il principale parametro di riferimento per il calcolo del fabbisogno del personale per la pulizia dell’edificio scolastico è l’area dell’edificio, tenuto anche conto dell’intensità e della frequenza della pulizia.

L’intensità e la frequenza vengono stabilite sulla base del calcolo dell’area e del numero degli alunni di ogni struttura. Gli alunni/studenti ospiti vengono assegnati alle direzioni delle scuole da essi regolarmente frequentate nel corso dell’anno scolastico (si considera solo l’uso delle classi).

I settori in cui avviene la trasformazione di prodotti alimentari nel rispetto delle norme HACCP vengono valutati in loco dall’Ufficio Personale delle scuole.

Per l’assegnazione del personale viene considerato l’indicatore di 1.216 m² di superficie giornaliera da pulire per unità di personale a tempo pieno. Questo valore indicativo corrisponde a quello di un dipendente a tempo pieno (1 TP).

Il numero degli alunni viene rilevato d’ufficio al 1° ottobre di ogni anno.

Il calcolo considera gli intervalli di pulizia, p.es. quelli della pulizia giornaliera di classi, corridoi e bagni, ma anche quelli più lunghi della pulizia periodica di altre aree. Per gli spazi ad alta intensità di pulizia, come alcuni laboratori o officine, il calcolo si effettua applicando un fattore più elevato in riferimento all’area da pulire determinata; la citata maggiorazione della superficie dell’area deve essere documentata e valutata.

Le superfici dei garage, degli archivi e dei locali tecnici non vengono considerate ai fini dell’assegnazione del personale, perché la loro pulizia viene effettuata nel periodo di sospensione dell’attività didattica.

La pulizia di classi, locali, palestre, piscine, mense (interne agli istituti e scuole professionali provinciali) messi a disposizione di altre scuole e strutture viene organizzata dalla scuola responsabile della custodia dell’edificio.

Piano di pulizia:

Per ogni edificio scolastico viene elaborato un piano di pulizia. Questo piano è uno strumento organizzativo di lavoro e può essere modificato dall’amministrazione scolastica, in accordo con il personale preposto, ed adeguato alle esigenze di servizio.

La ripartizione dei servizi di pulizia deve essere effettuata in modo trasparente nell’ambito degli accordi sugli obiettivi e delle riunioni di servizio, nonché tenendo conto del piano di lavoro individuale di ogni collaboratore/collaboratrice.

Per ogni incarico di almeno un mese viene elaborato per iscritto un piano di lavoro individuale.

Il piano di pulizia e i piani di lavoro individuali vengono inviati, su richiesta, alla Ripartizione Personale, ai fini della valutazione del fabbisogno di personale, nonché per rispondere alle richieste dei sindacati.

3. Supplementi e riduzioni

Supplementi per altre attività:

Per ogni scuola viene determinato, in aggiunta al fabbisogno di pulizia, un supplemento per altre attività (per es. sorveglianza, servizio di custodia e fotocopie ecc.) in base ai seguenti criteri:

Supplemento per altre attività per ogni tipo di scuola: 0,0025 in aggiunta per alunno a tempo pieno, corrispondente ad un posto pieno ogni 400 alunni, fermo restando che non può essere superato il limite massimo di 2 posti a tempo pieno per ogni direzione scolastica.

Considerazione per motivi di salute:

In presenza di documentati motivi di salute di salute oppure di altre particolari situazioni dovute a disposizioni di legge, possono anche essere assegnate risorse aggiuntive.

Questi supplementi costituiscono un contingente sanitario variabile, che viene garantito con personale prevalentemente della pianta organica.

La capacità operativa residua di questo personale, che può essere impiegata in particolare per attività aggiuntive (p.es. sorveglianza, servizio di uscierato e custodia, servizio di fotocopie, semplici lavori di segreteria ecc.), va considerata nel computo dell’assegnazione totale del personale di ogni singola scuola.

Custode:

In base alle rilevazioni del fabbisogno viene assegnata una persona con funzioni di custode unicamente alle scuole che per motivate ragioni presentano particolari esigenze strutturali e tecniche e purché vi sia un appartamento per il/la custode. Questo appartamento per il/la custode deve essere abitato dallo stesso/dalla stessa, qualora le esigenze di servizio lo richiedano.

Per il profilo professionale di custode si deve calcolare un impegno almeno parziale di attività di pulizia. I custodi vengono perciò valutati con una riduzione del 50% nella rilevazione del fabbisogno del personale. In casi eccezionali la riduzione per il/la custode può anche essere del 100 per cento.

I dipendenti del profilo professionale “custode con mansioni di manutenzione” vengono calcolati nei lavori di pulizia con una riduzione del 100% (-1,0 TP); per compensare viene effettuata una corrispondente riduzione delle risorse per le altre attività.

Sgombero della neve:

In mancanza del/della custode oppure quando il/la dirigente ritiene necessario che il/la custode venga coadiuvato/coadiuvata da altro personale nello sgombero della neve, ai sensi dell’articolo 2 del contratto di comparto del 08.03.2006 possono essere incaricati di questa operazione anche i bidelli e le bidelle (esecuzione di lavori e compiti che ricadono nell’ambito d’attività di un altro profilo professionale). Per questi lavori il personale deve indossare indumenti generalmente adatti ad un clima invernale.

In casi eccezionali motivati si può concedere, su richiesta del dirigente scolastico/della dirigente scolastica competente, l’autorizzazione alla retribuzione del lavoro straordinario nel rispetto del contingente di straordinari disponibile.

Supplemento per superficie esterna:

Aree per le pause di ricreazione: valgono come aree per la ricreazione i cortili scolastici e le aree aperte usate per la pausa, ma non i parcheggi e i garage sotterranei. L’area all’aperto adibita alle pause di ricreazione è il cortile in prossimità dell’edificio scolastico in cui si trattengono regolarmente gli alunni durante le pause dalle lezioni.

In presenza di un/una custode, di cooperative sociali nonché dei collaboratori e collaboratrici del progetto “Inserimento lavorativo – categoria personale di pulizia”, non vengono assegnati alle strutture altri supplementi per le pulizie delle aree esterne.

In assenza di custode viene assegnato alle scuole il seguente supplemento per le pulizie delle aree esterne:

1 ora/edificio scolastico/settimana

4. Attività extrascolastiche

Per le attività extrascolastiche è a disposizione un contingente separato di 84 posti. In caso di attività extrascolastiche vengono assegnate alle scuole ulteriori risorse per la pulizia e la sorveglianza, se il servizio non può essere coperto dal personale già assegnato per le pulizie della scuola. Eventuali modifiche delle categorie devono essere comunicate alle Intendenze scolastiche competenti.

Il servizio dei bidelli e bidelle assegnati alle attività extrascolastiche inizia alle ore 18:00. Al fine del calcolo del contingente orario viene inviato alla Ripartizione Personale ogni anno entro il mese di ottobre il relativo piano di utilizzo dei locali.

Supplementi per pulizia delle palestre e rispettivi sanitari:

1) palestra singola: 1,0 ora/giorno

2) piscina: 1,5 ore/giorno

3) palestra 2-3 vani: 1,5 ore/giorno

Le ore risultanti dal piano di utilizzo dei locali, vengono aumentate per le attività di pulizia corrispondentemente alle unità sopra indicate.

L’assegnazione di risorse per le attività extrascolastiche avviene in base alla seguente ripartizione in categorie:

A) Solo una pulizia giornaliera (per l’utilizzo scolastico ed extrascolastico congiunto)

A.1 Sorveglianza e pulizia ad opera del personale ausiliario della scuola

A.2 Sorveglianza ad opera di associazioni – Pulizia ad opera del personale ausiliario della scuola

A.3 Sorveglianza ad opera di associazioni – Pulizia ad opera di associazioni/esterni

B) Due pulizie giornaliere, e precisamente una per l’utilizzo scolastico ed una per l’utilizzo extrascolastico:

B.1 Sorveglianza e pulizia ad opera del personale ausiliario (extrascolastico) della scuola

B.2 Sorveglianza e pulizia ad opera di associazioni

B.3 Sorveglianza ad opera di associazioni – pulizia ad opera del personale ausiliario (extrascolastico) della scuola

B.4 Sorveglianza ad opera del personale ausiliario (extrascolastico) della scuola – pulizia ad opera di associazioni/esterni

C) Altri

C.1 Pulizia a cura del Comune

5. Incarichi di sostituzione

Gli incarichi di sostituzione vengono concessi nel seguente ordine:

a) dal primo giorno lavorativo per un’assenza di cinque giorni lavorativi tramite un aumento dell’orario giornaliero del personale in servizio;

b) dal primo giorno lavorativo, se è assente almeno il 50 per cento dei collaboratori e collaboratrici di un edificio scolastico;

c) assunzione di personale supplente aggiuntivo in caso di assenza per almeno 10 giorni lavorativi;

d) incarico a una ditta di pulizia, nel caso in cui non ci sia altra possibilità di copertura del servizio.

In casi eccezionali motivati si può concedere, su richiesta del/della dirigente, l’autorizzazione alla retribuzione del lavoro straordinario nel rispetto del contingente di straordinari disponibile.

Sostituzione di personale di economia domestica: i domestici e le domestiche con servizio in cucina possono essere sostituiti in caso di assenza della durata di 3 giorni lavorativi tramite un aumento dell’orario giornaliero del personale in servizio.

6. Criteri integrativi per le scuole professionali provinciali e le scuole di formazione professionale agricola, forestale e di economia domestica

L’assegnazione del personale ausiliario alle scuole professionali provinciali e alle scuole di formazione professionale agricola, forestale e di economia domestica avviene secondo i presenti criteri, per quanto applicabili, considerando le particolarità strutturali di queste strutture. Soprattutto per il personale delle cucine, dei laboratori e dei convitti viene rilevato il fabbisogno riferito alla singola situazione, cercando comunque di adottare standard uniformi in tutte le scuole.

Per l’assegnazione del personale ai convitti per alunni si tiene conto sia della pulizia generale delle camere, effettuata una volta all’anno nel periodo di sospensione dell’attività didattica, che dell’eventuale cambio di utenti durante l’anno scolastico, che di un intervallo di un mese per l’ordinaria pulizia delle camere.

Pulizia delle camere nei convitti per alunni: la pulizia delle camere per gli alunni è calcolata una volta al mese e ad ogni cambio dell’utente. La pulizia delle camere del personale educativo viene effettuata invece tre volte la settimana ed ad ogni cambio dell’utente.

Gli impianti igienico-sanitari di uso comune vengono puliti giornalmente.

7. Ulteriori misure e precisazioni

Per migliorare le condizioni generali del personale ausiliario si propongono le seguenti misure con alcune precisazioni:

• Considerando gli aspetti della medicina del lavoro e della sicurezza sul lavoro, le scuole prestano particolare attenzione alla qualità, efficacia, ergonomia e innovazione degli strumenti messi a disposizione (p.es. attrezzature, prodotti di pulizia ed abbigliamento da lavoro).

• Nell’ambito dello sviluppo professionale del personale vengono proposti aggiornamenti specifici sia per il personale ausiliario che per coordinatori e coordinatrici, onde promuovere le competenze e la professionalità del personale come pure per ottimizzare l’organizzazione e la capacità di lavorare in team.

• La decisione sull’utilizzo di materiali da costruzione particolari non deve comportare la necessità di richiedere ulteriori risorse di personale.

• Le scuole promuovono un comportamento consono da parte di tutti i membri della comunità scolastica, in modo tale da agevolare la pulizia dell’edificio e delle aree scolastiche; questa regola di condotta viene insegnata anche nel lavoro pedagogico con gli alunni/le alunne, affinché essi si impegnino a lasciare le classi e gli spazi adibiti ad attività didattiche puliti dopo l’uso giornaliero.

• La prestazione del personale ausiliario, il suo impegno a svolgere efficacemente i propri compiti e a creare un clima di lavoro positivo sono parametri di cui si tiene conto negli accordi sugli obiettivi e ai fini dell’assegnazione dei premi di produttività.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 10
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 19
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 20
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 21
ActionAction Delibera 17 gennaio 2017, n. 32
ActionAction Delibera 17 gennaio 2017, n. 52
ActionAction Delibera 24 gennaio 2017, n. 56
ActionAction Delibera 24 gennaio 2017, n. 71
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 111
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 113
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 120
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 123
ActionAction Delibera 14 febbraio 2017, n. 166
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 199
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 209
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 212
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 213
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 229
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 240
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 248
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 254
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 256
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 257
ActionAction Delibera 14 marzo 2017, n. 258
ActionAction Delibera 14 marzo 2017, n. 286
ActionAction Delibera 21 marzo 2017, n. 287
ActionAction Delibera 28 marzo 2017, n. 346
ActionAction Delibera 28 marzo 2017, n. 350
ActionAction Delibera 4 aprile 2017, n. 389
ActionAction Delibera 4 aprile 2017, n. 390
ActionAction Delibera 11 aprile 2017, n. 398
ActionAction Delibera 11 aprile 2017, n. 430
ActionAction Delibera 11 aprile 2017, n. 433
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 447
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 454
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 456
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 457
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 470
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 478
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 481
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 483
ActionActionAllegato A
ActionActionAllegato B
ActionActionAllegato C
ActionAction Delibera 9 maggio 2017, n. 509
ActionAction Delibera 9 maggio 2017, n. 505
ActionAction Delibera 9 maggio 2017, n. 506
ActionAction Delibera 16 maggio 2017, n. 520
ActionAction Delibera 30 maggio 2017, n. 575
ActionAction Delibera 30 maggio 2017, n. 601
ActionAction Delibera 30 maggio 2017, n. 607
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 612
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 614
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 637
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 646
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 648
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 655
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 659
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 684
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 688
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 689
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 692
ActionAction Delibera 27 giugno 2017, n. 695
ActionAction Delibera 4 luglio 2017, n. 742
ActionAction Delibera 18 luglio 2017, n. 794
ActionAction Delibera 18 luglio 2017, n. 795
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 808
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 813
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 815
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 816
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 822
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 823
ActionAction Delibera 8 agosto 2017, n. 848
ActionAction Delibera 8 agosto 2017, n. 874
ActionAction Delibera 8 agosto 2017, n. 860
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 884
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 903
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 908
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 909
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 928
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 929
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 943
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 950
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 952
ActionAction Delibera 5 settembre 2017, n. 967
ActionAction Delibera 19 settembre 2017, n. 1003
ActionAction Delibera 19 settembre 2017, n. 1005
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1008
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1033
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1034
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1036
ActionAction Delibera 3 ottobre 2017, n. 1054
ActionAction Delibera 3 ottobre 2017, n. 1060
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1068
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1080
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1092
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1096
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1118
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1119
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1121
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1122
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1123
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1168
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1179
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1180
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1181
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1184
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1194
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1195
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1229
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1231
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1246
ActionAction Delibera 21 novembre 2017, n. 1279
ActionAction Delibera 28 novembre 2017, n. 1313
ActionAction Delibera 28 novembre 2017, n. 1315
ActionAction Delibera 28 novembre 2017, n. 1322
ActionAction Delibera 5 dicembre 2017, n. 1343
ActionAction Delibera 5 dicembre 2017, n. 1344
ActionAction Delibera 5 dicembre 2017, n. 1345
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1366
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1382
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1387
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1388
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1390
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1393
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1395
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1401
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1405
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1407
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1412
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1413
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1415
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1421
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1422
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1434
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1435
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1441
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1448
ActionAction Delibera 28 dicembre 2017, n. 1480
ActionAction Delibera 28 dicembre 2017, n. 1497
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico