In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 6 febbraio 2018, n. 121
Nuovi criteri per la concessione di contributi per l'incentivazione delle mobilità sostenibile

ALLEGATO A

Criteri per la concessione di contributi per l’incentivazione della mobilità sostenibile

Art. 1
Ambito d'applicazione

1. I presenti criteri disciplinano la concessione di contributi per studi, progetti e iniziative finalizzati allo sviluppo, al miglioramento e all’incentivazione di un trasporto di persone e di una mobilità intermodale sostenibili ed ecocompatibili, in attuazione dell'articolo 30, commi 1 e 2, della legge provinciale 23 novembre 2015, n. 15, e successive modifiche.

2. I contributi sono concessi in applicazione del regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis”.

Art. 2
Finalità e definizioni

1. La Provincia autonoma di Bolzano concede contributi per attività finalizzate allo sviluppo della mobilità sostenibile in provincia di Bolzano e alla riduzione degli effetti negativi del traffico sull’ambiente, sulla salute e sullo sviluppo sociale ed economico.

2. L’incentivazione si basa su una scala di priorità a tre livelli. Priorità assoluta ha la riduzione del traffico, seguita da spostamento e miglioramento del traffico.

3. Per riduzione del traffico si intendono misure normative e infrastrutturali atte ad eliminare la necessità di spostamenti o a ridurne i percorsi, con particolare attenzione alla pianificazione territoriale e all’offerta di mobilità per le zone abitative, scolastiche, ricreative, produttive e commerciali e turistiche.

4. Per spostamento del traffico si intendono le misure che disincentivano il traffico motorizzato individuale, favorendo invece l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico o collettivo e gli spostamenti in bicicletta e a piedi.

5. Per miglioramento del traffico si intendono le misure che contribuiscono alla riduzione degli effetti negativi di un traffico che non può essere né ridotto né spostato.

Art. 3
Beneficiari

1. I contributi di cui all’articolo 1 possono essere concessi a soggetti pubblici e privati.

2. Ai fini dei presenti criteri, per soggetti pubblici si intendono i comuni, le comunità comprensoriali, tutte le forme associative dei comuni, i consorzi di bonifica, le amministrazioni dei beni di uso civico, le aziende pubbliche di servizi alla persona, le aziende di cura, di soggiorno e turismo, le associazioni e i consorzi turistici della provincia di Bolzano.

3. Ai fini dei presenti criteri, per soggetti privati si intendono le persone giuridiche aventi sede principale in provincia di Bolzano.

Art. 4
Cumulabilità e disciplina de minimis

1. Le agevolazioni previste dai presenti criteri non sono cumulabili con altre agevolazioni.

2. Ai sensi del regolamento (UE) n. 1407/2013 i contributi “de minimis” previsti dai presenti criteri sono cumulabili con altri aiuti concessi a norma di regolamenti “de minimis”, a condizione che non superino il massimale previsto dall’articolo 3, paragrafo 2, del medesimo regolamento. I contributi possono essere cumulati anche con gli aiuti “de minimis” concessi a norma del regolamento (UE) n. 360/2012 fino al massimale previsto in tale regolamento.

Art. 5
Interventi incentivabili

1. Nell’ambito di misure di mobility management comunale, sovracomunale aziendale, scolastico e turistico sono incentivabili i seguenti interventi:

a) studi, indagini, ricerche e progetti;

b) acquisto di beni nell’ambito di iniziative e progetti relativi alla mobilità ciclistica e pedonale quotidiana;

c) sviluppo e implementazione di software specifici;

d) redazione e pubblicazione di materiale divulgativo di particolare rilevanza didattica o sociale in materia di mobilità sostenibile;

e) manifestazioni, convegni e campagne di sensibilizzazione;

f) organizzazione di attività di formazione.

2. Le persone giuridiche che svolgono attività imprenditoriale possono ricevere un incentivo solo per le misure volte alla riduzione, allo spostamento o al miglioramento del traffico prodotto dalla propria azienda.

3. Non sono incentivabili gli interventi che il richiedente è tenuto ad effettuare per legge.

Art. 6
Spese ammissibili

1. Sono ammissibili soltanto le spese effettivamente sostenute e rendicontate.

Art. 7
Spese non ammissibili

1. Non sono ammissibili le spese per la progettazione e l’esecuzione di lavori, le spese di gestione corrente, le spese di ordinaria e straordinaria manutenzione e le spese di viaggio, vitto e alloggio. Le spese per il personale sono ammesse limitatamente alle assunzioni effettuate da soggetti pubblici per la realizzazione delle attività ammesse a contributo.

Art. 8
Presentazione della domanda

1. La domanda di contributo, in regola con l’imposta di bollo, può essere presentata entro il 31 marzo e il 31 luglio di ogni anno alla Ripartizione provinciale Mobilità esclusivamente per via telematica.

2. La domanda deve essere redatta sul modello predisposto dalla Ripartizione Mobilità e firmata dal/dalla legale rappresentante del richiedente; la domanda deve essere presentata in ogni caso prima dell’avvio dell’attività per cui si richiede il contributo.

3. Il modulo di domanda riporta quanto segue:

a) la descrizione dettagliata dell’attività;

b) l'indicazione del/della responsabile del progetto;

c) il preventivo di spesa suddiviso per tipologia;

d) il piano di finanziamento;

e) la data di inizio dell’attività e il cronoprogramma di realizzazione dell’attività con la suddivisione delle relative spese per anno di riferimento;

f) la dichiarazione relativa alla quota parte di IVA detraibile e non detraibile;

g) la dichiarazione con cui il richiedente si impegna ad affidare forniture, servizi e lavori nel rispetto dei principi di proporzionalità, adeguatezza e trasparenza;

h) la dichiarazione del richiedente di non ricevere per la stessa attività altre agevolazioni da parte di amministrazioni pubbliche;

i) in caso di imprese, la dichiarazione sostitutiva per la concessione di aiuti “de minimis”.

4. Le domande incomplete che non vengono regolarizzate entro 30 giorni dal ricevimento della relativa richiesta da parte dell’ufficio competente sono archiviate.

Art. 9
Commissione di valutazione

1. Per la valutazione delle domande di contributo il Direttore/la Direttrice della Ripartizione provinciale Mobilità nomina un’apposita commissione, composta da due dipendenti della Ripartizione Mobilità e un/una rappresentante del settore Green Mobility della società in house Strutture Trasporto Alto Adige S.p.A (STA).

2. La rotazione dei membri della commissione viene garantita con cadenza triennale.

Art. 10
Istruttoria delle domande

1. La commissione verifica:

a) che l'attività oggetto della domanda di contributo sia rispondente a quanto previsto dall’articolo 30, commi 1 e 2, della legge provinciale 23 novembre 2015, n. 15, e successive modifiche, e dai presenti criteri;

b) che gli importi di spesa preventivati rispettino il criterio di congruità.

2. La commissione valuta le domande presentate in riferimento all’incidenza delle attività rispetto alle finalità di cui all’articolo 2, assegnandole ad una delle seguenti categorie:

a) incidenza dell’attività principalmente sulla riduzione del traffico: massimo 60 punti;

b) incidenza dell’attività principalmente sullo spostamento del traffico: massimo 50 punti;

c) incidenza dell’attività principalmente sul miglioramento del traffico: massimo 30 punti.

3. Possono essere assegnati i seguenti punti aggiuntivi per:

a) grado di innovazione: massimo 10 punti;

b) rilevanza sociale ed educativa: massimo 10 punti;

c) copertura geografica, grado di coinvolgimento di vari soggetti: massimo 10 punti;

d) sinergie e compatibilità con altri progetti: massimo 10 punti.

4. Sono ammesse a contributo le domande che raggiungono un minimo di 30 punti.

Art. 11
Anticipo

1. Su richiesta motivata del richiedente può essere erogato un anticipo nella misura massima del 30% del contributo.

Art. 12
Ammontare del contributo

1. Per le attività incentivabili può essere concesso un contributo fino alla misura massima del 75 per cento della spesa ammessa.

2. L’ammontare del contributo è calcolato in relazione al punteggio assegnato dalla commissione in base alle seguenti percentuali:

a) 70-100 punti: 75%

b) 60-69 punti: 60%

c) 50-59 punti: 50%

d) 40-49 punti: 40%

e) 30-39 punti: 30%

3. I contributi saranno concessi in base alla graduatoria di merito stilata in applicazione dei criteri di cui all’articolo 10, commi 2 e 3, nei limiti delle disponibilità del bilancio.

4. L’ammontare massimo del contributo non può superare la differenza tra le spese sostenute e gli eventuali introiti.

Art. 13
Rendicontazione e liquidazione

1. Il rendiconto deve essere presentato entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello del provvedimento di concessione o di imputazione della spesa, se diverso.

2. Ai fini della liquidazione del contributo va presentata la seguente documentazione:

a) l’elenco riepilogativo delle spese sostenute con copia delle relative fatture e dichiarazione del/della legale rappresentante del beneficiario, che attesta che le predette spese sono state effettivamente sostenute;

b) una relazione attestante la rispondenza delle spese con l’attività incentivata;

c) un riepilogo dei mezzi propri e di eventuali introiti a copertura delle spese sostenute.

2. Per progetti la cui realizzazione avviene in un arco temporale pluriennale, la spesa deve essere rendicontata entro la fine dell’anno successivo riferito alle singole attività previste nel cronoprogramma.

Art. 14
Obblighi

1. I beneficiari si obbligano, a decorrere dalla data della richiesta di liquidazione del contributo, a utilizzare i beni oggetti di contributo effettivamente nell’ambito della propria attività; inoltre si obbligano a non modificarne la destinazione economica per un periodo di tre anni a partire:

a) dalla data della fattura di acquisto e, nel caso di più fatture, dalla data dell’ultima fattura;

b) dalla data del verbale di consegna del bene, nel caso di acquisto tramite leasing.

2. Nel medesimo periodo i beni non possono essere alienati o dati in affitto. I soggetti pubblici possono mettere a disposizione i beni alla collettività a titolo gratuito o dietro versamento di una partecipazione alle spese. I soggetti privati possono mettere a disposizione i beni esclusivamente ai propri dipendenti.

3. In caso di acquisto di rastrelliere per biciclette, il beneficiario si impegna affinché queste siano saldamente ancorate ad un supporto fisso. Il telaio e la ruota anteriore della bicicletta si devono poter fissare entrambe alla rastrelliera.

4. In caso di realizzazione di sistemi di deposito o di rastrelliere fisse per biciclette in uno spazio pubblico, essi devono essere predisposti in modo tale da rendere possibile l’utilizzo dei titoli di viaggio elettronici del sistema del trasporto pubblico integrato dell’Alto Adige.

5. In caso di incentivi per studi, indagini, ricerche e progetti, essi dovranno essere messi a disposizione della Ripartizione provinciale Mobilità, che si riserva di utilizzarli e/o di pubblicarli per finalità istituzionali.

Art. 15
Controlli

1. Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche, la Ripartizione provinciale Mobilità effettua controlli a campione su almeno il 6 per cento delle domande ammesse.

2. Le domande da sottoporre a controllo sono selezionate mediante sorteggio.

3. Durante il controllo a campione viene presa visione della documentazione contabile in originale e vengono verificate la veridicità delle dichiarazioni presentate dal beneficiario nonché l’effettiva realizzazione dell’attività incentivata.

4. Fatto salvo quanto previsto nei commi precedenti, la ripartizione competente può sottoporre a controllo tutti i casi ritenuti dubbi.

5. In caso di accertata irregolarità verranno applicate le sanzioni previste dalla vigente legislazione.

6. In caso di dichiarazioni non veritiere o mendaci nella domanda di agevolazione o in qualsiasi altro atto o documento presentato o in caso di omissione di informazioni dovute, si applicano le disposizioni di cui all’articolo 2/bis e all’articolo 5, comma 6, della legge provinciale 22 ottobre 1993, n., 17, e successive modifiche.

Art. 16
Revoca

1. Qualora, dopo l’avvenuta erogazione dell’agevolazione, si riscontrasse la mancanza dei requisiti richiesti, il mancato rispetto degli obblighi assunti o la presentazione di false dichiarazioni, l’agevolazione è revocata e deve essere restituita maggiorata degli interessi legali.

Art. 17
Norma transitoria

1. I presenti criteri si applicano alle domande giacenti e non ancora approvate.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction Delibera 9 gennaio 2018, n. 1
ActionAction Delibera 16 gennaio 2018, n. 23
ActionAction Delibera 23 gennaio 2018, n. 57
ActionAction Delibera 30 gennaio 2018, n. 71
ActionAction Delibera 30 gennaio 2018, n. 79
ActionAction Delibera 30 gennaio 2018, n. 89
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 93
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 94
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 100
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 114
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 121
ActionActionALLEGATO A
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 122
ActionAction Delibera 6 febbraio 2018, n. 125
ActionAction Delibera 16 febbraio 2018, n. 143
ActionAction Delibera 27 febbraio 2018, n. 169
ActionAction Delibera 6 marzo 2018, n. 186
ActionAction Delibera 13 marzo 2018, n. 223
ActionAction Delibera 20 marzo 2018, n. 240
ActionAction Delibera 20 marzo 2018, n. 256
ActionAction Delibera 20 marzo 2018, n. 257
ActionAction Delibera 27 marzo 2018, n. 278
ActionAction Delibera 27 marzo 2018, n. 282
ActionAction Delibera 27 marzo 2018, n. 286
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 306
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 307
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 320
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 321
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 331
ActionAction Delibera 10 aprile 2018, n. 332
ActionAction Delibera 17 aprile 2018, n. 350
ActionAction Delibera 17 aprile 2018, n. 357
ActionAction Delibera 24 aprile 2018, n. 375
ActionAction Delibera 24 aprile 2018, n. 384
ActionAction Delibera 8 maggio 2018, n. 397
ActionAction Delibera 8 maggio 2018, n. 415
ActionAction Delibera 15 maggio 2018, n. 431
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 451
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 464
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 477
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 497
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 499
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 505
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 506
ActionAction Delibera 29 maggio 2018, n. 508
ActionAction Delibera 5 giugno 2018, n. 529
ActionAction Delibera 5 giugno 2018, n. 531
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 552
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 555
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 556
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 562
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 564
ActionAction Delibera 12 giugno 2018, n. 566
ActionAction Delibera 19 giugno 2018, n. 579
ActionAction Delibera 19 giugno 2018, n. 596
ActionAction Delibera 19 giugno 2018, n. 601
ActionAction Delibera 26 giugno 2018, n. 630
ActionAction Delibera 3 luglio 2018, n. 642
ActionAction Delibera 3 luglio 2018, n. 656
ActionAction Delibera 3 luglio 2018, n. 657
ActionAction Delibera 3 luglio 2018, n. 658
ActionAction Delibera 10 luglio 2018, n. 673
ActionAction Delibera 17 luglio 2018, n. 694
ActionAction Delibera 17 luglio 2018, n. 703
ActionAction Delibera 17 luglio 2018, n. 704
ActionAction Delibera 24 luglio 2018, n. 719
ActionAction Delibera 24 luglio 2018, n. 731
ActionAction Delibera 24 luglio 2018, n. 733
ActionAction Delibera 31 luglio 2018, n. 757
ActionAction Delibera 31 luglio 2018, n. 772
ActionAction Delibera 7 agosto 2018, n. 778
ActionAction Delibera 7 agosto 2018, n. 780
ActionAction Delibera 7 agosto 2018, n. 796
ActionAction Delibera 7 agosto 2018, n. 798
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 813
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 833
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 839
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 840
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 849
ActionAction Delibera 28 agosto 2018, n. 853
ActionAction Delibera 4 settembre 2018, n. 874
ActionAction Delibera 4 settembre 2018, n. 876
ActionAction Delibera 4 settembre 2018, n. 883
ActionAction Delibera 11 settembre 2018, n. 902
ActionAction Delibera 11 settembre 2018, n. 905
ActionAction Delibera 11 settembre 2018, n. 911
ActionAction Delibera 18 settembre 2018, n. 922
ActionAction Delibera 18 settembre 2018, n. 939
ActionAction Delibera 18 settembre 2018, n. 942
ActionAction Delibera 18 settembre 2018, n. 949
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 955
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 957
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 961
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 964
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 965
ActionAction Delibera 25 settembre 2018, n. 968
ActionAction Delibera 2 ottobre 2018, n. 978
ActionAction Delibera 2 ottobre 2018, n. 998
ActionAction Delibera 2 ottobre 2018, n. 1005
ActionAction Delibera 9 ottobre 2018, n. 1015
ActionAction Delibera 9 ottobre 2018, n. 1027
ActionAction Delibera 9 ottobre 2018, n. 1031
ActionAction Delibera 16 ottobre 2018, n. 1051
ActionAction Delibera 16 ottobre 2018, n. 1076
ActionAction Delibera 16 ottobre 2018, n. 1077
ActionAction Delibera 23 ottobre 2018, n. 1086
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1098
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1099
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1102
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1104
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1108
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1109
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1120
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1121
ActionAction Delibera 30 ottobre 2018, n. 1122
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1150
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1156
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1158
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1161
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1165
ActionAction Delibera 13 novembre 2018, n. 1168
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1170
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1198
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1199
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1200
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1202
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1206
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1209
ActionAction Delibera 20 novembre 2018, n. 1210
ActionAction Delibera 27 novembre 2018, n. 1211
ActionAction Delibera 27 novembre 2018, n. 1220
ActionAction Delibera 27 novembre 2018, n. 1235
ActionAction Delibera 27 novembre 2018, n. 1249
ActionAction Delibera 4 dicembre 2018, n. 1269
ActionAction Delibera 4 dicembre 2018, n. 1284
ActionAction Delibera 4 dicembre 2018, n. 1285
ActionAction Delibera 4 dicembre 2018, n. 1286
ActionAction Delibera 11 dicembre 2018, n. 1324
ActionAction Delibera 11 dicembre 2018, n. 1339
ActionAction Delibera 11 dicembre 2018, n. 1346
ActionAction Delibera 11 dicembre 2018, n. 1347
ActionAction Delibera 11 dicembre 2018, n. 1350
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1363
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1380
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1381
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1382
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1384
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1385
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1386
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1387
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1400
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1401
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1404
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1405
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1415
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1418
ActionAction Delibera 18 dicembre 2018, n. 1419
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1432
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1434
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1435
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1446
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1449
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1466
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1470
ActionAction Delibera 28 dicembre 2018, n. 1472
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico