In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

c) Decreto del Presidente della Provincia 24 luglio 2006, n. 351)
Regolamento sulle aree di tutela dell'acqua potabile

Visualizza documento intero

Lo studio idrogeologico semplificato contiene:

  1. la descrizione delle indagini e delle prove svolte;
  2. l'illustrazione della struttura geologica ed idrogeologica dell'area di studio;
  3. una nuova mappatura della zona, salvo che siano disponibili attendibili carte geologiche dell'area di alimentazione, le quali descrivano la struttura geologica ed idrogeologica;
  4. la descrizione della permeabilità dei terreni;
  5. la descrizione del flusso dell'acqua nel sottosuolo;
  6. la descrizione del tipo di sorgente ovvero dell'acquifero, la stratigrafia e la tipologia dell'opera in caso di pozzo;
  7. la descrizione dell'area di alimentazione;
  8. la descrizione, ottenuta dai dati disponibili, dell'andamento della portata e della temperatura dell'acqua sorgiva ovvero dei livelli piezometrici e della temperatura dell'acqua in caso di pozzo,
  9. l'indicazione del bilancio idrologico;
  10. la valutazione delle caratteristiche chimiche e batteriologiche della fonte idropotabile, in base alle analisi disponibili;
  11. l'accertamento delle cause, in caso di rilevamento di contaminazioni e proposta delle misure di sicurezza idonee;
  12. la valutazione dello stato della captazione della sorgente ovvero del pozzo e l'eventuale proposta per il risanamento o per la nuova captazione tenendo conto della situazione geologica;
  13. l'indicazione circa l'utilizzo del suolo nell'area di alimentazione e possibili fonti di contaminazione con indicazione del rischio di inquinamento e della necessità di implementare un sistema di preallarme;
  14. la proposta per la delimitazione delle zone I, II e III;
  15. l'estensione delle singole zone di cui alla lettera n) che viene motivata dalla situazione geologica del sottosuolo spiegata e raffigurata per le singole zone;
  16. le profondità massime di scavo ammissibili nelle aree, nelle quali sono probabili attività di costruzione o attività di scavo;
  17. le indicazioni delle profondità di scavo di cui alla lettera p), motivate dalla situazione geologica del sottosuolo, che viene illustrata e raffigurata per le singole zone;
  18. l'indicazione dell'eventuale necessità di sistemi di smaltimento di acque stradali per impianti di viabilità esistenti ai sensi dell'allegato D, punto 13), lettera a);
  19. l'indicazione delle aree nella zona II che possono essere utilizzate a pascolo senza compromettere la qualità dell'acqua; dette indicazioni sono motivate dalla situazione geologica del sottosuolo che viene spiegata e raffigurata per le aree indicate.
  20. i seguenti allegati cartografici:
    1. carta generale in scala 1:25.000 o 1:50.000, che riporta in modo univoco la posizione geografica del comune, della sorgente o del gruppo di sorgenti ovvero del pozzo o del gruppo di pozzi e l'area di alimentazione idropotabile;
    2. carta geologica e idrogeologica in scala 1:10.000 con delimitazione dell'area di alimentazione e dell'area di tutela della fonte idropotabile;
    3. sezioni geologiche e idrogeologiche in scala adeguata;
    4. carta dell'utilizzazione del suolo con indicazione di eventuali fonti d'inquinamento in scala 1:10.000;
    5. carta con delimitazione dell'area di tutela dell'acqua potabile in scala 1:10.000 o 1:5.000;
    6. estratto catastale con delimitazione delle zone I, II e III, i cui limiti devono corrispondere ai limiti catastali o coincidere con le rette collegate tra vertici catastali;
    7. in aree particolarmente sensibili deve essere allegata una carta con indicazione della profondità massima di scavo ammissibile che garantisca di non compromettere la qualità della fonte idrica;
    8. modulo con le più importanti caratteristiche della sorgente o del pozzo.
1)
Pubblicato nel B.U. 29 agosto 2006, n. 35.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionA Inquinamento del suolo e smaltimento dei rifiuti solidi
ActionActionB Tutela del paesaggio
ActionActionC Inquinamento prodotto da rumore
ActionActionD Inquinamento dell' aria
ActionActionE Tutela della flora e della fauna
ActionActionF Tutela delle acque e utilizzazione delle risorse idriche
ActionActiona) Legge provinciale 18 giugno 2002, n. 8
ActionActionb) Decreto del Presidente della Provincia 20 marzo 2006, n. 12 —
ActionActionc) Decreto del Presidente della Provincia 24 luglio 2006, n. 35
ActionAction Art. 1 (Ambito di applicazione)
ActionAction Art. 2 (Aree di tutela dell'acqua potabile )  
ActionAction Art. 3 (Aree di tutela dell'acqua potabile per risorse idriche già utilizzate)
ActionAction Art. 4 (Studio idrogeologico semplificato)
ActionAction Art. 5 (Costi delle misure derivanti dall'applicazione dei vincoli di tutela)
ActionAction Art. 6 (Entrata in vigore)
ActionAction(articolo 2, comma 2)
ActionAction(articolo 2, comma 6)
ActionAction(articolo 3, comma 1, lettera a))
ActionAction(articolo 3, comma 1, lettera b)) 
ActionAction(articolo 3, comma 1, lettera c))
ActionAction(articolo 4, comma 1)
ActionActiond) Decreto del Presidente della Provincia 21 gennaio 2008, n. 6
ActionActione) Legge provinciale 13 febbraio 2013, n. 1
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 16 agosto 2017, n. 29
ActionActiong) Decreto del Presidente della Provincia 6 novembre 2017, n. 40
ActionActionh) Decreto del Presidente della Provincia 18 ottobre 2018, n. 28
ActionActioni) Decreto del Presidente della Provincia 13 dicembre 2019, n. 34
ActionActionG Valutazione dell' impatto ambientale
ActionActionH Protezione degli animali
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico