In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 20 novembre 2018, n. 1206
Criteri per la concessione di aiuti a favore del settore zootecnico

Allegato

Criteri per la concessione di aiuti a favore del settore zootecnico

Articolo 1
Ambito di applicazione

1. I presenti criteri disciplinano – ai sensi dell'articolo 5, comma 1, lettere a) e b), della legge provinciale 14 dicembre 1999, n. 10, e successive modifiche – le modalità di concessione di aiuti al settore della zootecnia. Tali aiuti soddisfano tutte le condizioni di cui al capo I del regolamento (UE) n. 702/2014 della Commissione, del 25 giugno 2014, che dichiara compatibili con il mercato interno, in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, alcune categorie di aiuti nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali, pubblicato nella GU L 193 del 1° luglio 2014. I succitati aiuti soddisfano inoltre le condizioni specifiche per la categoria di aiuti di cui agli articoli 24 e 27 dello stesso regolamento e sono esentati dall’obbligo di notifica di cui all’articolo 108, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell’Unione europea.

Articolo 2
Beneficiari

1. Possono beneficiare degli aiuti di cui ai presenti criteri le organizzazioni zootecniche che operano prevalentemente in provincia di Bolzano, di seguito denominate organizzazioni, e l’Associazione provinciale delle Organizzazioni Zootecniche Altoatesine, di seguito denominata Associazione. Prevalentemente significa che almeno il 70 per cento degli allevatori iscritti all’organizzazione hanno la propria sede operativa in provincia di Bolzano.

2. Beneficiari finali degli aiuti di cui ai presenti criteri sono le microimprese, le piccole e le medie imprese attive nella produzione agricola primaria, che occupano meno di 250 persone e il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di euro o il cui totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di euro.

3. Non vengono concessi aiuti individuali a favore di organizzazioni o imprese destinatarie di un ordine di recupero pendente a seguito di una precedente decisione della Commissione europea che dichiara gli aiuti illegittimi e incompatibili con il mercato interno.

4. Gli aiuti sono concessi in natura e non comportano pagamenti diretti in denaro ai beneficiari finali di cui al comma 2.

5. Dal beneficio degli aiuti sono escluse le imprese in difficoltà ai sensi dell’articolo 2, punto 14, del regolamento (UE) n. 702/2014 della Commissione.

Articolo 3
Iniziative agevolabili

1. Sono agevolabili i costi per le seguenti attività:

a) l’organizzazione e la partecipazione a concorsi, fiere o mostre;

b) la costituzione e tenuta di libri genealogici e registri anagrafici;

c) l’esecuzione di test di determinazione della qualità genetica o delle caratteristiche produttive del bestiame.

Articolo 4
Organizzazione e partecipazione a concorsi, fiere o mostre

1. Per l’organizzazione e la partecipazione a concorsi, fiere e mostre sono ammissibili le seguenti spese:

a) spese d’iscrizione;

b) spese di viaggio e spese per il trasporto di animali;

c) spese per pubblicazioni e siti web che annunciano l’evento;

d) affitto di locali e stand espositivi e relativi costi di montaggio e smontaggio;

e) premi simbolici che vengono assegnati nel corso di manifestazioni ad animali da riproduzione di razza iscritti nel libro genealogico o nel registro anagrafico, fino a un valore massimo di 250,00 euro per premio e per vincitore.

2. Requisiti richiesti per l’organizzazione o la partecipazione a concorsi, fiere o mostre di bovini sono la presentazione di almeno due specie animali, almeno cinque razze di animali e almeno 100 capi. Se si rispettano questi requisiti minimi, l’aiuto concesso può ammontare fino ad un massimo di 5.000,00 euro, in funzione delle spese ammissibili effettivamente sostenute. Se si supera il numero minimo di 100 capi, l’aiuto è maggiorato di un importo massimo di 1.000,00 euro per ogni ulteriori 50 capi esposti.

3. Tali requisiti non sono richiesti nel caso di mostre celebrative di anniversari di associazioni locali o distrettuali, organizzate al massimo ogni 10 anni e di mostre organizzate a livello provinciale al massimo una volta all’anno da un’organizzazione di giovani allevatori di una razza.

4. Gli aiuti destinati ai premi simbolici sono erogati solo se il premio è stato effettivamente consegnato e su presentazione di una prova della consegna.

5. Gli aiuti per le azioni promozionali sono accessibili a tutte le imprese della zona interessata che risultano ammissibili sulla base di criteri oggettivi.

6. Se l’azione promozionale è svolta da associazioni e organizzazioni di produttori, la partecipazione all’attività stessa non è subordinata all’adesione a tali associazioni e organizzazioni. Possono essere concessi aiuti per spese amministrative sostenute dall’associazione o dall’organizzazione esclusivamente se tali spese sono riferite alle azioni promozionali.

Articolo 5
Costituzione e tenuta di libri genealogici e registri anagrafici

1. Sono ammissibili all’aiuto le spese amministrative strettamente legate alla costituzione e alla tenuta dei libri genealogici e dei registri anagrafici.

2. Gli aiuti per le spese relative all’acquisto di hardware e software per la tenuta dei libri genealogici sono limitati a hardware e software utilizzati da tutte le organizzazioni.

Articolo 6
Test di determinazione della qualità genetica o delle caratteristiche produttive del bestiame

1. Per l’esecuzione di test di determinazione della qualità genetica o delle caratteristiche produttive del bestiame sono ammissibili le seguenti spese:

a) costi per i controlli funzionali latte;

b) costi per la determinazione delle caratteristiche di performance che vanno oltre la produzione di latte per le razze animali minacciate di abbandono, così come fissate nel Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Provincia autonoma di Bolzano, per i cavalli di razza Haflinger, nonché per le razze di animali per le quali almeno due organizzazioni di allevatori gestiscono insieme un programma di selezione specifico e transfrontaliero nell’ambito del GECT/Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino.

2. Sono esclusi dall’aiuto i costi dei controlli effettuati dal proprietario degli animali e dei controlli di routine sulla qualità del latte.

Articolo 7
Tipologia e ammontare dell’aiuto

1. Le iniziative di cui all’articolo 3 possono essere agevolate mediante la concessione di un aiuto.

2. L’aiuto può ammontare:

a) fino al 100 per cento delle spese ammesse per le iniziative di cui all’articolo 3, comma 1, lettere a) e b);

b) fino al 70 per cento delle spese ammesse per le iniziative di cui all’articolo 3, comma 1, lettera c).

3. Qualora nell'esercizio finanziario di riferimento non vi sia la disponibilità di fondi necessaria per erogare aiuti alle organizzazioni nella misura massima di cui sopra, l'ammontare degli aiuti a favore delle stesse è ridotto in proporzione, fatta salva la possibilità di integrazione in caso di nuova disponibilità di fondi nell'esercizio finanziario di riferimento.

4. L’imposta sul valore aggiunto (IVA) non è ammissibile agli aiuti, salvo nel caso in cui non sia recuperabile ai sensi della legislazione nazionale sull’IVA.

Articolo 8
Importo massimo degli aiuti

1. Gli aiuti concessi annualmente per le iniziative di cui all’articolo 3, comma 1, lettera a), non possono superare i seguenti importi massimi:

a) un totale di 75.000,00 euro per le organizzazioni che si occupano della selezione di razze bovine; tale aiuto è suddiviso tra le organizzazioni in proporzione alle attività svolte;

b) per le mostre di cui all’articolo 4, comma 3, di cui sia data comunicazione entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello di riferimento:

1) 3.000,00 euro per ogni singola mostra di associazioni locali;

2) 5.000,00 euro per ogni singola mostra distrettuale;

3) 10.000,00 euro per ogni singola mostra provinciale;

c) 110.000,00 euro alle organizzazioni che si occupano della selezione delle razze equine Haflinger e Norica;

d) 20.000,00 euro alle organizzazioni che si occupano a livello mondiale della selezione della razza Haflinger;

e) 20.000,00 euro alle organizzazioni che si occupano della selezione di ovi-caprini e di suini;

f) 9.000,00 euro alle organizzazioni che si occupano della selezione di conigli; per la partecipazione ad esposizioni internazionali possono essere concessi al massimo ulteriori 5.000,00 euro;

g) fino ad un massimo di 35.000,00 euro per la partecipazione comune delle organizzazioni alla fiera agricola Agrialp o a un’altra mostra comune a livello provinciale;

h) fino ad un massimo di 35.000,00 euro alle organizzazioni che operano nel settore dell’apicoltura per l’organizzazione di una manifestazione provinciale o interregionale per i settori dell’apicoltura o della produzione di miele.

2. Per l’agevolazione delle iniziative di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), si stabilisce quanto segue:

a) ad ogni organizzazione di allevatori che si occupa della selezione di razze bovine può essere concesso:

1) un contributo base pari a 80.000,00 euro, oppure

2) un contributo base pari a 150.000,00 euro, se tutte le organizzazioni che si occupano a livello provinciale di selezione bovina accorpano l’intera attività amministrativa,

b) in caso di fusione:

1) di tutte le organizzazioni che si occupano a livello provinciale di selezione bovina, all’organizzazione risultante da questa fusione può essere concesso un contributo base pari a 450.000,00 euro; nei primi tre anni di attività tale importo è aumentato del 10 per cento;

2) di due organizzazioni che si occupano a livello provinciale di selezione bovina, all’organizzazione risultante da questa fusione può essere concesso un contributo base pari a 260.000,00 euro;

c) nel caso di un contratto di rete firmato tra tutte le organizzazioni che si occupano della selezione di razze bovine o tra una di queste organizzazioni con un’altra organizzazione attiva a livello provinciale nel settore zootecnico, a ognuna delle organizzazioni che si occupano di selezione bovina può essere concesso un contributo base pari a 120.000,00 euro; nel contratto di rete devono essere contemplate almeno due delle seguenti attività svolte in comune: contabilità, gestione informatica dei libri genealogici, uso comune di software o di server, lavoro degli esperti di razza;

d) in aggiunta al contributo base, alle organizzazioni che si occupano della selezione di razze bovine può essere concesso un importo pari a 3,81 euro per ogni vacca sottoposta a controllo funzionale di cui viene data comunicazione dall’organizzazione competente per i controlli funzionali a livello provinciale entro il 31 settembre dell’anno di presentazione della domanda;

e) possono essere concessi i seguenti contributi fino ad un massimo di:

1) 260.000,00 euro alle organizzazioni che si occupano della selezione di ovi-caprini e di suini; per sostenere parzialmente i maggiori costi derivanti all’attività di selezione dal programma di eradicazione della scrapie nelle razze ovine minacciate di abbandono, nel 2018 può essere concesso un ulteriore aiuto una tantum per un totale di 25.000,00 euro;

2) 200.000,00 euro alle organizzazioni che si occupano della selezione delle razze equine Haflinger e Norica;

3) 45.000,00 euro alle organizzazioni che operano nel settore dell’apicoltura;

4) 5.000,00 euro alle organizzazioni che si occupano della selezione di conigli;

5) 10.000,00 euro alle organizzazioni nazionali che si occupano della selezione di razze bovine.

3. Per agevolare le iniziative di cui all’articolo 3, comma 1, lettera c):

a) alle organizzazioni che si occupano della selezione di razze bovine può essere concesso annualmente un contributo massimo omnicomprensivo pari a 105.000,00 euro per l’attività di selezione; tale contributo è suddiviso in proporzione alle attività svolte;

b) per le razze animali per le quali si effettua un programma di selezione di cui all’articolo 6, comma 1, lettera b), può inoltre essere concesso un aiuto fino al 70 per cento dei costi ammessi per l’accoppiamento programmato, per l’acquisto, i test genetici, i costi per il mantenimento in una stazione di selezione fino alla fase riproduttiva e i test di performance dei riproduttori maschi, fino ad un importo massimo di 115.00,00 euro;

c) alle organizzazioni che si occupano della selezione di ovi-caprini e di suini può essere concesso un contributo massimo di 25.000,00 euro per i test del DNA necessari per il certificato genealogico dei riproduttori maschi di ovi-caprini.

Articolo 9
Presentazione e istruttoria delle domande

1. Le domande per la concessione di un aiuto, corredate di un preventivo di spesa dettagliato, devono essere presentate alla Ripartizione provinciale Agricoltura entro il 31 dicembre dell’anno precedente all’anno di riferimento. Sono ammissibili soltanto i costi sostenuti dopo la presentazione della domanda.

2. Le domande di aiuto devono riportare quanto segue:

a) il nome e le dimensioni dell’impresa;

b) la descrizione delle attività, comprese le date di inizio e fine attività;

c) l’ubicazione delle attività;

d) un elenco dei costi ammissibili;

e) la tipologia degli aiuti e l’importo del finanziamento pubblico necessario per le attività.

3. L’ufficio competente della Ripartizione provinciale Agricoltura valuta l’ammissibilità delle domande di aiuto.

Articolo 10
Anticipo e liquidazione dell’aiuto

1. Le organizzazioni richiedenti possono chiedere l'erogazione di un anticipo pari al 50 per cento dell’ammontare dell’aiuto concesso sulla base del preventivo di spesa.

2. Per la liquidazione dell’aiuto concesso ovvero del saldo, qualora sia stato erogato un anticipo, è necessario presentare apposita domanda corredata dalla documentazione attestante le spese effettivamente sostenute nell’anno di riferimento.

Articolo 11
Revoca

1. Se è stato erogato un anticipo e se dalla documentazione di spesa definitiva presentata risulta che le spese effettivamente sostenute sono minori rispetto a quelle ammesse al finanziamento, assunte come base di calcolo dell’anticipo, il beneficiario è tenuto a restituire la parte di aiuto indebitamente percepita, maggiorata degli interessi legali.

2. Se invece, all’atto della liquidazione o dopo la liquidazione dell’aiuto, viene accertata la mancanza di presupposti per la sua concessione, è disposta la revoca dell’aiuto, che – qualora già erogato – deve essere restituito maggiorato degli interessi legali.

3. In caso di dichiarazioni non veritiere o mendaci nella domanda di concessione o in qualsiasi altro atto o documento presentato per ottenere l’aiuto, oppure in caso di omissione di informazioni dovute, si applicano le disposizioni di cui all’articolo 2/bis della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche.

Articolo 12
Disposizione generale

1. Per poter beneficiare degli aiuti le organizzazioni devono attenersi, oltre che alle disposizioni della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche, anche alle prescrizioni e ai divieti previsti dalla normativa di settore sia nazionale che dell’Unione europea.

Articolo 13
Controlli

1. Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche, vengono eseguiti annualmente controlli a campione su almeno il 6 per cento delle iniziative agevolate.

2. L’individuazione delle iniziative da sottoporre a controllo avviene annualmente mediante sorteggio, effettuato da una commissione composta dal direttore/dalla direttrice della Ripartizione provinciale Agricoltura o da un suo delegato/una sua delegata, dal direttore/dalla direttrice dell’Ufficio provinciale Zootecnia e da un funzionario incaricato/una funzionaria incaricata. Delle operazioni di sorteggio e del relativo esito viene redatto apposito verbale.

3. I controlli amministrativi e i sopralluoghi sono eseguiti da funzionari della Ripartizione provinciale Agricoltura, che redigono il relativo verbale di accertamento.

4. In caso di accertate irregolarità trovano applicazione le sanzioni previste dalla normativa vigente.

Articolo 14
Divieto di cumulo

1. Gli aiuti previsti dai presenti criteri non sono cumulabili, in parte o del tutto, con altri aiuti esentati o aiuti “de minimis” né con altre misure di sostegno dell’Unione europea, se con detto cumulo si supera l’intensità massima o l’importo massimo dell’aiuto, come previsto dal regolamento (UE) n. 702/2014.

Articolo 15
Efficacia e validità

1.Il presente regime di aiuti acquista efficacia dopo che la Commissione ha ricevuto, ai sensi dell’articolo 9 del regolamento (UE) n. 702/2014, la sintesi delle rispettive informazioni ed ha inviato una ricevuta contrassegnata da un numero di identificazione degli aiuti.

2. Il presente regime di aiuti è valido fino al 31 dicembre 2020.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction Delibera 9 gennaio 2018, n. 1
ActionAction Delibera 16 gennaio 2018, n. 23
ActionAction Delibera 23 gennaio 2018, n. 57
ActionAction Delibera 30 gennaio 2018, n. 71
ActionAction Delibera 30 gennaio 2018, n. 79
ActionAction Delibera 30 gennaio 2018, n. 89
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 93
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 94
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 100
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 114
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 121
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 122
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 125
ActionAction Delibera 16 febbraio 2018, n. 143
ActionAction Delibera 27 febbraio 2018, n. 169
ActionAction Delibera 6 marzo 2018, n. 186
ActionAction Delibera 13 marzo 2018, n. 223
ActionAction Delibera 20 marzo 2018, n. 240
ActionAction Delibera 20 marzo 2018, n. 256
ActionAction Delibera 20 marzo 2018, n. 257
ActionAction Delibera 27 marzo 2018, n. 278
ActionAction Delibera 27 marzo 2018, n. 282
ActionAction Delibera 27 marzo 2018, n. 286
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 306
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 307
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 320
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 321
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 331
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 332
ActionAction Delibera 17 aprile 2018, n. 350
ActionAction Delibera 17 aprile 2018, n. 357
ActionAction Delibera 24 aprile 2018, n. 375
ActionAction Delibera 24 aprile 2018, n. 384
ActionAction Delibera 8 maggio 2018, n. 397
ActionAction Delibera 8 maggio 2018, n. 415
ActionAction Delibera 15 maggio 2018, n. 431
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 477
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 497
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 499
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 505
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 506
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 508
ActionAction Delibera 5 giugno 2018, n. 529
ActionAction Delibera 5 giugno 2018, n. 531
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 552
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 555
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 556
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 562
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 564
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 566
ActionAction Delibera 19 giugno 2018, n. 579
ActionAction Delibera 19 giugno 2018, n. 601
ActionAction Delibera 26 giugno 2018, n. 630
ActionAction Delibera 3 luglio 2018, n. 642
ActionAction Delibera 3 luglio 2018, n. 656
ActionAction Delibera 3 luglio 2018, n. 657
ActionAction Delibera 3 luglio 2018, n. 658
ActionAction Delibera 10 luglio 2018, n. 673
ActionAction Delibera 17 luglio 2018, n. 694
ActionAction Delibera 17 luglio 2018, n. 703
ActionAction Delibera 17 luglio 2018, n. 704
ActionAction Delibera 24 luglio 2018, n. 731
ActionAction Delibera 24 luglio 2018, n. 733
ActionAction Delibera 31 luglio 2018, n. 757
ActionAction Delibera 31 luglio 2018, n. 772
ActionAction Delibera 7 agosto 2018, n. 778
ActionAction Delibera 7 agosto 2018, n. 796
ActionAction Delibera 7 agosto 2018, n. 798
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 813
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 833
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 839
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 840
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 849
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 853
ActionAction Delibera 4 settembre 2018, n. 874
ActionAction Delibera 4 settembre 2018, n. 876
ActionAction Delibera 4 settembre 2018, n. 883
ActionAction Delibera 11 settembre 2018, n. 902
ActionAction Delibera 11 settembre 2018, n. 905
ActionAction Delibera 11 settembre 2018, n. 911
ActionAction Delibera 18 settembre 2018, n. 922
ActionAction Delibera 18 settembre 2018, n. 939
ActionAction Delibera 18 settembre 2018, n. 942
ActionAction Delibera 18 settembre 2018, n. 949
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 955
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 957
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 961
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 964
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 965
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 968
ActionAction Delibera 2 ottobre 2018, n. 978
ActionAction Delibera 2 ottobre 2018, n. 998
ActionAction Delibera 2 ottobre 2018, n. 1005
ActionAction Delibera 9 ottobre 2018, n. 1015
ActionAction Delibera 9 ottobre 2018, n. 1027
ActionAction Delibera 9 ottobre 2018, n. 1031
ActionAction Delibera 16 ottobre 2018, n. 1051
ActionAction Delibera 16 ottobre 2018, n. 1077
ActionAction Delibera 23 ottobre 2018, n. 1086
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1098
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1099
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1102
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1104
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1108
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1109
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1120
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1121
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1122
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1150
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1156
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1158
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1161
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1165
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1168
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1170
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1199
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1202
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1206
ActionActionAllegato
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1209
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1210
ActionAction Delibera 27 novembre 2018, n. 1211
ActionAction Delibera 27 novembre 2018, n. 1220
ActionAction Delibera 27 novembre 2018, n. 1235
ActionAction Delibera 27 novembre 2018, n. 1249
ActionAction Delibera 4 dicembre 2018, n. 1269
ActionAction Delibera 4 dicembre 2018, n. 1284
ActionAction Delibera 4 dicembre 2018, n. 1286
ActionAction Delibera 11 dicembre 2018, n. 1324
ActionAction Delibera 11 dicembre 2018, n. 1339
ActionAction Delibera 11 dicembre 2018, n. 1346
ActionAction Delibera 11 dicembre 2018, n. 1347
ActionAction Delibera 11 dicembre 2018, n. 1350
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1363
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1380
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1381
ActionAction Delibera 4 dicembre 2018, n. 1285
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1382
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1384
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1385
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1386
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1387
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1400
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1401
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1404
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1405
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1415
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1418
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1419
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1432
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1434
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1435
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1446
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1449
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1466
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1470
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1472
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico