In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 14 giugno 2022, n. 405
Zwei- und Dreisprachigkeitsprüfungen: Criteri per la valutazione e l’accertamento della conoscenza delle lingue italiana, tedesca e ladina

ALLEGATO

Criteri per la valutazione e l’accertamento della conoscenza delle lingue italiana, tedesca e ladina

Capo I
PARTE GENERALE

Art. 1
Ambito d’applicazione

1. I presenti criteri disciplinano la valutazione e l’accertamento della conoscenza delle lingue italiana, tedesca e ladina, ai sensi dell’articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, e successive modifiche.

2. L’esame per l’accertamento della conoscenza delle lingue italiana, tedesca e ladina certifica le conoscenze linguistiche in base ai seguenti livelli di competenza del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER):

a) livello A2 (riferito al titolo di studio di cui all’articolo 4, comma 3, numero 1, del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, e successive modifiche), corrispondente all’ex livello D;

b) livello B1 (riferito al titolo di studio di cui all’articolo 4, comma 3, numero 2, del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, e successive modifiche), corrispondente all’ex livello C;

c) livello B2 (riferito al titolo di studio di cui all’articolo 4, comma 3, numero 3 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, e successive modifiche), corrispondente all’ex livello B;

d) livello C1 (riferito al titolo di studio di cui all’articolo 4, comma 3, numero 4, del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, e successive modifiche), corrispondente all’ex livello A.

Art. 2
Disposizioni generali

1. Per l'acquisizione degli attestati di conoscenza delle lingue italiana, tedesca e ladina possono essere sostenuti presso il Servizio esami di bi- e trilinguismo i seguenti esami:

a) esame di bilinguismo,

b) esame monolingue,

c) esame di ladino.

2. Gli esami si articolano in una prova d’ascolto, una prova di comprensione di testo scritto, una prova scritta e una prova orale. Nell’esame di ladino, la prova di comprensione di testo scritto è parte della prova orale.

3. Tutte le prove si svolgono nell’arco della stessa giornata; durante le prove non è consentito l’uso di dizionari. Le prove orali sono pubbliche e vengono audioregistrate.

4. Il risultato dell’esame è dato dalla somma dei punteggi ottenuti nelle singole prove. L’esame si intende superato se si ottiene un punteggio complessivo di almeno 60 punti su 100 nell’esame monolingue e nell’esame di ladino, e un punteggio complessivo di almeno 60 punti su 100 in ciascuna lingua nell’esame di bilinguismo.

5. In caso di mancato superamento dell’esame non sarà possibile ripetere singole prove, ma si dovrà sostenere nuovamente l’intero esame.

Art. 3
Composizione delle commissioni

1. Per l’esame di bilinguismo la commissione è composta da quattro membri, due appartenenti o aggregati al gruppo linguistico italiano e due appartenenti o aggregati al gruppo linguistico tedesco.

2. L’esame monolingue è suddiviso per lingua; per tale esame la commissione è composta da due membri appartenenti o aggregati al relativo gruppo linguistico.

3. Per l’esame di ladino la commissione è composta da quattro membri appartenenti o aggregati al gruppo linguistico ladino, di cui due competenti per l’idioma gardenese e due per l’idioma badioto.

Art. 4
Materiale per la preparazione degli esami

1. Sul sito internet del Servizio esami di bi- e trilinguismo sono pubblicati, quale ausilio per la preparazione, alcuni esempi relativi a tutte le prove d’esame e ai quattro livelli di competenza linguistica, nonché, per l’esame di ladino, a entrambi gli idiomi.

Art. 5
Iscrizione all’esame

1. Non è consentito presentare contemporaneamente due o più domande di iscrizione, fatta salva l’iscrizione all’esame di ladino, che può avvenire contemporaneamente all’iscrizione all’esame di bilinguismo o monolingue.

2. La candidata o il candidato può presentare una nuova domanda di iscrizione solo in seguito all’avvenuta comunicazione dell’esito dell’esame.

Art. 6
Posticipi e anticipi della data d’esame

1. La data dell'esame può essere posticipata una sola volta e di norma al massimo di un mese. Ulteriori posticipi possono essere ammessi solo per comprovati e giustificati motivi.

2. La richiesta di posticipare la data d’esame deve essere presentata almeno tre giorni lavorativi prima della data stessa, salvi comprovati e giustificati motivi.

3. In presenza dei presupposti organizzativi e su istanza motivata e documentata della candidata o del candidato, la data dell’esame può essere anticipata una volta, qualora la candidata o il candidato intenda partecipare a un concorso a scadenza ravvicinata per il quale è richiesto il possesso dell'attestato di cui all'articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, e successive modifiche.

4. La percentuale di candidate e candidati ai quali può essere concesso di anticipare la data d’esame non può superare il 30% del numero totale di candidate e candidati invitati a partecipare all’esame quello stesso giorno. È possibile derogare a tale percentuale massima solo se i e le richiedenti intendono partecipare a un concorso nel settore dei servizi pubblici essenziali.

Art. 7
Assenze il giorno dell’esame

1. Sono ammesse assenze il giorno dell’esame, purché comunicate almeno tre giorni lavorativi prima della data d’esame; sono ammesse eccezioni per comprovati e giustificati motivi.

2. Qualora l'assenza non venga comunicata entro il termine di cui al comma 1 e non sussistano comprovati e giustificati motivi (come, ad esempio, in caso di malattia attestata dal relativo certificato medico), la candidata o il candidato sarà esclusa o escluso dagli esami per un periodo di sei mesi e per lo stesso periodo non potrà né iscriversi a un esame né ottenere di anticiparne la data.

Art. 8
Scelta dei testi d’esame

1. I testi d’esame, con le relative consegne, vengono selezionati con estrazione casuale da una raccolta di testi all’inizio di ogni giornata d’esame.

Art. 9
Motivi di esclusione

1. La candidata o il candidato è esclusa o escluso dall’esame se:

a) copia, comunica o si mette in contatto in qualsiasi modo con altre candidate o altri candidati. È consentito comunicare esclusivamente con i membri della commissione esaminatrice;

b) abbandona l’aula durante l’esame. È consentito uscire dall’aula durante l’esame solamente in caso di assoluta necessità e in ogni caso insieme a un membro della commissione esaminatrice;

c) usa il cellulare durante l’esame;

d) porta carta, appunti, libri o pubblicazioni di qualunque genere nell’aula in cui si svolge l’esame e li consulta. Si possono utilizzare esclusivamente i fogli messi a disposizione dalla commissione esaminatrice.

Art. 10
Assistenza agli esami

1. Le candidate e i candidati con disabilità possono, fino a due settimane prima della data d’esame, richiedere di avvalersi delle misure compensative necessarie a sostenere l’esame, tra cui l’accompagnamento da parte di una persona terza durante lo svolgimento dello stesso. Il Servizio esami di bi- e trilinguismo valuta la sussistenza dei presupposti e comunica al Commissariato del Governo il nominativo dell’eventuale accompagnatore o accompagnatrice.

Capo II
ESAME DI BILINGUISMO

Art. 11
Prova d’ascolto

1. Per la prova d’ascolto, le candidate e i candidati ascoltano un testo in lingua tedesca e un testo in lingua italiana. Prima di ogni ascolto ricevono il relativo foglio di lavoro, con le domande a scelta multipla nella stessa lingua del testo riprodotto, da completare al termine dell’ascolto.

2. Al termine della prova d’ascolto le candidate e i candidati inseriscono nella busta grande i fogli di lavoro, senza apporvi la firma o altro segno di riconoscimento.

Art. 12
Prova di comprensione di testo scritto

1. Per la prova di comprensione di testo scritto le candidate e i candidati ricevono subito due fogli di lavoro, ciascuno dei quali riporta un testo in una delle due lingue e le relative domande formulate nell’altra lingua. Per ogni lingua è previsto infine un testo con delle parole da completare.

Art. 13
Prova scritta

1. Per la prova scritta le candidate e i candidati devono scrivere un testo in ciascuna lingua su un argomento prestabilito; ai livelli B1, B2 e C1 per questa prova ricevono due fogli protocollo come ulteriori fogli di lavoro.

2. Terminata la prova scritta, le candidate e i candidati inseriscono nella busta grande tutti i fogli di lavoro della prova di comprensione di testo scritto e della prova scritta, senza apporvi la firma o altro segno di riconoscimento.

3. La candidata o il candidato sottoscrive davanti alla commissione la scheda dei dati anagrafici, debitamente compilata; la commissione verifica la corrispondenza della firma con quella sul documento di riconoscimento. Il candidato o la candidata inserisce la scheda nella busta piccola e la sigilla; inserisce poi la busta piccola nella busta grande e sigilla anche quest’ultima.

Art. 14
Tempi di elaborazione

1. La prova d’ascolto per tutti i livelli (A2, B1, B2 e C1) dev’essere completata in entrambe le lingue nel tempo massimo complessivo di 30 minuti.

2. La prova di comprensione di testo scritto e la prova scritta per il livello A2 devono essere completate, in entrambe le lingue, nel tempo massimo complessivo di 60 minuti.

3. La prova di comprensione di testo scritto e la prova scritta per il livello B1 devono essere completate, in entrambe le lingue, nel tempo massimo complessivo di 90 minuti.

4. La prova di comprensione di testo scritto e la prova scritta per i livelli B2 e C1 devono essere completate, in entrambe le lingue, nel tempo massimo complessivo di 120 minuti.

5. Il tempo di elaborazione della prova d’ascolto decorre dall’avvenuta consegna dei fogli di lavoro relativi al primo ascolto. Il tempo di elaborazione della prova di comprensione di testo scritto e della prova scritta decorre dall’avvenuta consegna dei relativi fogli di lavoro.

Art. 15
Prova orale

1. Prima dell’inizio della prova orale, la candidata o il candidato estrae un foglio con due consegne da preparare, una in ciascuna lingua.

2. Per i livelli A2 e B1 i tempi previsti per la prova orale sono: 10 minuti per la preparazione e 10 minuti per il colloquio.

3. Per i livelli B2 e C1 i tempi previsti per la prova orale sono: 15 minuti per la preparazione e 15 minuti per il colloquio.

Capo III
ESAME MONOLINGUE

Art. 16
Specificità

1. Qualora la candidata o il candidato sia in possesso di una certificazione di conoscenza di una sola lingua ai sensi dell’articolo 3, comma 9-bis, del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, e successive modifiche, o di uno dei titoli di studio ai sensi del comma 9/quater del suddetto articolo 3, l’esame per il conseguimento dell’attestato di conoscenza delle lingue italiana e tedesca si svolge esclusivamente nell’altra lingua.

Art. 17
Prova d’ascolto

1. Per la prova d’ascolto, le candidate e i candidati ascoltano due testi nella lingua dell’esame e prima di ogni ascolto, ricevono il relativo foglio di lavoro. Conclusi i singoli ascolti, i candidati e le candidate rispondono alle relative domande.

2. Al termine della prova d’ascolto le candidate e i candidati inseriscono nella busta grande i fogli di lavoro, senza apporvi la firma o altro segno di riconoscimento.

Art. 18
Prova di comprensione di testo scritto

1. Per la prova di comprensione di testo scritto le candidate e i candidati ricevono dei testi da leggere e i relativi fogli di lavoro con le consegne da svolgere.

Art. 19
Prova scritta

1. Per la prova scritta, le candidate e i candidati devono scrivere due brevi testi su un argomento predefinito; per questa prova ricevono due fogli di lavoro.

2. Terminata la prova scritta, le candidate e i candidati inseriscono nella busta grande tutti i fogli di lavoro della prova di comprensione di testo scritto e della prova scritta, senza apporvi la firma o altro segno di riconoscimento.

3. La candidata o il candidato sottoscrive davanti alla commissione la scheda dei dati anagrafici, debitamente compilata; la commissione verifica la corrispondenza della firma con quella sul documento di riconoscimento. Il candidato o la candidata inserisce la scheda nella busta piccola e la sigilla; inserisce poi la busta piccola nella busta grande e sigilla anche quest’ultima.

Art. 20
Tempi di elaborazione

1. La prova d’ascolto per tutti i livelli (A2, B1, B2 e C1) deve essere completata nel tempo massimo complessivo di 40 minuti.

2. La prova di comprensione di testo scritto e la prova scritta per il livello A2 devono essere completate nel tempo massimo complessivo di 60 minuti.

3. La prova di comprensione di testo scritto e la prova scritta per il livello B1 devono essere completate nel tempo massimo complessivo di 75 minuti.

4. La prova di comprensione di testo scritto e la prova scritta per il livello B2 devono essere completate nel tempo massimo complessivo di 105 minuti.

5. La prova di comprensione di testo scritto e la prova scritta per il livello C1 devono essere completate nel tempo massimo complessivo di 120 minuti.

6. Il tempo di elaborazione della prova d’ascolto decorre dall’avvenuta consegna dei fogli di lavoro relativi al primo ascolto. Il tempo di elaborazione della prova di comprensione di testo scritto e della prova scritta decorre dall’avvenuta consegna dei fogli di lavoro.

Art. 21
Prova orale

1. Prima dell’inizio della prova orale, la candidata o il candidato estrae un foglio con due consegne da preparare.

2. Per tutti i livelli (A2, B1, B2 e C1) i tempi previsti per la prova orale sono: 10 minuti per la preparazione e 10 minuti per il colloquio.

Capo IV
ESAME DI LADINO

Art. 22
Prova d’ascolto

1. Per la prova d’ascolto, le candidate e i candidati ascoltano un testo registrato nell’idioma nel quale svolgono l’esame e prima dell’ascolto, ricevono il relativo foglio di lavoro. Concluso l’ascolto le candidate e i candidati rispondono alle domande a scelta multipla, formulate nello stesso idioma del testo ascoltato.

2. Al termine della prova d’ascolto le candidate e i candidati inseriscono il foglio di lavoro nella busta grande, senza apporvi la firma o altro segno di riconoscimento.

Art. 23
Prova scritta

1. Per la prova scritta, alle candidate e ai candidati vengono consegnati un foglio protocollo e un testo di partenza in lingua tedesca oppure in lingua italiana, sulla base del quale gli stessi redigono, nell’idioma scelto, un’e-mail per il livello A2, un riassunto per il livello B1 e un riassunto e un’esposizione del proprio punto di vista per i livelli B2 e C1. Svolgono inoltre un esercizio di grammatica e lessico, che consiste nel completare un testo nell’idioma scelto inserendo le parole mancanti.

2. Terminata la prova scritta, le candidate e i candidati inseriscono nella busta grande i fogli di lavoro senza apporvi la firma o altro segno di riconoscimento.

3. La candidata o il candidato sottoscrive davanti alla commissione la scheda dei dati anagrafici, debitamente compilata; la commissione verifica la corrispondenza della firma con quella sul documento di riconoscimento. Il candidato o la candidata inserisce la scheda nella busta piccola e la sigilla; inserisce poi la busta piccola nella busta grande e sigilla anche quest’ultima.

Art. 24
Tempi di elaborazione

1. La prova d’ascolto per tutti i livelli (A2, B1, B2 e C1) deve essere completata nel tempo massimo di 20 minuti.

2. La prova scritta per il livello A2 deve essere completata nel tempo massimo complessivo di 50 minuti.

3. La prova scritta per il livello B1 deve essere completata nel tempo massimo complessivo di 60 minuti.

4. La prova scritta per i livelli B2 e C1 deve essere completata nel tempo massimo complessivo di 90 minuti.

5. Il tempo di elaborazione delle prove decorre dall’avvenuta consegna dei fogli di lavoro.

Art. 25
Prova orale

1. Nella prova orale si accertano e si valutano l’abilità comunicativa e la padronanza della lingua. Le candidate e i candidati devono dimostrare le loro capacità comunicative in conversazioni di tipo quotidiano e professionale nell’idioma scelto.

2. Nel corso della prova orale si sostiene anche la prova di comprensione di un testo scritto.

3. Prima dell’inizio della prova orale, la candidata o il candidato estrae un foglio di lavoro con un testo nell’idioma scelto e le domande per la prova di comprensione testuale e per la prova orale. Per tutti i livelli (A2, B1, B2 e C1) i tempi previsti per la prova orale sono: 10 minuti per la preparazione e 10 minuti per il colloquio.

Capo V
VALUTAZIONE

Art. 26
Correzione degli elaborati

1. Prima di procedere alla correzione degli elaborati della prova d’ascolto, della prova di comprensione di testo scritto (dell’esame di bilinguismo e dell’esame monolingue) e della prova scritta, la commissione mescola le buste grandi e le numera progressivamente. Apre quindi ciascuna busta grande e appone lo stesso numero riportato su tale busta su tutti gli elaborati delle prove e sulla busta piccola, ivi contenuti.

2. Terminata la correzione di tutti gli elaborati, la commissione procede all’identificazione delle candidate e dei candidati mediante l’apertura della busta piccola contenente la scheda dei dati anagrafici e apponendo lo stesso numero riportato sulla busta anche sulla scheda stessa.

Art. 27
Modalità di valutazione

1. La commissione valuta la prova d’ascolto, la prova di comprensione di testo scritto e il testo con le parole da completare in base a soluzioni predefinite.

2. La commissione valuta la prova scritta e la prova orale secondo i seguenti criteri: esecuzione del compito, struttura, coerenza e fluidità, capacità di espressione (differenziazione lessicale, lessico) e correttezza grammaticale (morfologia e sintassi).

Art. 28
Motivi di annullamento

1. L’elaborato viene annullato, se

a) vengono usati un inchiostro diverso dal nero o dal blu oppure la matita;

b) su uno o più fogli compaiono segni che possano ricondurre all’identità della candidata o del candidato (ad esempio nome e cognome, firma o altri segni di riconoscimento);

c) uno o più fogli risultano strappati;

d) vengono utilizzati cancellini, nastri correttori o correttori liquidi e simili;

e) il testo della prova scritta non viene svolto nella lingua richiesta;

f) uno o più fogli non vengono riconsegnati;

g) solo per l’esame di bilinguismo: entrambi gli elaborati della prova scritta (testo in lingua tedesca e testo in lingua italiana) vengono scritti sullo stesso foglio protocollo.

Art. 29
Esito dell’esame

1. La commissione inserisce le valutazioni nell’apposito programma informatico.

2. L'esito dell'esame viene comunicato entro tre giorni lavorativi dalla data dell’esame stesso nell’area personale myCIVIS. Con la stessa comunicazione le candidate e i candidati ricevono anche la scheda con le valutazioni della commissione.

Art. 30
Visione degli elaborati e presa di posizione scritta della commissione

1. Le candidate e i candidati possono chiedere di prendere visione del testo della propria prova scritta. Possono inoltre chiedere un appuntamento per visionare di persona tutti i propri elaborati e riascoltare la propria prova orale.

2. In casi motivati, la candidata o il candidato può richiedere una presa di posizione scritta da parte della commissione esaminatrice. I membri della commissione redigono una presa di posizione congiunta nella stessa lingua utilizzata per la richiesta. La presa di posizione è trasmessa dal Servizio esami di bi- e trilinguismo alla richiedente o al richiedente entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta. Successivamente, la candidata o il candidato può chiedere un appuntamento con la commissione esaminatrice per chiarire eventuali questioni incomprese.

3. Il ricorso alla procedura di cui al presente articolo non pregiudica il diritto della candidata o del candidato di presentare ricorso all’autorità giudiziaria amministrativa (foro di Bolzano) contro il provvedimento.

CAPO VI
PROTEZIONE DEI DATI

Art. 31
Protezione dei dati personali

1. Le disposizioni di cui ai presenti criteri comportano il trattamento dei seguenti dati personali:

a) dati identificativi ed anagrafici;

b) dati di contatto;

c) dati relativi al livello di conoscenze linguistiche, ai titoli di studio e/o alle certificazioni linguistiche acquisiti;

d) dati che rivelano lo stato di salute.

2. I dati personali trattati appartengono alle seguenti categorie di interessati:

a) candidate e candidati, anche minorenni, che si iscrivono all’esame o richiedono un riconoscimento di un titolo di studio e/o di una certificazione linguistica;

b) esercenti la responsabilità genitoriale che effettuano l’iscrizione per conto del candidato/della candidata minorenne (limitatamente ai dati di cui al comma 1, lettere a) e b)).

3. Vengono altresì trattati i dati personali dell'eventuale accompagnatore /accompagnatrice del candidato/della candidata che richiede misure compensative ai sensi dell’articolo 10 (limitatamente ai dati anagrafici di cui al comma 1, lettera a)).

4. Il trattamento dei dati personali di cui al comma 1:

a) è necessario ai fini dell’esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all’esercizio di pubblici poteri di cui è investita l’Amministrazione provinciale volti all’accertamento della conoscenza delle lingue italiana, tedesca e ladina quale requisito per l’accesso all’impiego nelle amministrazioni pubbliche in provincia di Bolzano, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, e successive modifiche;

b) è effettuato nel rispetto dei principi di limitazione della finalità e di minimizzazione di cui all'articolo 5, paragrafo 1, lettere b) e c), del regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016;

c) non è basato su un processo decisionale automatizzato.

5. Il trattamento dei dati personali di cui al comma 1, lettera d), è consentito per concedere le misure compensative di cui all’articolo 10 dei presenti criteri o variazioni della data d’esame e viene effettuato per perseguire le finalità di rilevante interesse pubblico di cui all’articolo 2-sexies, comma 2, lettere bb) e dd), del decreto legislativo 20 giugno 2003, n. 196, e successive modifiche.

6. I dati personali di cui al comma 1:

a) sono trattati in modo lecito, corretto e trasparente;

b) sono forniti direttamente dagli interessati;

c) sono conservati per il tempo necessario a conseguire le specifiche finalità per cui sono trattati, fatti salvi i termini fissati dalla legge per la conservazione documentale. La conservazione dei dati di cui alle lettere a), b) e c) del suddetto comma 1 avviene in un’apposita banca dati;

d) possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche per l'adempimento di un compito svolto nel pubblico interesse o per l'esercizio di pubblici poteri ad esse attribuiti;

e) possono essere riutilizzati a fini statistici e di ricerca scientifica, previa adozione di adeguate misure di sicurezza quali la pseudonimizzazione o anonimizzazione.

7. L’Amministrazione provinciale, in qualità di titolare del trattamento, adotta misure tecniche ed organizzative che garantiscono un adeguato livello di sicurezza, avendo riguardo al contesto, alle specifiche finalità del trattamento, alla tipologia dei dati personali trattati, alle categorie di interessati, come anche al rischio di varia probabilità e gravità per i diritti degli interessati.”

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2022
ActionAction Delibera 11 gennaio 2022, n. 4
ActionAction Delibera 18 gennaio 2022, n. 18
ActionAction Delibera 25 gennaio 2022, n. 30
ActionAction Delibera 25 gennaio 2022, n. 36
ActionAction Delibera 25 gennaio 2022, n. 37
ActionAction Delibera 25 gennaio 2022, n. 44
ActionAction Delibera 1 febbraio 2022, n. 50
ActionAction Delibera 8 febbraio 2022, n. 82
ActionAction Delibera 8 febbraio 2022, n. 83
ActionAction Delibera 8 febbraio 2022, n. 88
ActionAction Delibera 8 febbraio 2022, n. 90
ActionAction Delibera 15 febbraio 2022, n. 102
ActionAction Delibera 22 febbraio 2022, n. 120
ActionAction Delibera 22 febbraio 2022, n. 124
ActionAction Delibera 22 febbraio 2022, n. 125
ActionAction Delibera 22 febbraio 2022, n. 130
ActionAction Delibera 8 marzo 2022, n. 146
ActionAction Delibera 8 marzo 2022, n. 148
ActionAction Delibera 8 marzo 2022, n. 154
ActionAction Delibera 8 marzo 2022, n. 155
ActionAction Delibera 8 marzo 2022, n. 167
ActionAction Delibera 29 marzo 2022, n. 198
ActionAction Delibera 29 marzo 2022, n. 206
ActionAction Delibera 29 marzo 2022, n. 213
ActionAction Delibera 29 marzo 2022, n. 214
ActionAction Delibera 29 marzo 2022, n. 215
ActionAction Delibera 12 aprile 2022, n. 251
ActionAction Delibera 12 aprile 2022, n. 255
ActionAction Delibera 12 aprile 2022, n. 264
ActionAction Delibera 26 aprile 2022, n. 270
ActionAction Delibera 26 aprile 2022, n. 276
ActionAction Delibera 26 aprile 2022, n. 284
ActionAction Delibera 3 maggio 2022, n. 290
ActionAction Delibera 3 maggio 2022, n. 292
ActionAction Delibera 3 maggio 2022, n. 294
ActionAction Delibera 3 maggio 2022, n. 296
ActionAction Delibera 3 maggio 2022, n. 305
ActionAction Delibera 10 maggio 2022, n. 315
ActionAction Delibera 10 maggio 2022, n. 316
ActionAction Delibera 17 maggio 2022, n. 337
ActionAction Delibera 17 maggio 2022, n. 339
ActionAction Delibera 17 maggio 2022, n. 344
ActionAction Delibera 24 maggio 2022, n. 359
ActionAction Delibera 24 maggio 2022, n. 362
ActionAction Delibera 31 maggio 2022, n. 371
ActionAction Delibera 31 maggio 2022, n. 382
ActionAction Delibera 31 maggio 2022, n. 396
ActionAction Delibera 14 giugno 2022, n. 402
ActionAction Delibera 14 giugno 2022, n. 405
ActionActionALLEGATO
ActionAction Delibera 14 giugno 2022, n. 413
ActionAction Delibera 14 giugno 2022, n. 417
ActionAction Delibera 14 giugno 2022, n. 422
ActionAction Delibera 21 giugno 2022, n. 438
ActionAction Delibera 21 giugno 2022, n. 440
ActionAction Delibera 21 giugno 2022, n. 443
ActionAction Delibera 21 giugno 2022, n. 444
ActionAction Delibera 21 giugno 2022, n. 452
ActionAction Delibera 21 giugno 2022, n. 453
ActionAction Delibera 28 giugno 2022, n. 456
ActionAction Delibera 28 giugno 2022, n. 462
ActionAction Delibera 5 luglio 2022, n. 476
ActionAction Delibera 5 luglio 2022, n. 477
ActionAction Delibera 5 luglio 2022, n. 478
ActionAction Delibera 5 luglio 2022, n. 479
ActionAction Delibera 5 luglio 2022, n. 481
ActionAction Delibera 19 luglio 2022, n. 515
ActionAction Delibera 2 agosto 2022, n. 532
ActionAction Delibera 2 agosto 2022, n. 535
ActionAction Delibera 2 agosto 2022, n. 536
ActionAction Delibera 9 agosto 2022, n. 562
ActionAction Delibera 23 agosto 2022, n. 581
ActionAction Delibera 30 agosto 2022, n. 602
ActionAction Delibera 30 agosto 2022, n. 604
ActionAction Delibera 30 agosto 2022, n. 607
ActionAction Delibera 30 agosto 2022, n. 614
ActionAction Delibera 6 settembre 2022, n. 627
ActionAction Delibera 13 settembre 2022, n. 643
ActionAction Delibera 20 settembre 2022, n. 668
ActionAction Delibera 20 settembre 2022, n. 670
ActionAction Delibera 20 settembre 2022, n. 678
ActionAction Delibera 27 settembre 2022, n. 692
ActionAction Delibera 27 settembre 2022, n. 705
ActionAction Delibera 11 ottobre 2022, n. 728
ActionAction Delibera 11 ottobre 2022, n. 729
ActionAction Delibera 11 ottobre 2022, n. 731
ActionAction Delibera 11 ottobre 2022, n. 732
ActionAction Delibera 18 ottobre 2022, n. 745
ActionAction Delibera 18 ottobre 2022, n. 747
ActionAction Delibera 18 ottobre 2022, n. 750
ActionAction Delibera 25 ottobre 2022, n. 759
ActionAction Delibera 25 ottobre 2022, n. 768
ActionAction Delibera 25 ottobre 2022, n. 770
ActionAction Delibera 25 ottobre 2022, n. 773
ActionAction Delibera 25 ottobre 2022, n. 774
ActionAction Delibera 25 ottobre 2022, n. 776
ActionAction Delibera 8 novembre 2022, n. 792
ActionAction Delibera 8 novembre 2022, n. 797
ActionAction Delibera 8 novembre 2022, n. 798
ActionAction Delibera 8 novembre 2022, n. 801
ActionAction Delibera 15 novembre 2022, n. 828
ActionAction Delibera 15 novembre 2022, n. 843
ActionAction Delibera 22 novembre 2022, n. 853
ActionAction Delibera 22 novembre 2022, n. 857
ActionAction Delibera 22 novembre 2022, n. 863
ActionAction Delibera 22 novembre 2022, n. 864
ActionAction Delibera 29 novembre 2022, n. 888
ActionAction Delibera 29 novembre 2022, n. 889
ActionAction Delibera 29 novembre 2022, n. 890
ActionAction2021
ActionAction2020
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico