In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 743 del 09.05.2011
Ordinamento didattico del Corso di tironcinio formativo attivo nella Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano

Allegato

ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO NELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

Emanato con Decreto del Presidente del Consiglio dell'Università n. del 2011 (decorrenza A.A. 2011/2012)

 

CORSO DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO PER L'ABILITAZIONE ALL'INSEGNAMENTO NELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO E SECONDO GRADO

 

Art. 1

Denominazione e facoltà

Il Corso di Tirocinio Formativo Attivo è un corso di specializzazione, il quale ha l'obiettivo di fornire allo studente conoscenze ed abilità per funzioni richieste nell'esercizio della professione di insegnante delle scuole secondarie. Esso è attivato presso la Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano e si articola in tre sezioni: una per le scuole secondarie in lingua italiana (sezione italiana), una per quelle in lingua tedesca (sezione tedesca) e una per quelle delle località ladine (sezione ladina) della Provincia di Bolzano.
 

Art. 2

Obiettivi formativi specifici e descrizione del percorso formativo

I diplomati del Corso di Tirocinio Formativo Attivo devono aver acquisito:

-competenze disciplinari, psico-pedagogiche, metodologico-didattiche, organizzative e relazionali necessarie a far raggiungere agli allievi i risultati di apprendimento previsti dall'ordinamento vigente;

-competenze necessarie allo sviluppo e al sostegno dell'autonomia delle istituzioni scolastiche secondo i principi definiti dalla legge provinciale 29 giugno 2000, n. 12;

-competenze linguistiche di livello C1 (Quadro comune europeo di riferimento per le lingue adottato nel 1996 dal Consiglio d'Europa) in lingua inglese o nella lingua seconda (per la sezione italiana: tedesco, per la sezione tedesca: italiano, per la sezione ladina: tedesco o italiano).

In via transitoria, per chi si abilita entro l'A.A. 2012/2013, competenze linguistiche di livello B2 in lingua inglese o nella lingua seconda (per la sezione italiana: tedesco, per la sezione tedesca: italiano, per la sezione ladina: tedesco o italiano);

-competenze digitali previste dalla raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio 18 dicembre 2006;

-competenze didattiche atte a favorire l'integrazione scolastica degli alunni con disabilità secondo quanto disposto dalla legge 5 febbraio 1992, n. 104 e successive modificazioni e integrazioni;

L'offerta formativa del corso comprende quattro gruppi di attività:
a) insegnamenti di scienze dell'educazione, con particolare riguardo alle metodologie didattiche e ai bisogni speciali (18 CFU);
b) laboratori pedagogico-didattici indirizzati alla rielaborazione e al confronto delle pratiche educative e delle esperienze di tirocinio e insegnamenti di didattiche disciplinari che, anche in un contesto di laboratorio, sono svolti stabilendo una stretta relazione tra l'approccio disciplinare e l'approccio didattico (18 CFU). Quest'ultimi si differenziano in parte per le singole classi di concorso;
c) un tirocinio indiretto e diretto di 475 ore, pari a 19 crediti formativi, svolto presso le istituzioni scolastiche sotto la guida di un tutor. Il tirocinio contempla una fase osservativa e una fase di insegnamento attivo e almeno 75 ore sono dedicate alla maturazione delle necessarie competenze didattiche per l'integrazione degli alunni con disabilità (19 CFU).
d) tesi finale e relazione finale di tirocinio (5 CFU).
È previsto l'obbligo di frequenza come stabilito dalla normativa vigente.
Al termine del Corso di Tirocinio Formativo Attivo gli studenti conseguono il diploma di abilitazione all'insegnanmento in una delle classi di concorso previste dalla normativa per le scuole secondarie di primo o di secondo grado.
 

Art. 3

Risultati di apprendimento attesi espressi secondo i descrittori europei

Conoscenze (knowledge)
Gli abilitati del Corso di Tirocinio Formativo Attivo devono possedere le seguenti conoscenze:
- fondamenti teorici e dei linguaggi scientifici disciplinari;
- conoscenza critica dei saperi riferiti alla propria classe di concorso;
- conoscenze didattiche applicate agli ambiti disciplinari, interdisciplinari e transdisciplinari;
- conoscenze relative all'utilizzo delle tecnologie multimediali;
- competenze linguistiche di livello C1 (Quadro comune europeo di riferimento per le lingue adottato nel 1996 dal Consiglio d'Europa) in lingua inglese o nella lingua seconda (per la sezione italiana: tedesco, per la sezione tedesca: italiano, per la sezione ladina: tedesco o italiano). In via transitoria, per chi si abilita entro l'A.A. 2012/2013, competenze linguistiche di livello B2 in lingua inglese o nella lingua seconda (per la sezione italiana: tedesco, per la sezione tedesca: italiano, per la sezione ladina: tedesco o italiano);
- conoscenza dei metodi di ricerca riferita agli ambiti disciplinari e anche applicata ai contesti scolastici;
- conoscenze specifiche per l'accoglienza degli alunni con disabilità, di quelli con disturbi specifici di apprendimento e difficoltà scolastiche di vario tipo.
 
Capacità di applicare conoscenze e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il Corso di Tirocinio Formativo Attivo si propone di far acquisire le seguenti capacità e di applicare le conoscenze acquisite in ambito professionale:
- progettare interventi educativi, che rispondano a bisogni anche complessi, attraverso forme di sostegno integrato che aiutino il singolo e coinvolgano il gruppo classe, in collaborazione con i colleghi, le famiglie e le altre professionalità esistenti sul territorio;
- progettare percorsi di apprendimento flessibili e adeguati ai bisogni formativi e al livello degli alunni;
- organizzare e realizzare interventi didattici coerenti con le competenze da perseguire e con le specificità del gruppo classe a cui le azioni didattiche sono rivolte;
- promuovere la motivazione intrinseca negli alunni;
- scegliere i modelli valutativi, costruire e adottare strumenti adeguati, valutare processi e prodotti dell'apprendimento;
- utilizzare le tecnologie per la didattica, per ottimizzare il  proprio lavoro ed essere in grado di applicarle in classe;
- comprendere e strutturare ricerche educative, dimostrando di saper cogliere, valutare e utilizzare gli esiti di studi empirici al fine di costruire conoscenze e migliorare gli interventi;
- lavorare in gruppo per la progettazione, organizzazione e verifica di interventi educativo-didattici.
 
Autonomia di giudizio (making judgements)
Gli abilitati all'insegnamento nelle scuole secondarie dovranno:
- avere capacità di riflessione autonoma e critica in relazione ai fenomeni educativi e culturali previsti dall'esercizio professionale;
- essere in grado di problematizzare i fenomeni educativi, di analizzare criticamente e scegliere programmi e interventi formativi;
- essere in grado di autovalutare le proprie competenze didattico-educative.
 
Abilità comunicative (communication skills)
Gli abilitati all'insegnamento nelle scuole secondarie dovranno:
- padroneggiare diversi codici comunicativi;
- saper comunicare informazioni relative alle situazioni educative e didattiche, i possibili interventi alla luce dei modelli teorici e della letteratura di ricerca, le modalità di controllo degli esiti;
- possedere competenze nel gestire la relazione e i processi comunicativi con gli allievi, le famiglie e gli altri professionisti;
- possedere competenze di documentazione degli interventi e di diffusione delle buone pratiche.
 
Capacità di apprendimento (learning skills)
Gli abilitati all'insegnamento nelle scuole secondarie dovranno:
- avere competenze nell'utilizzare strategie di studio per la formazione continua, ossia strategie di apprendimento significativo e capacità di reperire fonti per aggiornare ed approfondire le conoscenze e competenze professionali;
- avere abilità di apprendimento in team per la realizzazione di progetti collettivi.
Le conoscenze e capacità sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni degli insegnamenti e dei laboratori, tramite lo studio personale e tramite lo svolgimento del tirocinio diretto ed indiretto.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso esami orali e scritti.
 

Art. 4

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per gli abilitati

Lo sbocco occupazionale è l'insegnamento nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado.
 

Art. 5

Requisiti di ammissione al corso di studio

Per essere ammesso al Corso di Tirocinio Formativo Attivo l'aspirante studente deve essere in possesso dei titoli e requisiti specifici richiesti dalla normativa vigente (D.M. 249/2010 ed eventuali  successive integrazioni e/o modifiche).
Deve, inoltre, possedere:
- competenze linguistiche di livello C1 (Quadro comune europeo di riferimento per le lingue adottato nel 1996 dal Consiglio d'Europa) in italiano o in tedesco (per la sezione italiana: italiano, per la sezione tedesca: tedesco, per la sezione ladina: italiano, tedesco o ladino a seconda della lingua di insegnamento della rispettiva materia nelle scuole delle località ladine della Provincia di Bolzano;
- competenze linguistiche di livello B2 (Quadro comune europeo di riferimento per le lingue adottato nel 1996 dal Consiglio d'Europa) in lingua inglese o nella lingua seconda (per la sezione italiana: tedesco, per la sezione tedesca: italiano, per la sezione ladina: tedesco o italiano). In via transitoria, per gli anni accademici 2011/2012 e 2012/2013 deve possedere le competenze linguistiche di livello B1 in lingua inglese o nella lingua seconda (per la sezione italiana: tedesco, per la sezione tedesca: italiano, per la sezione ladina: tedesco o italiano).
Deve, infine, possedere adeguate competenze culturali generali e disciplinari.
 

Art. 6

Caratteristiche dell'esame di ammissione

Presupposto necessario per l'accesso agli esami di ammissione è l'accertamento delle competenze linguistiche di cui all'art. 5 del presente Ordinamento didattico.
La Libera Università di Bolzano predispone i quesiti previsti dal comma 5 dell'art. 15 del D.M. n. 249/2010, i quali verteranno sulle conoscenze culturali, conoscenze disciplinari relative alle materie oggetto di insegnamento della classe di abilitazione e competenze linguistiche e di comprensione dei testi.
Gli esami di ammissione sono svolti secondo le modalità previste dai commi 5, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13 e 14 dell'art. 15 del D.M. n. 249/2010.
Sarà data precedenza nell'ammissione ai corsi ai candidati che avranno dimostrato le competenze linguistiche nella seconda lingua (per la sezione italiana: tedesco, per la sezione tedesca: italiano, per la sezione ladina: tedesco o italiano) rispetto ai candidati che avranno dimostrato solo le competenze linguistiche nella lingua inglese.
 

Art. 7

Lingue di insegnamento

La lingua d'insegnamento è il tedesco o l'italiano a seconda della sezione prescelta. Per le classi di abilitazione “Tedesco – seconda lingua” la lingua d'insegnamento è il tedesco mentre per quelle di “Italiano – seconda lingua” è l'italiano. Gli studenti della sezione per le scuole secondarie delle località ladine frequentano nella sezione e lingua prevista per l'insegnamento della materia nelle scuole delle località ladine della Provincia Autonoma di Bolzano. Le lezioni delle classi di abilitazione per una delle lingue straniere potranno essere tenute completamente o parzialmente nelle rispettive lingue straniere.
I singoli insegnamenti si svolgono in una sola delle quattro lingue ufficiali (tedesco, italiano, ladino, inglese).
 

Art. 8

Quadro generale delle attività formative

Fächer ambito disciplinare

Wissenschaftlicher Fachbereich settore

ECTS CFU

Erziehungswissenschaften  Scienze dell'EducazioneM-PED/03 Didaktik und Integrationspädagogik - Didattica e pedagogia speciale  M-PED/04  Experimentelle Pädagogik - Pedagogia sperimentale

18

mit mindestens 6 ECTS  M-PED/03 (Umgang mit Schülerinnen/Schülern mit besonderen Bedürfnissen)/ di cui 6 CFU di M-PED/03 (attività rivolti agli alunni/e con bisogni speciali)
Fachdidaktiken mit Fachlaboratorien und pädagogisch-didaktischen Laboratorien  Didattiche disciplinari con laboratori e laboratori pedagogico-didattici

18

Praktikum in der Schule    Tirocinio a scuola475 Stunden, von denen 75 Stunden (= 3 ECTS) den Schülerinnen/Schülern mit besonderen Bedürfnissen gewidmet werden  475 ore, di cui 75 ore (= 3 CFU) dedicati ad alunni disabili

19

Abschlussarbeit und abschließender Praktikumsbericht Tesi finale e relazione finale di tirocinio

5

ECTS insgesamt  Totale CFU

60


Art. 9

Caratteristiche dell'esame di abilitazione

Alla prova finale del Corso di Tirocinio Formativo Attivo hanno accesso gli studenti che sono in possesso di adeguate competenze linguistiche:
competenze linguistiche di livello C1 (Quadro comune europeo di riferimento per le lingue adottato nel 1996 dal Consiglio d'Europa) in lingua inglese o nella lingua seconda (per la sezione italiana: tedesco, per la sezione tedesca: italiano, per la sezione ladina: tedesco o italiano). In via transitoria, per chi si abilita entro l'A.A. 2012/2013, competenze linguistiche di livello B2 in lingua inglese o nella lingua seconda (per la sezione italiana: tedesco, per la sezione tedesca: italiano, per la sezione ladina: tedesco o italiano).
Le modalità di verifica sono fissate nel Regolamento Didattico del corso di studio.
L'esame di abilitazione all'insegnamento consiste:
a) nella valutazione dell'attività svolta durante il
tirocinio;
b) nell'esposizione orale di un percorso didattico su un tema scelto dalla commissione;
c) nella discussione della tesi finale e della relazione di tirocinio.
 

Art. 10

Altre caratteristiche

Il tempo riservato allo studio personale o ad altre attività formative di tipo individuale è pari al sessantotto per cento dell'impegno orario complessivo, con possibilità di percentuali minori per singole attività formative ad elevato contenuto sperimentale o pratico.
 

Art. 11

Crediti riconoscibili

Il numero massimo di crediti riconoscibili è pari a 19 CFU. A tal fine si terrà conto di eventuali attività documentate di insegnamento secondario e/o di corsi seguiti in precedenti curricoli degli studi coerenti con gli scopi del Corso di Tirocinio Formativo Attivo.
indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction Delibera N. 11 del 17.01.2011
ActionAction Delibera 24 gennaio 2011, n. 50
ActionAction Delibera N. 86 del 24.01.2011
ActionAction Delibera N. 139 del 07.02.2011
ActionAction Delibera N. 189 del 07.02.2011
ActionAction Delibera N. 372 del 14.03.2011
ActionAction Delibera N. 423 del 14.03.2011
ActionAction Delibera 21 marzo 2011, n. 435
ActionAction Delibera N. 474 del 21.03.2011
ActionAction Delibera N. 477 del 21.03.2011
ActionAction Delibera N. 535 del 04.04.2011
ActionAction Delibera N. 601 del 11.04.2011
ActionAction Delibera N. 683 del 21.04.2011
ActionAction Delibera N. 742 del 09.05.2011
ActionAction Delibera N. 743 del 09.05.2011
ActionAction Delibera N. 786 del 16.05.2011
ActionAction Delibera N. 849 del 23.05.2011
ActionAction Delibera N. 850 del 23.05.2011
ActionAction Delibera N. 859 del 23.05.2011
ActionAction Delibera N. 860 del 23.05.2011
ActionAction Delibera 30 maggio 2011, n. 868
ActionAction Delibera 30 maggio 2011, n. 892
ActionAction Delibera N. 923 del 06.06.2011
ActionAction Delibera 20 giugno 2011, n. 932
ActionAction Delibera N. 934 del 20.06.2011
ActionAction Delibera N. 974 del 20.06.2011
ActionAction Delibera 27 giugno 2011, n. 998
ActionAction Delibera 27 giugno 2011, n. 1015
ActionAction Delibera 4 luglio 2011, n. 1020
ActionAction Delibera N. 1094 del 18.07.2011
ActionAction Delibera 25 luglio 2011, n. 1136
ActionAction Delibera 8 agosto 2011, n. 1189
ActionAction Delibera 6 settembre 2011, n. 1356
ActionAction Delibera 19 settembre 2011, n. 1429
ActionAction Delibera 19 settembre 2011, n. 1432
ActionAction Delibera 26 settembre 2011, n. 1445
ActionAction Delibera 26 settembre 2011, n. 1449
ActionAction Delibera 10 ottobre 2011, n. 1537
ActionAction Delibera 24 ottobre 2011, n. 1605
ActionAction Delibera 14 novembre 2011, n. 1715
ActionAction Delibera 28 novembre 2011, n. 1825
ActionAction Delibera 28 novembre 2011, n. 1835
ActionAction Delibera 5 dicembre 2011, n. 1898
ActionAction Delibera 12 dicembre 2011, n. 1906
ActionAction Delibera 19 dicembre 2011, n. 2006
ActionAction Delibera 19 dicembre 2011, n. 2007
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2025
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2026
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2031
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2057
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2081
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2087
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico