In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

f) Decreto del Presidente della Provincia 10 aprile 2015, n. 71)
Regolamento sull'attività di volo in zone sottoposte a tutela

1)
Pubblicato nel B.U. 14 aprile 2015, n. 15.

Art. 1 (Ambito di applicazione)

(1) Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell’articolo 1, comma 7, della legge provinciale 27 ottobre 1997, n. 15, e successive modifiche, i casi in cui possono essere effettuati voli in deroga ai divieti di cui all'articolo 1, commi 1 e 2, della legge stessa.

Art. 2 (Tipi di volo)   delibera sentenza

(1) Possono essere effettuati:

  1. voli aventi finalità scientifiche, di ricerca o di studio;
  2. voli aventi finalità protocollari, se l’ impiego dell’aeromobile è indispensabile;
  3. voli destinati al trasporto di persone al fine di eseguire sopralluoghi nell’ambito di lavori di manutenzione di strutture tecniche e di lavori di costruzione autorizzati dagli enti competenti nonché al trasporto di persone e materiali al cantiere autorizzato, se l’impiego dell’aeromobile è indispensabile;
  4. voli per riprese aeree a scopo giornalistico da parte di reti radiofoniche e televisive in occasione di grandi manifestazioni, anche a carattere sportivo, ovvero per riprese aeree per trasmissioni a carattere culturale (di interesse pubblico e turistico);
  5. voli con finalità di addestramento;
  6. voli per riprese cinematografiche di film a soggetto in cooperazione o con il sostegno della Provincia;
  7. voli di rifornimento per rifugi e baite.

(2) Sono istituiti corridoi di sorvolo che consentono il collegamento tra valli o località contigue. Tali corridoi sono individuati dalla Giunta provinciale, di norma in corrispondenza di tratti stradali già esistenti.

(3) I voli devono seguire il percorso più breve e avere la minima durata ed il minor impatto ambientale possibili.

(4) Non sono, in ogni caso, consentiti il decollo, l'atterraggio e il sorvolo di aeromobili a motore a quote inferiori a metri 500 dal suolo nell'ambito di biotopi tutelati di cui alla legge provinciale 25 luglio 1970, n. 16, e successive modifiche.

massimeDelibera 20 novembre 2018, n. 1202 - Elisuperfici sopra 1600 m s.l.m.

Art. 3 (Elisuperfici permanenti)   delibera sentenza

(1) È vietato istituire elisuperfici permanenti nei pressi di parchi naturali, siti Natura 2000, biotopi e rifugi alpini.

(2) Le elisuperfici permanenti sono individuate dalla Giunta provinciale, previo parere vincolante dei comuni interessati e previa autorizzazione dell’Ente Nazionale per l’Aviazione civile (ENAC).

massimeDelibera 20 novembre 2018, n. 1202 - Elisuperfici sopra 1600 m s.l.m.

Art. 4 (Denuncia)

(1) L’effettuazione dei voli di cui all’articolo 2, comma 1, così come i corridoi di volo di cui all’articolo 2, comma 2, che riguardano parchi naturali e zone con specifico vincolo paesaggistico, va denunciata almeno 24 ore prima dell’inizio dell’attività di volo alla Ripartizione provinciale Mobilità e all’ispettorato forestale territorialmente competente. Le 24 ore vanno calcolate tenendo conto dell’apertura degli uffici provinciali, affinché gli stessi abbiano a disposizione almeno un giorno lavorativo per i necessari accertamenti.

(2) Quando le attività di volo sono effettuate all'interno di parchi naturali individuati ai sensi della legge provinciale 25 luglio 1970, n. 16, e successive modifiche, la denuncia è trasmessa anche alla Ripartizione provinciale Natura, paesaggio e sviluppo del territorio entro il termine previsto dal comma precedente.

(3) Nella denuncia sono indicati:

  1. il tipo di aeromobile;
  2. le generalità del proprietario o della proprietaria dell'aeromobile e del o della titolare della licenza di volo;
  3. le generalità dei piloti o delle pilote;
  4. lo scopo del volo;
  5. l’area di decollo e atterraggio;
  6. l’ora di decollo e atterraggio;
  7. la rotta prevista.

(4) Alla denuncia va allegata una copia dell'incarico.

(5) La Ripartizione provinciale Mobilità può richiedere in ogni momento ulteriori documenti.

Art. 5  (Zone sciistiche e montane)

(1) Ai sensi di quanto previsto dall'articolo 2 della legge provinciale 27 ottobre 1997, n. 15, e successive modifiche, si intende per:

  1. zone sciistiche: le aree sciabili attrezzate di cui all’articolo 2 della legge provinciale 23 novembre 2010, n. 14, e le aree ad esse confinanti;
  2. zone montane: le zone al di sopra dei 1.600 metri sul livello del mare.

Art. 6  (Sanzioni)

(1) In caso di mancata, incompleta o tardiva denuncia ai sensi dell’articolo 4 del presente regolamento trovano applicazione le sanzioni amministrative previste all’articolo 3 della legge provinciale 27 ottobre 1997, n. 15, e successive modifiche.

(2) Le sanzioni amministrative sono comminate dal Direttore della Ripartizione provinciale Mobilità.

Art. 7  (Abrogazione)

Art. 8  (Entrata in vigore)

(1) Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Il presente decreto sarà pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionA Inquinamento del suolo e smaltimento dei rifiuti solidi
ActionActionB Tutela del paesaggio
ActionActionC Inquinamento prodotto da rumore
ActionActiona) Legge provinciale 20 novembre 1978, n. 66 
ActionActionb) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 6 marzo 1989, n. 4 
ActionActionc) Legge provinciale 27 ottobre 1997, n. 15 —
ActionActiond) Decreto del Presidente della Provincia 5 agosto 2008, n. 39
ActionActione) Legge provinciale 5 dicembre 2012, n. 20
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 10 aprile 2015, n. 7
ActionActionArt. 1 (Ambito di applicazione)
ActionActionArt. 2 (Tipi di volo)  
ActionActionArt. 3 (Elisuperfici permanenti)  
ActionActionArt. 4 (Denuncia)
ActionActionArt. 5  (Zone sciistiche e montane)
ActionActionArt. 6  (Sanzioni)
ActionActionArt. 7  (Abrogazione)
ActionActionArt. 8  (Entrata in vigore)
ActionActionD Inquinamento dell' aria
ActionActionE Tutela della flora e della fauna
ActionActionF Tutela delle acque e utilizzazione delle risorse idriche
ActionActionG Valutazione dell' impatto ambientale
ActionActionH Protezione degli animali
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico