In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

a) Decreto del Presidente della Provincia 27 gennaio 2017, n. 11)
Regolamento di esecuzione in materia di locali e luoghi di pubblico spettacolo e trattenimento

Visualizza documento intero

1. Il servizio di vigilanza antincendio è finalizzato al completamento delle misure di sicurezza, peculiari dell'attività di prevenzione incendi, a prevenire situazioni di rischio e ad assicurare l'immediato intervento con persone e mezzi tecnici dei vigili del fuoco nel caso si verifichi l'evento dannoso.

2. L'entità del servizio di vigilanza viene stabilito dal tecnico su proposta dei vigili del fuoco competenti per territorio. Le relative prescrizioni sono comunicate ai vigili del fuoco e agli interessati.

3. In ogni caso l'entità minima dei servizi non potrà essere inferiore a quanto di seguito previsto:

  1. strutture tenda con capienza superiore a 500 posti: 2 unità fino a 1.000 posti, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 500 posti o frazione;
  2. teatri al chiuso con capienza superiore a 500 posti e teatri all'aperto con capienza superiore a 2.000 posti:
    1. area platea: 1 unità fino a 1.000 posti, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 500 posti o frazione;
    2. area scena: 1 unità con palcoscenico fino a 200 mq; 2 unità con palcoscenico oltre 200 mq e/o con palcoscenico dotato di impianti e attrezzature a tecnologia complessa;
    3. galleria: 1 unità per ogni galleria;
    4. palchi: 1 unità ogni 3 ordini di palchi;
  3. sale pubbliche di audizione in cui si tengono conferenze, concerti e simili con capienza superiore a 1.000 posti: 2 unità fino a 2.000 posti, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 1.000 posti o frazione;
  4. impianti sportivi all'aperto con capienza superiore a 10.000 posti, anche quando gli stessi vengono occasionalmente utilizzati per manifestazioni diverse da quelle sportive: 4 unità fino a 15.000 posti, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 4.000 posti o frazione;
  5. impianti sportivi al chiuso con capienza superiore a 4.000 posti, anche quando gli stessi occasionalmente vengono utilizzati per manifestazioni diverse da quelle sportive: 4 unità fino a 5.000 posti, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 1.500 posti o frazione;
  6. edifici e locali posti al chiuso, ove si svolgono anche occasionalmente mostre o esposizioni, con superficie lorda superiore a 2.000 mq: 2 unità fino a 4.000 mq, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 2.000 mq;
  7. fiere e quartieri fieristici con superficie lorda superiore a 4.000 mq, se al chiuso, e a 10.000 mq, se all'aperto: 4 unità fino a 20.000 mq di area espositiva utilizzata, comprensiva degli spazi all'aperto, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 10.000 mq;
  8. locali ove si svolgono trattenimenti danzanti con capienza superiore a 1.500 persone: 2 unità fino a una capienza di 2.000 persone, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 1.000 persone o frazione;
  9. luoghi e aree all'aperto, pubblici o aperti al pubblico, ove occasionalmente si presentano spettacoli o trattenimenti con afflusso di oltre 10.000 persone: 4 unità fino a 15.000 persone, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 4.000 persone.

4. Nel caso in cui il tecnico ritenga necessario disporre l'impiego di automezzi antincendio, il servizio dovrà essere potenziato con una unità di personale per ogni automezzo.

5. Sul posto deve essere messa a disposizione dei vigili del fuoco la documentazione da cui risultino la capienza autorizzata, l’eventuale necessità di incrementare le unità di servizio di vigilanza nonché le eventuali prescrizioni o limitazioni impartite dall’autorità concedente l’autorizzazione per lo svolgimento dello spettacolo o del trattenimento. Inoltre dovrà essere messa a disposizione la planimetria generale dell'attività, in cui sia riportata l'ubicazione di:

  1. mezzi antincendio fissi e mobili;
  2. sistemi di vie di esodo, come corridoi, scale, uscite all'esterno;
  3. luci di sicurezza;
  4. quadro elettrico generale;
  5. locali di pertinenza, con indicazione della relativa destinazione d'uso.

6. Prima dell'inizio della manifestazione i vigili del fuoco di servizio ispezionano il locale o luogo e controllano l'efficienza degli impianti e dei mezzi di protezione antincendio, nonché la funzionalità delle vie di esodo. Laddove venissero riscontrate inosservanze alle prescrizioni della normativa vigente e a quelle di esercizio imposte dal tecnico, che non fosse possibile eliminare prima dell'inizio della manifestazione, il responsabile del servizio di vigilanza le porta a conoscenza dell'autorità di pubblica sicurezza per l'eventuale adozione dei provvedimenti di competenza.

7. Durante lo svolgimento della manifestazione, i vigili del fuoco incaricati del servizio faranno osservare le prescrizioni di esercizio finalizzate alla sicurezza antincendi.

8. Al termine della manifestazione, i vigili del fuoco incaricati del servizio sostano nel luogo dell'attività per il tempo necessario allo sfollamento del pubblico, ispezionando quindi il locale, il luogo e le aree di pertinenza al fine di accertare che non siano intervenute alterazioni delle condizioni di sicurezza preesistenti.

9. Prima di lasciare il locale o luogo della manifestazione, il responsabile del servizio redige un rapporto relativo ai controlli effettuati e lo porta a conoscenza del gestore.

1)
Pubblicato nel supplemento n. 4 al B.U. 31 gennaio 2017, n. 5.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionA
ActionActionB
ActionActiona) Decreto del Presidente della Provincia 27 gennaio 2017, n. 1
ActionActionDISPOSIZIONI PRELIMINARI
ActionActionNORME GENERALI PER LA COSTRUZIONE DEI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO E TRATTENIMENTO
ActionActionDISPOSIZIONI PARTICOLARI PER LA SALA
ActionActionDISPOSIZIONI PARTICOLARI PER LA SCENA
ActionActionDISPOSIZIONI PARTICOLARI PER LE CABINE CINEMATOGRAFICHE
ActionActionNORME IGIENICHE E IMPIANTI TECNICI DELLE STRUTTURE FISSE
ActionActionDISPOSIZIONI PARTICOLARI PER IMPIANTI SPORTIVI E PISCINE
ActionActionDISPOSIZIONI PARTICOLARI PER LUOGHI DI PUBBLICO SPETTACOLO E TRATTENIMENTO
ActionActionNORME D'ESERCIZIO
ActionActionSERVIZIO ANTINCENDIO E SERVIZIO DI SORVEGLIANZA
ActionActionDISPOSIZIONI FINALI
ActionActionNorme di sicurezza per l'agibilità di piste e strade sedi di competizioni velocistiche per auto e motoveicoli
ActionActionServizio di vigilanza antincendio dei vigili del fuoco
ActionActionTabella di calcolo del livello di rischio
ActionActionC
ActionActionD
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico