In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 7 marzo 2017, n. 229
Titoli richiesti per l’accesso ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica

...omissis...

1. Le disposizioni di cui all’allegato A della presente deliberazione sono approvate. L’allegato costituisce parte integrante della presente deliberazione.

2. La propria deliberazione del 16 maggio 2011, n. 782, è revocata.

3.Gli Intendenti scolastici sono incaricati di raggiungere l’intesa con l’Ordinario Diocesano relativamente ai titoli di cui all’allegato A.

4. Il Presidente della Provincia è autorizzato ad emanare il decreto relativo ai titoli di cui all’allegato A stabiliti di concerto con l’Ordinario diocesano. Il decreto viene pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione.

Allegato A

Titoli per l’accesso ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica

Di concerto con l’Ordinario diocesano sono determinati i titoli richiesti per l’accesso ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica:

Art. 1
Titoli per l’accesso a tempo indeterminato ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica nella scuola primaria

1. Per l’accesso a tempo indeterminato ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica nella scuola primaria è prescritto il possesso di uno dei seguenti titoli:

a) Il titolo accademico di Baccalaureato in teologia dell’indirizzo pedagogico-didattico (Katholische Religionspädagogik), rilasciato dallo Studio Teologico Accademico Bressanone o titoli accademici da altre istituzioni accademiche, indicate nell’elenco che sarà trasmesso dalla Conferenza Episcopale Italiana al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca con riguardo al punto 4.2.3 del DPR n. 175/12 e nelle modalità previste dal punto 2, quarto capoverso, della nota ministeriale del 6.11.2012 (prot. n. 0002989), contenenti discipline d’indirizzo per l’insegnamento delle religione cattolica, o il titolo accademico di Laurea magistrale in scienze religiose ad indirizzo pedagogico-didattico o il Diploma (quinquennale) di Magistero in scienze religiose ad indirizzo pedagogico-didattico, rilasciati da un Istituto superiore di scienze religiose approvato dalla Santa Sede o un titolo estero equivalente, ovvero

b) il diploma di un corso di formazione approvato dall’Intendente scolastico/a competente d’intesa con l’Ordinario diocesano che si orienta alle disposizioni previste dal decreto del Presidente della Repubblica 31 luglio 1996, n. 470, ovvero

c) l’idoneità all’insegnamento conseguita in un concorso per titoli ed esami.

2. In conformità all’articolo 5 della “Intesa tra la Provincia Autonoma di Bolzano e la Diocesi di Bolzano-Bressanone in materia di educazione religiosa nelle scuole dell’infanzia e di insegnamento della Religione cattolica nelle scuole a carattere statale di ogni ordine e grado e nelle scuole professionali della Provincia” i/le docenti di religione cattolica devono essere in possesso dell’idoneità all’insegnamento (Missio canonica) rilasciata dall’Ordinario diocesano. I/le docenti di religione cattolica nella scuola di lingua italiana devono essere in possesso dell’ idoneità permanente all’insegnamento (Missio canonica).

Art. 2
Titoli per l’accesso a tempo indeterminato ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica nella scuola secondaria di primo e secondo grado

1. Per l’accesso a tempo indeterminato ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica nella scuola secondaria è prescritto il possesso di uno dei seguenti titoli:

a) Il titolo accademico di Baccalaureato in teologia dell’indirizzo pedagogico-didattico (Katholische Religionspädagogik), rilasciato dallo Studio Teologico Accademico Bressanone o titoli accademici da altre istituzioni accademiche, indicate nell’elenco che sarà trasmesso dalla Conferenza Episcopale Italiana al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, con riguardo al punto 4.2.3 del DPR n. 175/12 e nelle modalità previste dal punto 2, quarto capoverso, della nota ministeriale del 6.11.2012 (prot. n. 0002989), contenenti discipline d’indirizzo per Insegnamento delle religione cattolica, o il titolo accademico di Laurea magistrale in scienze religiose ad indirizzo pedagogico-didattico o il Diploma (quinquennale) di Magistero in scienze religiose ad indirizzo pedagogico-didattico, rilasciati da un Istituto superiore di scienze religiose approvato dalla Santa Sede o un titolo estero equivalente, e successivamente l’assolvimento di un tirocinio pratico in servizio della durata di un anno scolastico disciplinato dall’articolo 4, ovvero

b) il diploma di un corso di formazione approvato dall’Intendente scolastico/a competente d’intesa con l’Ordinario diocesano che si orienta alle disposizioni previste dal decreto del Presidente della Repubblica 31 luglio 1996, n. 470, ovvero

c) l’abilitazione all’insegnamento conseguita in un concorso per titoli ed esami.

2. In conformità all’articolo 5 della “Intesa tra la Provincia Autonoma di Bolzano e la Diocesi di Bolzano-Bressanone in materia di educazione religiosa nelle scuole dell’infanzia e di insegnamento della Religione cattolica nelle scuole a carattere statale di ogni ordine e grado e nelle scuole professionali della Provincia” i/le docenti di religione cattolica devono essere in possesso dell’idoneità all’insegnamento (Missio canonica) rilasciata dall’Ordinario diocesano. I/le docenti di religione cattolica nella scuola di lingua italiana devono essere in possesso dell’idoneità permanente all’insegnamento (Missio canonica).

Art. 3
Titoli per l’accesso a tempo determinato ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado

1. L’accesso a tempo determinato ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica nella scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado, al corso di formazione di cui all’ articolo 1, comma 1, lettera b) e all’articolo 2, comma 1, lettera b) e al concorso di cui all’articolo 1, comma 1, lettera c), all’articolo 2 comma 1, lettera c) è possibile anche con il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

a) Il titolo accademico (Baccalaureato, Licenza, Dottorato) in teologia o in altre discipline ecclesiastiche, in quanto comprendono la formazione teologica di base, o un titolo di studio estero equivalente, conferito da una Facoltà approvata dalla Santa Sede, ovvero

b) Il titolo accademico di Laurea magistrale in scienze religiose o il diploma (quinquennale) di Magistero in scienze religiose ad indirizzo di specializzazione diverso da quello pedagogico-didattico rilasciato da un Istituto superiore di scienze religiose approvato dalla Santa Sede o un titolo estero equivalente.

2. Per l’accesso a tempo determinato ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica nella scuola primaria, al corso di formazione di cui all’articolo 1, comma 1, lettera b) e al concorso di cui all’articolo 1, comma 1, lettera c) i titoli previsti dal decreto del Presidente della Provincia del 17 giugno 2011, n. 1.562/16.3, se conseguiti entro il 31 agosto 2017, rimangono validi. Rimangono parimenti valide le norme transitorie di cui all’art. 1, commi 2 e 3, del decreto del Presidente della Provincia del 17 giugno 2011 n. 1.562/16.3.

3. Per l’accesso a tempo determinato ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica nella scuola secondaria di primo e secondo grado, al corso di formazione di cui all’articolo 2, comma 1, lettera b) e al concorso di cui all’articolo 2, comma 1, lettera c) i titoli previsti dal decreto del Presidente della Provincia del 17 giugno 2011, n. 1.562/16.3, se conseguiti entro il 31 agosto 2017, rimangono validi.

4. In conformità all’articolo 5 della “Intesa tra la Provincia Autonoma di Bolzano e la Diocesi di Bolzano-Bressanone in materia di educazione religiosa nelle scuole dell’infanzia e di insegnamento della Religione cattolica nelle scuole statali di ogni ordine e grado e nelle scuole professionali della Provincia” i/le docenti di religione cattolica devono essere in possesso dell’idoneità temporanea o permanente all’insegnamento (Missio canonica) rilasciata dall’Ordinario diocesano

Art. 4
Tirocinio pratico per l’accesso a tempo indeterminato ai ruoli provinciali del personale docente di religione cattolica nella scuola secondaria e professionale

1. L’ammissione al tirocinio pratico in servizio previsto dall’articolo 2, comma 1, lettera a) avviene su domanda della persona interessata diretta alla competente Intendenza scolastica.

2. L’ammissione richiede il possesso dei seguenti requisiti:

a) il possesso di un titolo di studio previsto dall’articolo 2, comma 1, lettera a);

b) i requisiti comuni per l’assunzione nel pubblico impiego;

c) l’idoneità temporanea o permanente all’insegnamento rilasciata dall’Ordinario diocesano (Missio canonica).

3. L’assegnazione della sede in cui ha luogo il tirocinio pratico in servizio avviene scorrendo la graduatoria per l’assunzione a tempo determinato del personale docente per l’insegnamento della religione cattolica nella scuola secondaria di primo e secondo grado ed applicando le norme comuni per l’assunzione a tempo determinato del personale docente delle rinnovate graduatorie scolastiche.

4. Il tirocinio pratico in servizio ha la durata di un anno scolastico. Questo requisito può essere maturato anche con più contratti a tempo determinato presso la stessa scuola che si susseguono nello stesso anno scolastico. L’orario di insegnamento settimanale deve prevedere almeno il 30 per cento dell’orario di lavoro intero.

5. Il tirocinio pratico in servizio comprende le seguenti attività che devono essere documentate dettagliatamente:

a) servizio di insegnamento della durata di un anno scolastico presso una scuola secondaria;

b) attività di osservazione reciproca in classe (formazione tra pari) nella misura di 60 ore;

c) l'obbligo di effettuare 50 ore di formazione;

d) stesura di una relazione sul tirocinio, che al termine dello stesso viene discussa con il Comitato per la valutazione del servizio previsto dall’articolo 5 della legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20, sugli organi collegiali. In seguito alla discussione il Comitato per la valutazione esprime un parere motivato al/alla dirigente scolastico/a.

e) Il/La dirigente scolastico/a decide sul successo del tirocinio e rilascia un’apposita certificazione esprimendo i seguenti gradi di giudizio: “superato”, “superato con lode”, nonché “non superato”. In caso di una valutazione negativa il percorso di tirocinio può essere ripetuto per una sola volta.

6. Dopo la conclusione del tirocinio pratico in servizio il/la parteci¬pante presenta l’apposita certificazione di cui al comma 5 allo Studio Teologico Accademico di Bressanone che rilascia un attestato sullo svolgimento con esito positivo del tirocinio pratico. Il/la partecipante consegue in questo modo uno dei presupposti per l’accesso a tempo indeterminato ai ruoli del personale docente di religione cattolica presso le scuole secondarie della Provincia autonoma di Bolzano.

7. Lo svolgimento del tirocinio pratico in servizio non sostituisce l’anno di formazione e di prova prescritti dopo l’assunzione a tempo indeterminato nei ruoli del personale docente di religione cattolica presso le scuole secondarie.

Art. 5
Riconoscimento dei titoli conseguiti all'estero

1. L’Intendente scolastico/a competente riconosce d’intesa con l’Ordinario diocesano l’equivalenza di una qualifica professionale per l’insegnamento della religione cattolica conseguita in uno Stato membro dell’Unione europea con uno dei titoli di cui all’articolo 1, comma 1, lettera a) o all’articolo 2, comma 1, lettera a). L’effetto del riconoscimento è limitato all’accesso ai ruoli provinciali dei docenti di religione cattolica della provincia di Bolzano.

2. Il riconoscimento di cui al comma 1 ha luogo sulla base della direttiva 2005/36 CE, attuata con decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206.

3. L’Intendente scolastico/a competente riconosce d’intesa con l’Ordinario diocesano l’equivalenza di uno dei titoli di studio conseguiti all’estero – ad eccezione dei titoli di studio conclusivi degli studi di istruzione secondaria superiore - con uno dei titoli di cui all’articolo 1, comma 1, lettera a) o all’articolo 2, comma 1, lettera a). L’effetto del riconoscimento è limitato all’ammissione al concorso o all’assunzione quale docente di religione cattolica della provincia di Bolzano.

4. L’Intendente scolastico/a competente e l’Ordinario diocesano istituiscono con un’intesa una commissione per il riconoscimento dei titoli conseguiti all’estero previsto dai commi 1 e 3.

Art. 6
Norme finali e transitorie

1. Queste norme si applicano a decorrere dall’anno scolastico 2017/2018.

2. Le norme previste dall’articolo 3 non si applicano, in via transitoria per gli anni scolastici 2017/18, 2018/19 e 2019/20, ai docenti già inseriti nelle graduatorie d’istituto nelle scuole di lingua italiana vigenti per l’anno scolastico 2016/17.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 10
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 19
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 20
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 21
ActionAction Delibera 17 gennaio 2017, n. 32
ActionAction Delibera 17 gennaio 2017, n. 52
ActionAction Delibera 24 gennaio 2017, n. 56
ActionAction Delibera 24 gennaio 2017, n. 71
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 111
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 113
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 120
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 123
ActionAction Delibera 14 febbraio 2017, n. 166
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 199
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 209
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 212
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 213
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 229
ActionActionAllegato A
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 240
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 248
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 254
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 256
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 257
ActionAction Delibera 14 marzo 2017, n. 258
ActionAction Delibera 14 marzo 2017, n. 286
ActionAction Delibera 21 marzo 2017, n. 287
ActionAction Delibera 28 marzo 2017, n. 346
ActionAction Delibera 28 marzo 2017, n. 350
ActionAction Delibera 4 aprile 2017, n. 389
ActionAction Delibera 4 aprile 2017, n. 390
ActionAction Delibera 11 aprile 2017, n. 398
ActionAction Delibera 11 aprile 2017, n. 430
ActionAction Delibera 11 aprile 2017, n. 433
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 447
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 454
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 456
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 457
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 470
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 478
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 481
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 483
ActionAction Delibera 9 maggio 2017, n. 509
ActionAction Delibera 9 maggio 2017, n. 505
ActionAction Delibera 9 maggio 2017, n. 506
ActionAction Delibera 16 maggio 2017, n. 520
ActionAction Delibera 30 maggio 2017, n. 575
ActionAction Delibera 30 maggio 2017, n. 601
ActionAction Delibera 30 maggio 2017, n. 607
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 612
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 614
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 637
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 646
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 648
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 655
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 659
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 684
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 688
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 689
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 692
ActionAction Delibera 27 giugno 2017, n. 695
ActionAction Delibera 4 luglio 2017, n. 742
ActionAction Delibera 18 luglio 2017, n. 794
ActionAction Delibera 18 luglio 2017, n. 795
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 808
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 813
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 815
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 816
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 822
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 823
ActionAction Delibera 8 agosto 2017, n. 848
ActionAction Delibera 8 agosto 2017, n. 874
ActionAction Delibera 8 agosto 2017, n. 860
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 884
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 903
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 908
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 909
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 928
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 929
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 943
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 950
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 952
ActionAction Delibera 5 settembre 2017, n. 967
ActionAction Delibera 19 settembre 2017, n. 1003
ActionAction Delibera 19 settembre 2017, n. 1005
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1008
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1033
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1034
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1036
ActionAction Delibera 3 ottobre 2017, n. 1054
ActionAction Delibera 3 ottobre 2017, n. 1060
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1068
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1080
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1092
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1096
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1118
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1119
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1121
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1122
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1123
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1168
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1179
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1180
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1181
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1184
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1229
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1231
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1246
ActionAction Delibera 21 novembre 2017, n. 1279
ActionAction Delibera 28 novembre 2017, n. 1313
ActionAction Delibera 28 novembre 2017, n. 1315
ActionAction Delibera 28 novembre 2017, n. 1322
ActionAction Delibera 5 dicembre 2017, n. 1343
ActionAction Delibera 5 dicembre 2017, n. 1344
ActionAction Delibera 5 dicembre 2017, n. 1345
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1366
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1382
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1387
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1388
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1390
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1393
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1395
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1401
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1405
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1407
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1412
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1413
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1415
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1421
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1422
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1434
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1435
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1441
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1448
ActionAction Delibera 28 dicembre 2017, n. 1480
ActionAction Delibera 28 dicembre 2017, n. 1497
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico