In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

s) Legge provinciale 19 maggio 2015, n. 61)
Ordinamento del personale della Provincia

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel supplemento n. 4 del B.U. 26 maggio 2015, n. 21.

Art. 9 (Accesso all’impiego)                  delibera sentenza

(1)  L'accesso all'impiego avviene:

  1. per concorso pubblico per esami, per titoli ed esami, per corso-concorso o per selezione mediante svolgimento di prove volte all'accertamento della professionalità richiesta o per test attitudinali;
  2. dalla prima alla quinta qualifica funzionale anche sulla base di prove selettive, seguendo un’apposita graduatoria aggiornata periodicamente e formata sulla base di una valutazione di soli titoli, che possono tenere conto anche di criteri di carattere sociale;
  3. per il personale docente ed equiparato delle scuole provinciali, per concorso pubblico, anche con prove pratiche in aula; le candidate e i candidati sono invitati alle prove concorsuali in base ai rispettivi bandi e nel rispetto di una graduatoria pubblica per titoli; 20)
  4. sulla base delle disposizioni relative alle categorie protette;
  5. mediante apprendistato.

(2)  Nella determinazione del numero dei posti da mettere a concorso si può tenere conto, oltre che dei posti disponibili alla data del bando, anche di quelli che possono rendersi vacanti entro l'anno successivo alla data del bando medesimo. Le nomine per la copertura di posti eccedenti quelli disponibili alla data del bando sono conferite al verificarsi delle singole vacanze o anche con un anticipo fino a tre mesi, qualora vi sia l'esigenza di garantire la regolare continuità del servizio.

(3)  Con regolamento di esecuzione sono disciplinati:

  1. il numero, il tipo e le modalità di svolgimento degli esami; la possibilità di introdurre la conoscenza dell’inglese o di altre lingue oltre al tedesco e all’italiano nelle prove dei concorsi a partire dai profili per l’accesso ai quali è previsto il diploma di scuola secondaria di secondo grado; 21)
  2. la previsione di un periodo lavorativo soggetto a valutazione tra l’esame di ammissione e la prova finale del concorso;
  3. i criteri generali per la valutazione dei titoli; l’eventuale valutazione in sede concorsuale di ulteriori titoli, compresi i titoli post laurea, se giustificati dalle esigenze dell’Amministrazione; l’eventuale valutazione del possesso, da parte dei candidati e delle candidate, delle competenze relazionali e comportamentali necessarie per lo svolgimento dei compiti istituzionali, da accertarsi anche, ma non esclusivamente, con il supporto di professionalità specializzate; 22)
  4. la composizione ed il funzionamento delle commissioni esaminatrici, fatti salvi la presenza di entrambi i generi, il rispetto della rappresentanza proporzionale dei gruppi linguistici, la presenza di commissari e commissarie del gruppo linguistico ladino, in caso di posti messi a concorso per il solo gruppo linguistico ladino, e la possibilità per tale gruppo di essere rappresentato nelle relative commissioni negli altri casi; in questi ultimi casi il gruppo linguistico maggioritario nell’ambito territoriale dell’ente cede un posto in commissione a favore del gruppo linguistico ladino;
  5. l’assunzione di persone appartenenti alle categorie protette nel rispetto dei principi stabiliti dalla normativa statale;
  6. le modalità di accesso all’impiego per gli aspiranti in possesso di titoli di studio o di formazione professionale conseguiti in uno Stato membro dell’Unione Europea o ad esso equiparato o anche in uno Stato non appartenente all’Unione Europea, ed equiparabili ai corrispondenti titoli di accesso previsti per i singoli profili professionali;
  7. le modalità e i criteri della riammissione in servizio;
  8. l’assunzione di personale a tempo determinato e i relativi limiti, nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento giuridico; 23)
  9. le modalità di accesso e svolgimento dell’apprendistato o di un periodo di formazione o di pratica professionale,
  10. l’inserimento di disposizioni di coordinamento delle fonti normative esistenti sulla mobilità tra gli enti e sulla disciplina del trattamento giuridico ed economico del personale che passa da un’amministrazione ad un’altra; 24)
  11. la graduale eliminazione delle graduatorie per assunzioni a tempo determinato per soli titoli, ove non indispensabili, e l’abolizione delle graduatorie per titoli per trasferimenti di personale tra comuni; 25)
  12. le limitazioni e i divieti di accesso all’impiego provinciale, tra cui anche quelli per motivi disciplinari, per valutazione negativa del periodo di prova, per presentazione di documenti falsi, per condanne penali, per mancata accettazione o recesso da incarichi, per mancata partecipazione o mancato superamento di procedure concorsuali; le limitazioni e i divieti possono essere anche pluriennali o permanenti. 26)

(3/bis) Le prove orali, scritte e pratiche dei concorsi pubblici per l’assunzione di personale possono svolgersi anche a distanza mediante opportune soluzioni tecniche. 27)

(3/ter) Al fine di garantire maggiore flessibilità di adeguamento alle esigenze di organizzazione del lavoro, è possibile utilizzare le graduatorie degli idonei dei concorsi anche per la copertura di posti istituiti o trasformati successivamente all’indizione delle procedure concorsuali. Le relative richieste sono motivate dai/dalle dirigenti delle ripartizioni interessate, con riferimento alle previsioni del piano triennale del fabbisogno di personale o a situazioni oggettive legate alla funzionalità dei servizi. 28)

(4)  Nell’ambito delle scuole, dei servizi sociali e dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige la proroga di contratti di lavoro a tempo determinato oltre i limiti previsti dall’ordinamento giuridico, è consentita transitoriamente al solo fine di garantire la copertura dei servizi. 29)

(5)  Il rapporto di lavoro con orario inferiore a quello a tempo pieno è considerato rapporto di lavoro a tempo parziale a tutti gli effetti.

(5/bis)  La disciplina di cui al comma 5 si applica uniformemente a tutti i rapporti di lavoro del personale di cui all’articolo 1 precedenti all’entrata in vigore della presente legge, fermi restando i provvedimenti già adottati. 30)

(6)  L’assunzione del personale dirigenziale è disciplinata con separato provvedimento di legge.

(7)  Ai sensi dell’articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 19 ottobre 1977, n. 846, l’attestato di bilinguismo non costituisce, in riferimento ai seguenti profili professionali, requisito di accesso per l’assunzione all’impiego provinciale, fatte salve le disposizioni particolari per il personale di lingua ladina e per l’insegnamento della seconda lingua:

  1. personale pedagogico delle scuole dell’infanzia;
  2. personale docente delle scuole provinciali della formazione professionale e delle scuole provinciali di musica;
  3. collaboratori e collaboratrici all’integrazione. 31)

(8)  Nelle graduatorie per l’assunzione del personale, l’attestato di bilinguismo costituisce tuttavia, per i profili professionali di cui al comma 7, titolo di precedenza oppure è rilevante ai fini dell’attribuzione del punteggio. 32)

(9)  Ai fini della realizzazione del principio dell’insegnamento nella madrelingua, per i profili professionali di cui al comma 7, è richiesta inoltre la documentazione o la dichiarazione attestante che la lingua di insegnamento della scuola superiore di secondo grado frequentata oppure del livello di formazione immediatamente inferiore corrisponda alla lingua alla quale si riferisce la rispettiva graduatoria per l’assunzione del personale. In caso contrario, il personale interessato deve superare un apposito esame di lingua, le cui modalità sono stabilite dalla Giunta provinciale. L’attestato di bilinguismo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, e successive modifiche, non sostituisce tale esame di lingua. Sono fatte salve le disposizioni particolari per il personale di lingua ladina e per l’insegnamento della seconda lingua. 33)

(10)  È necessario sostenere l’esame di lingua di cui al comma 9 anche nel caso in cui la madrelingua dichiarata dal personale non corrisponda a nessuna delle lingue alle quali si riferiscono le graduatorie per l’assunzione del personale. 34)

massimeDelibera 22 febbraio 2022, n. 120 - Misure per l’assunzione a tempo indeterminato del personale docente delle scuole professionali – Apertura / aggiornamento di requisiti di accesso per alcune materie per insegnanti
massimeDelibera 29 giugno 2021, n. 554 - Procedure concorsuali per il conseguimento dell’idoneità del personale d'integrazione provinciale
massimeDelibera 2 marzo 2021, n. 186 - Assunzione a tempo determinato degli insegnanti delle scuole professionali e di musica, dei “collaboratori e delle collaboratrici all’integrazione” comprese educatrici ed educatori professionali – rinvio scadenza dal 28.02.2021 al 31.03.2021
massimeDelibera 12 febbraio 2019, n. 70 - Misure di potenziamento per le assunzioni a tempo indeterminato del personale insegnante della formazione professionale - Apertura / adeguamento requisiti di accesso per insegnanti (modificata con delibera n. 120 del 22.02.2022)
massimeDelibera 28 dicembre 2018, n. 1470 - Esame di lingua per il personale provinciale docente e per il personale equiparato (modificata con delibera n. 240 del 16.03.2021)
massimeDelibera 16 febbraio 2018, n. 143 - Misure di potenziamento dell'assunzione a tempo indeterminato del personale insegnante della formazione professionale e di musica - Variazioni procedurali
massimeDelibera 3 febbraio 2015, n. 130 - Integrazione della disciplina sull’assunzione a tempo determinato del personale docente nelle scuole di formazione professionale della Provincia (modificata con delibera n. 1366 del 06.12.2016, delibera n. 143 del 16.02.2018, delibera n. 184 del 17.03.2020 e delibera n. 120 del 22.02.2022)
massimeDelibera 29 luglio 2014, n. 938 - Approvazione del Piano pluriennale per la trasparenza 2014 - 2016 e del "Codice di comportamento del personale e dei dirigenti della Provincia"
massimeDelibera 11 marzo 2014, n. 286 - Nuova disciplina sull'assunzione a tempo determinato del personale insegnante delle scuole di musica della Provincia (modificata con delibera n. 130 del 03.02.2015, delibera n. 1366 del 06.12.2016, delibera n. 143 del 16.02.2018, delibera n. 36 del 29.01.2019 e delibera n. 184 del 17.03.2020)
20)
La lettera c) dell'art. 9, comma 1, è stata così sostituita dall'art. 14, comma 1, della L.P. 25 settembre 2015, n. 11.
21)
La lettera a) dell'art. 9, comma 3, è stata così sostituita dall'art. 3, comma 5, della L.P. 11 luglio 2018, n. 10.
22)
La lettera c) dell'art. 9, comma 3, è stata così sostituita dall'art. 3, comma 6, della L.P. 11 luglio 2018, n. 10.
23)
La lettera h) dell'art. 9, comma 3, è stata prima sostituita dall'art. 2, comma 1, della L.P. 7 agosto 2017, n. 12, e successivamente così modificata dall'art. 2, comma 1, della L.P. 20 dicembre 2017, n. 22.
24)
La lettera j) dell'art. 3, comma 9, è stata aggiunta dall'art. 3, comma 7, della L.P. 11 luglio 2018, n. 10.
25)
La lettera k) dell'art. 3, comma 9, è stata aggiunta dall'art. 3, comma 7, della L.P. 11 luglio 2018, n. 10.
26)
La lettera l) dell'art. 3, comma 9, è stata aggiunta dall'art. 18, comma 1, della L.P. 11 gennaio 2021, n. 1.
27)
L'art. 9, comma 3/bis, è stato inserito dall'art. 18, comma 2, della L.P. 11 gennaio 2021, n. 1.
28)
L’art. 9, comma 3/ter, è stato inserito dall’art. 5, comma 3, della L.P. 23 luglio 2021, n. 5.
29)
Vedi anche l'art. 1, comma 1, del D.P.P. 26 giugno 2017, n. 21.
30)
L'art. 9, comma 5/bis, è stato inserito dall'art. 11, comma 2, della L.P. 23 dicembre 2015, n. 18.
31)
L'art. 9, comma 7, è stato aggiunto dall'art. 3, comma 8, della L.P. 11 luglio 2018, n. 10.
32)
L'art. 9, comma 8, è stato aggiunto dall'art. 3, comma 8, della L.P. 11 luglio 2018, n. 10.
33)
L'art. 9, comma 9, è stato aggiunto dall'art. 3, comma 8, della L.P. 11 luglio 2018, n. 10.
34)
L'art. 9, comma 10, è stato aggiunto dall'art. 3, comma 8, della L.P. 11 luglio 2018, n. 10.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionA Struttura dirigenziale
ActionActionB Disposizioni speciali concernenti servizi di settore
ActionActionC Assunzione in servizio e profili professionali
ActionActionD Disposizioni generali sullo stato giuridico dei dipendenti provinciali
ActionAction Legge provinciale 3 luglio 1959, n. 6
ActionActiona) LEGGE PROVINCIALE 27 novembre 1967, n. 15
ActionActionb) LEGGE PROVINCIALE 10 gennaio 1973, n. 3
ActionActionc) LEGGE PROVINCIALE 28 maggio 1976, n. 21
ActionActiond) Legge provinciale 17 agosto 1976, n. 36
ActionActione) LEGGE PROVINCIALE 7 agosto 1978, n. 34 —
ActionActionf) LEGGE PROVINCIALE 21 maggio 1981, n. 11 —
ActionActiong) LEGGE PROVINCIALE 7 dicembre 1988, n. 54 —
ActionActionh) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 23 dicembre 1988, n. 37 —
ActionActioni) LEGGE PROVINCIALE 3 ottobre 1991, n. 27
ActionActionj) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 30 giugno 1992, n. 23 —
ActionActionk) Legge provinciale 16 ottobre 1992, n. 36
ActionActionl) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 14 aprile 1994, n. 9
ActionActionm) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 28 giugno 1995, n. 31
ActionActionn) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 27 novembre 1995, n. 57
ActionActiono) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 7 ottobre 1996, n. 4817
ActionActionp) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 28 giugno 1999, n. 34
ActionActionq) Decreto del Presidente della Provincia 23 marzo 2001, n. 11
ActionActionr) Legge provinciale 9 novembre 2001, n. 16
ActionActions) Legge provinciale 19 maggio 2015, n. 6
ActionActionArt. 1 (Oggetto e ambito di applicazione)
ActionActionFONTI NORMATIVE
ActionActionDOTAZIONE DI POSTI E ACCESSO ALL’IMPIEGO
ActionActionArt. 8 (Dotazione di posti)               
ActionActionArt. 9 (Accesso all’impiego)                 
ActionActionArt. 9/bis (Misure di razionalizzazione per le procedure concorsuali per l’assunzione in ruolo nel periodo della pandemia di COVID-19)
ActionActionArt. 10 (Accesso all’impiego di cittadini comunitari e non comunitari)  
ActionActionArt. 11 (Inserimento di persone con disabilità)
ActionActionArt. 11/bis (Disposizioni per il personale delle scuole dell’infanzia)  
ActionActionArt. 11/ter (Disposizioni per il personale di lingua ladina nell’ambito scolastico)
ActionActionArt. 11/quater (Deroghe per l’ambito scolastico)
ActionActionMOBILITÀ E INCOMPATIBILITÀ
ActionActionPARI OPPORTUNITÀ E BENESSERE SUL POSTO DI LAVORO
ActionActionDIRITTI SINDACALI
ActionActionDISPOSIZIONI VARIE
ActionActionORDINAMENTO DISCIPLINARE
ActionActionDISPOSIZIONI TRANSITORIE
ActionActiont) Decreto del Presidente della Provincia 15 gennaio 2016, n. 3
ActionActionv) Legge provinciale 9 febbraio 2018, n. 1
ActionActionw) Decreto del Presidente della Provincia 18 ottobre 2018, n. 27
ActionActionE Contratti collettivi
ActionActionF Dotazioni organiche e ruoli
ActionActionG Divise di servizio
ActionActionH Cessazione dal servizio e relative provvidenze
ActionActionI Trasferimento di personale di altri enti
ActionActionJ Giunta provinciale
ActionActionK Consiglio provinciale
ActionActionL Procedimento amministrativo
ActionActionM Referendum ed elezione del Consiglio provinciale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico