In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

a) Legge provinciale19 maggio 2003, n. 71)2)
Disciplina delle cave e delle torbiere

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel Suppl. n. 1 al B.U. 3 giugno 2003, n. 22.
2)
Regolamento di esecuzione: vedi D.P.P. 6 giugno 2005, n. 24.

Art. 3 (Presentazione ed istruttoria delle domande di coltivazione)   delibera sentenza

(1)  La domanda di autorizzazione alla coltivazione di una cava o di una torbiera va presentata all’ufficio provinciale competente per le cave e le miniere dal proprietario del suolo, dall’usufruttuario, dall’enfiteuta, dai loro aventi causa oppure da un terzo autorizzato dal proprietario del suolo; la domanda va corredata dalla documentazione prevista nel decreto dell’assessore competente. Il progetto da presentare deve tenere conto delle eventuali infrastrutture presenti e prevedere distanze di sicurezza del limite esterno dello scavo dalle medesime; nel corso dell’istruttoria della domanda i soggetti gestori delle infrastrutture vengono informati dell’opera prevista.  Per i progetti soggetti a verifica di assoggettabilità a VIA alla domanda di autorizzazione va altresì allegato lo studio preliminare ambientale previsto dalla normativa in materia di valutazione ambientale per il relativo inoltro all’Autorità competente per la verifica di assoggettabilità a VIA.  4)

(2)  All’atto della presentazione della domanda di cui al comma 1 va allegata l’autorizzazione da parte del proprietario del suolo. L’ufficio provinciale competente per le cave e le miniere trasmette la domanda al comune territorialmente interessato, la cui commissione edilizia esprime un parere entro 30 giorni. Anche i comuni confinanti interessati dalla coltivazione sono informati della richiesta e possono esprimere un parere entro lo stesso termine. Acquisiti i pareri dei comuni oppure decorso il termine previsto per l’acquisizione degli stessi, l’ufficio provinciale competente per le cave e le miniere acquisisce, nel rispetto di quanto prescritto dalla legge provinciale 5 aprile 2007, n. 2, e successive modifiche, il parere della Conferenza di servizi in materia ambientale ovvero la pronuncia sulla valutazione di impatto ambientale.  La Conferenza di servizi decide altresì sull’assoggettabilità a VIA dei progetti soggetti a verifica di assoggettabilità.  3)   5)

massimeT.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 66 del 28.02.2003 - Provvedimenti in materia di cave e torbiere - legittimazione del Comune all'impugnazione - omessa valutazione di contrapposti interessi pubblici
massimeT.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 205 del 01.08.1996 - Apertura di cava - nuova decisione della Giunta provinciale a seguito di sentenza amministrativa
4)
L'art. 3, comma 1, è stato prima sostituito dall'art. 2, comma 1, della L.P. 19 luglio 2013, n. 11, e successivamente così integrato dall'art. 46, comma 3, della L.P. 13 ottobre 2017, n. 17.
3)
Gli articoli da 1 a 13 sono stati così sostituiti dall'art. 9, comma 1, della L.P. 13 novembre 2009, n. 10.
5)
L'art. 3, comma 2, è stato prima sostituito dall'art. 33, comma 1, della L.P. 21 dicembre 2011, n. 15, e successivamente così integrato dall'art. 46, comma 4, della L.P. 13 ottobre 2017, n. 17.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionA
ActionActionB
ActionActionC
ActionActiona) Legge provinciale19 maggio 2003, n. 7
ActionActionArt. 1 (Ambito di applicazione)
ActionActionArt. 2 (Coltivazione delle cave e delle torbiere)
ActionActionArt. 3 (Presentazione ed istruttoria delle domande di coltivazione)  
ActionActionArt. 4 (Autorizzazione alla coltivazione)      
ActionActionArt. 5 (Trasferimento dell’autorizzazione)
ActionActionArt. 6 (Garanzie per la regolare esecuzione dei lavori)   
ActionActionArt. 7 (Decadenza e revoca dell’autorizzazione)
ActionActionArt. 8 (Obblighi degli esercenti)  
ActionActionArt. 9 (Obblighi del titolare dell’autorizzazione)
ActionActionArt. 10 (Oneri di coltivazione)  
ActionActionArt. 11 (Sanzioni)  
ActionActionArt. 12 (Vigilanza)
ActionActionArt. 13 (Coordinamento con strumenti di pianificazione)   
ActionActionArt. 14
ActionActionArt. 15
ActionActionArt. 16
ActionActionArt. 17
ActionActionArt. 18 (Abrogazione)
ActionActionArt. 19 
ActionActionD
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico