In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 10 gennaio 2017, n. 10
Disposizioni relative all'anno di formazione e di prova del personale docente delle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado nella Provincia di Bolzano

...omissis...

1. Sono approvate le disposizioni di cui all’allegate A relative al periodo di formazione e di prova del personale docente delle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado nella Provincia di Bolzano. L’allegato A costituisce parte integrante della presente deliberazione.

2. La presente deliberazione si applica a partire dall’anno scolastico 2016/17.

3. La presente deliberazione è pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige.

Allegato A

Disposizioni relative all’anno di formazione e di prova del personale docente delle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado nella Provincia di Bolzano

Art. 1
Obiettivi

1. La presente deliberazione stabilisce gli obiettivi, i criteri e le modalità per la valutazione e le attività di formazione obbligatorie del personale docente in periodo di formazione e prova.

2. Il periodo di formazione e di prova verifica la qualità dell’attività didattica e sviluppa le competenze professionali del docente.

3. Le attività di formazione contribuiscono a consolidare la professionalità degli insegnanti e in particolare a promuovere la loro capacità di riflessione.

Art. 2
Personale docente tenuto a effettuare il periodo di formazione e di prova

1. Sono tenuti ad effettuare il periodo di formazione e di prova:

a. i docenti che si trovano al primo anno di servizio con incarico a tempo indeterminato;

b. i docenti che hanno ottenuto la proroga del periodo di formazione e di prova;

c. i docenti che hanno ottenuto il passaggio di ruolo;

d. i docenti che hanno ottenuto la riammissione in servizio.

Art. 3
Requisiti per la validità e il superamento del periodo di formazione e di prova

1. La validità del periodo di formazione e di prova è subordinata allo svolgimento del servizio effettivamente prestato per almeno 180 giorni nel corso dell’anno scolastico, di cui almeno 120 giorni di attività didattiche.

2. Per il superamento del periodo di formazione e di prova:

a. devono essere soddisfatti i requisiti di servizio di cui al comma 1;

b. il docente è tenuto a frequentare attività di formazione nella misura di 50 ore;

c. il docente collabora con un tutor individuato dal dirigente scolastico;

d. il docente gestisce un portfolio dello sviluppo professionale;

e. il periodo di formazione e di prova del docente deve essere valutato positivamente dal dirigente scolastico.

Art. 4
Servizio computabile

1. Nei 180 giorni di servizio effettivamente prestato sono computabili tutte le attività connesse alla professione docente. Sono incluse anche le domeniche, i giorni festivi, i periodi di interruzione e di sospensione delle lezioni per pubblico interesse o per causa di forza maggiore, l’attività nelle commissioni d’esame e la partecipazione alle sedute di scrutinio, nonché tutti gli altri obblighi di servizio. Non rientrano nel servizio tutti i giorni di assenza dalla scuola (ad es. malattia, congedi ordinari e straordinari, aspettative e permessi). E’ computabile inoltre il primo mese dell’astensione obbligatoria dal lavoro per maternità.

2. Nei 120 giorni di attività didattica sono compresi tutti i giorni di effettivo insegnamento, nonché tutti i giorni in cui il docente è presente a scuola per l’adempimento degli obblighi di servizio.

3. Per gli insegnanti che prestano servizio parttime i 120 giorni di attività didattica sono ridotti in proporzione all’obbligo di servizio.

Art. 5
Criteri di valutazione del servizio

1. Nel periodo di formazione e di prova vengono verificate la qualità del lavoro svolto e le competenze professionali del personale docente con particolare riguardo a:

a. la preparazione, l’organizzazione e la verifica dell’attività didattica;

b. l’attività di supporto agli alunni nel processo d’apprendimento;

c. l’osservazione e la valutazione del rendimento degli alunni;

d. la partecipazione attiva alla vita della scuola attraverso la collaborazione in ambiti, che vanno oltre il proprio insegnamento;

e. la cooperazione e l’organizzazione;

f. lo sviluppo professionale personale.

2. Il portfolio dello sviluppo professionale e le attività formative, inclusa l’attività di osservazione reciproca in classe (formazione tra pari), sono oggetto fondamentale della valutazione del servizio nel periodo di formazione e prova.

Art. 6
Portfolio dello sviluppo professionale

1. Nel periodo di formazione e di prova i docenti curano un portfolio dello sviluppo professionale. Il portfolio favorisce un percorso di riflessione durante il periodo di formazione e di prova e documenta lo sviluppo in itinere delle competenze professionali. Il portfolio è inoltre uno strumento per orientare il lavoro ad obiettivi di qualità personali o predefiniti.

2. Forma e contenuti del portfolio sono definiti con circolare dell’Intendente scolastico competente.

Art. 7
Obbligo di formazione

1. Il personale docente, compreso il personale parttime, nel periodo di formazione e di prova deve frequentare le attività di formazione nella misura di 50 ore. Nella scelta dei corsi di aggiornamento, il personale docente tiene conto della propria biografia professionale.

2. Le 50 ore di obbligo formativo, ai sensi del comma 1, sono comprensive delle 12 ore di osservazioni reciproche in classe (formazione tra pari). Il personale docente è tenuto a progettare, svolgere e valutare tali osservazioni.

3. Le modalità e i tempi dell’attività di formazione, di cui al comma 1, sono definite annualmente, all’inizio dell’anno scolastico, con circolare dell’Intendente scolastico competente.

4. Il personale docente concorda con il dirigente scolastico, all’inizio del periodo di formazione e di prova, il piano di formazione e l’attività di osservazione reciproca in classe (formazione tra pari).

5. Agli insegnanti che hanno assolto il corso di formazione per il periodo d’inserimento professionale, ai sensi dell’art. 12 quinquies della Legge provinciale 12 dicembre 1996 , n. 24 nel testo vigente, è riconosciuto un credito di 38 ore. Ciò non riguarda l’obbligo concernente le osservazioni reciproche in classe (formazione tra pari) di cui al comma 2.

Art. 8
Docente tutor

1. All’inizio di ogni anno scolastico il dirigente scolastico, sentito il parere del collegio dei docenti, assegna a ogni docente in periodo di formazione e di prova un docente tutor. Un docente tutor segue di regola non più di tre docenti neo-assunti..

2. Il docente tutor appartiene al medesimo posto o alla medesima classe di concorso, a classe di concorso affine o all’ambito disciplinare dei docenti a lui affidati. In casi motivati il docente tutor può appartenere anche ad altre classi di concorso.

3. Il possesso di una formazione specializzata quale tutor costituisce titolo prioritario ai fini dell’attribuzione dell’incarico da parte del dirigente scolastico.

4. Il docente tutor segue gli insegnanti nella programmazione, nella realizzazione e valutazione dell’insegnamento e fornisce loro consulenza nell’ambito di altre attività scolastiche.

5. Al termine del periodo di formazione e di prova il docente tutor presenta al Comitato per la valutazione del servizio una relazione scritta sui punti di forza del personale docente e sugli eventuali elementi di criticità emersi.

6. La prestazione aggiuntiva del/della tutor è retribuita ai sensi delle regolamentazioni interne della scuola.

Art. 9
Procedura per la valutazione del periodo di formazione e di prova

1. Prima o immediatamente dopo la fine dell’attività didattica, in ogni caso entro il termine di cui all’articolo 10, comma 3, il dirigente scolastico convoca il Comitato per la valutazione del servizio che esprime un parere sul superamento del periodo di formazione e di prova del docente neo-assunto.

2. Ai fini di cui al comma 1, il docente sostiene un colloquio innanzi al Comitato per la valutazione del servizio. Il colloquio prende avvio dalla presentazione delle attività di insegnamento e formazione e della relativa documentazione contenuta nel portfolio dello sviluppo professionale.

3. Almeno una settimana prima del colloquio di valutazione, il docente consegna il portfolio al dirigente scolastico che lo trasmette ai componenti del Comitato per la valutazione del servizio, perché ne prendano visione.

4. Al termine del colloquio di valutazione il Comitato per la valutazione del servizio esprime un parere sul superamento del periodo di formazione e di prova del docente sulla base del portfolio dello sviluppo professionale di cui all’articolo 3, lettera d), della relazione del docente tutor ai sensi dell’articolo 8 comma 5, della relazione della del dirigente scolastico ai sensi dell’articolo 11, comma 1, lettera d) e delle proprie osservazioni.

5. Il parere del Comitato per la valutazione del servizio non è vincolante per il dirigente scolastico.

Art. 10
Valutazione del periodo di formazione e di prova

1. Il dirigente scolastico valuta il periodo di formazione e di prova del personale docente relativamente alle competenze professionali rilevate negli ambiti di attività di cui all’articolo 5. Base della valutazione sono le osservazioni del dirigente scolastico e il parere del Comitato per la valutazione del servizio di cui all’articolo 9.

2. Il dirigente scolastico comunica tempestivamente al docente il risultato della valutazione.

3. Il dirigente scolastico trasmette all’Intendenza scolastica competente entro il 15 luglio del rispettivo anno scolastico:

a. la comunicazione riguardante l’esito positivo della valutazione del periodo di formazione e di prova o

b. il provvedimento di proroga del periodo di formazione e di prova, nel caso in cui il servizio non sia stato prestato come previsto dall’articolo 3, comma 1;

c. il provvedimento di ripetizione dell’anno di formazione e prova.

4. In caso di una prima valutazione negativa il dirigente scolastico/la dirigente scolastica dispone la ripetizione del periodo di formazione e di prova salvo quanto previsto al successivo comma 6. Il provvedimento indica le debolezze professionali accertate e descrive le necessarie misure d’assistenza e supporto formativo. Se il periodo di formazione e di prova è svolto una seconda volta, è necessario ricorrere all’accertamento dell’idoneità del docente da parte di un ispettore per acquisire ulteriori elementi. La relazione dell’ispettore entra a far parte della documentazione presa in considerazione dal dirigente scolastico.

5. Nel caso in cui il dirigente scolastico accerti gravi carenze in ambito disciplinare, metodologico-didattico sociale o comunicativo, può proporre all’intendente scolastico competente di precludere al docente la ripetizione del periodo di formazione e di prova con un provvedimento motivato.

6. In caso di una seconda valutazione negativa il rapporto di lavoro è risolto dal dirigente scolastico.

Art. 11
Compiti del dirigente scolastico

1. Nell’ambito del periodo di formazione e di prova il dirigente scolastico assume in particolare i seguenti compiti:

a. informa i docenti neo-assunti all’inizio dell’anno scolastico delle modalità per lo svolgimento del periodo di formazione e di prova;

b. assegna ad ogni docente un docente tutor;

c. conduce colloqui con il personale docente, concorda con loro le priorità di sviluppo individuali e il piano di formazione e dell’osservazione reciproca in classe (formazione tra pari);

d. assiste alle lezioni del personale docente fornendone un feedback e redige una relazione finale da presentare al Comitato per la valutazione del servizio;

e. convoca il Comitato per la valutazione del servizio e procede alla valutazione del periodo di formazione e di prova con riguardo agli elementi previsti.

Art. 12
Disposizioni transitorie

1. Gli insegnanti, che hanno ottenuto in data 1o settembre 2016 o prima di questa data un passaggio di cui all’articolo 2 lettera c) e che effettuano nell’anno scolastico 2016/2017 l’anno di formazione e prova, sono esonerati dall’obbligo di formazione e di tenere il portfolio dello sviluppo professionale.

2. Il personale docente che ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento in uno Stato membro dell’Unione europea e ottenuto il riconoscimento della medesima in base alle relative direttive europee in Italia ed è stato assunto con contratto a tempo indeterminato il 1° settembre 2016 o prima di questa data e che effettua nell’anno scolastico 2016/2017 l’anno di formazione e prova è esonerato dall’obbligo di formazione e di tenere il portfolio della crescita professionale.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 10
ActionActionAllegato A
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 19
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 20
ActionAction Delibera 10 gennaio 2017, n. 21
ActionAction Delibera 17 gennaio 2017, n. 32
ActionAction Delibera 17 gennaio 2017, n. 52
ActionAction Delibera 24 gennaio 2017, n. 56
ActionAction Delibera 24 gennaio 2017, n. 71
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 111
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 113
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 120
ActionAction Delibera 31 gennaio 2017, n. 123
ActionAction Delibera 14 febbraio 2017, n. 166
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 199
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 209
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 212
ActionAction Delibera 21 febbraio 2017, n. 213
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 229
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 240
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 248
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 254
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 256
ActionAction Delibera 7 marzo 2017, n. 257
ActionAction Delibera 14 marzo 2017, n. 258
ActionAction Delibera 14 marzo 2017, n. 286
ActionAction Delibera 21 marzo 2017, n. 287
ActionAction Delibera 28 marzo 2017, n. 346
ActionAction Delibera 28 marzo 2017, n. 350
ActionAction Delibera 4 aprile 2017, n. 389
ActionAction Delibera 4 aprile 2017, n. 390
ActionAction Delibera 11 aprile 2017, n. 398
ActionAction Delibera 11 aprile 2017, n. 430
ActionAction Delibera 11 aprile 2017, n. 433
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 447
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 454
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 456
ActionAction Delibera 18 aprile 2017, n. 457
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 470
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 478
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 481
ActionAction Delibera 2 maggio 2017, n. 483
ActionAction Delibera 9 maggio 2017, n. 509
ActionAction Delibera 9 maggio 2017, n. 505
ActionAction Delibera 9 maggio 2017, n. 506
ActionAction Delibera 16 maggio 2017, n. 520
ActionAction Delibera 30 maggio 2017, n. 575
ActionAction Delibera 30 maggio 2017, n. 601
ActionAction Delibera 30 maggio 2017, n. 607
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 612
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 614
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 637
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 646
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 648
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 655
ActionAction Delibera 13 giugno 2017, n. 659
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 684
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 688
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 689
ActionAction Delibera 20 giugno 2017, n. 692
ActionAction Delibera 27 giugno 2017, n. 695
ActionAction Delibera 4 luglio 2017, n. 742
ActionAction Delibera 18 luglio 2017, n. 794
ActionAction Delibera 18 luglio 2017, n. 795
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 808
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 813
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 815
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 816
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 822
ActionAction Delibera 25 luglio 2017, n. 823
ActionAction Delibera 8 agosto 2017, n. 848
ActionAction Delibera 8 agosto 2017, n. 874
ActionAction Delibera 8 agosto 2017, n. 860
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 884
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 903
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 908
ActionAction Delibera 22 agosto 2017, n. 909
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 928
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 929
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 943
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 950
ActionAction Delibera 29 agosto 2017, n. 952
ActionAction Delibera 5 settembre 2017, n. 967
ActionAction Delibera 19 settembre 2017, n. 1003
ActionAction Delibera 19 settembre 2017, n. 1005
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1008
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1033
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1034
ActionAction Delibera 26 settembre 2017, n. 1036
ActionAction Delibera 3 ottobre 2017, n. 1054
ActionAction Delibera 3 ottobre 2017, n. 1060
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1068
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1080
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1092
ActionAction Delibera 10 ottobre 2017, n. 1096
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1118
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1119
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1121
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1122
ActionAction Delibera 17 ottobre 2017, n. 1123
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1168
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1179
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1180
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1181
ActionAction Delibera 31 ottobre 2017, n. 1184
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1229
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1231
ActionAction Delibera 14 novembre 2017, n. 1246
ActionAction Delibera 21 novembre 2017, n. 1279
ActionAction Delibera 28 novembre 2017, n. 1313
ActionAction Delibera 28 novembre 2017, n. 1315
ActionAction Delibera 28 novembre 2017, n. 1322
ActionAction Delibera 5 dicembre 2017, n. 1343
ActionAction Delibera 5 dicembre 2017, n. 1344
ActionAction Delibera 5 dicembre 2017, n. 1345
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1366
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1382
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1387
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1388
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1390
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1393
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1395
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1401
ActionAction Delibera 12 dicembre 2017, n. 1405
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1407
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1412
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1413
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1415
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1421
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1422
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1434
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1435
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1441
ActionAction Delibera 19 dicembre 2017, n. 1448
ActionAction Delibera 28 dicembre 2017, n. 1480
ActionAction Delibera 28 dicembre 2017, n. 1497
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico