In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 24 febbraio 2015, n. 204
Disposizioni di sicurezza per impianti di utilizzazione delle acque pubbliche soggetti a concessione (ad eccezione degli impianti per la produzione di energia idroelettrica)

Allegato A

Disposizioni di sicurezza per impianti di utilizzazione delle acque pubbliche soggetti a concessione (ad eccezione degli impianti per la produzione di energia idroelettrica)

Art. 1
Ambito di applicazione

1. Le presenti disposizioni si applicano a tutti gli impianti di utilizzazione delle acque pubbliche soggetti all’obbligo di concessione ‒ inclusi antichi diritti di derivazione d’acqua ‒ la cui portata complessiva concessa risulti di almeno 1,00 l/s medio.

2. Sono esclusi gli impianti che estraggono acqua esclusivamente da pozzi o volti esclusivamente alla produzione di energia idroelettrica.

3. Gli impianti di utilizzazione delle acque soggetti all’obbligo di concessione sono di seguito denominati impianti.

Art. 2
Obblighi

1. Il concessionario deve osservare le norme tecniche e le disposizioni vigenti per la progettazione, la costruzione, l’esercizio e la manutenzione dell’impianto.

2. Il concessionario è obbligato a eseguire di propria iniziativa e per proprio conto le prescrizioni della Provincia.

Art. 3
Responsabilità

1. Ai sensi dell’articolo 19, comma 2, del regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775, il concessionario è esclusivamente responsabile di qualsiasi lesione che in conseguenza della concessione possa essere arrecata ai diritti di terzi.

Art. 4
Piano di esercizio e manutenzione

1. Ogni impianto dispone di uno specifico piano di esercizio e di manutenzione, che può essere gestito anche in forma elettronica.

2. Il piano di esercizio e manutenzione è redatto da un tecnico abilitato/una tecnica abilitata in occasione della prima verifica, per i dieci anni successivi, ed è adeguato alle esigenze di efficienza, sicurezza e affidabilità ad ogni verifica ordinaria e straordinaria.

3. Il piano di esercizio e manutenzione:

a) contiene una planimetria dettagliata dell’impianto;

b) riporta in calendario tutti i controlli, le misure e gli interventi necessari e periodici da eseguire entro la verifica successiva.

4. La regolare esecuzione di questi controlli, misure ed interventi deve essere prontamente registrata nel piano di esercizio e manutenzione e confermata nella verifica successiva. Nel piano devono essere anche registrati prontamente tutti gli interventi e accadimenti straordinari.

5. Al piano devono essere inoltre allegate le indicazioni tecniche, le certificazioni di garanzia e le ricevute relative a tutte le attività svolte e ad eventuali acquisti.

Art. 5
Messa in esercizio di nuovi impianti

1. La messa in esercizio di un nuovo impianto o parti di esso può avvenire solo dopo che un tecnico abilitato/una tecnica abilitata ha certificato la regolare esecuzione dei lavori e redatto lo specifico piano di esercizio e manutenzione.

Art. 6
Esercizio degli impianti

1. Il concessionario è obbligato ad eseguire la manutenzione dell’impianto secondo le regole di buona tecnica e le indicazioni del costruttore, in modo da garantirne sempre l’efficienza, la durata nel tempo e la sicurezza.

2. I controlli, le verifiche e le manutenzioni necessari a tal fine devono essere effettuati secondo le prescrizioni contenute nel piano di esercizio e manutenzione; l’esito e le osservazioni in merito alle suddette operazioni vanno prontamente annotati nel piano.

Art. 7
Verifica ordinaria

1. Il concessionario sottopone ogni dieci anni l’intero impianto a verifica in loco, eseguita da un tecnico abilitato/una tecnica abilitata ed adeguatamente documentata.

Art. 8
Verifica straordinaria

1. L’impianto è sottoposto a verifica straordinaria, eseguita da un tecnico abilitato/una tecnica abilitata ed adeguatamente documentata, nei seguenti casi:

a) eventi straordinari;

b) incidenti;

c) modifiche sostanziali dell’impianto;

d) usura imprevista dell’impianto.

Art. 9
Obbligo di contrassegno

1. Il concessionario contrassegna la captazione d’acqua con targhette messe a disposizione dall’Ufficio Gestione risorse idriche.

2. Le targhette sono da apporre in un punto ben visibile e facilmente accessibile direttamente sulle opere dell’impianto oppure, se il punto non fosse facilmente accessibile o in assenza di manufatti visibili, nelle immediate vicinanze della captazione dell’acqua.

3. L’obbligo di contrassegno riguarda anche captazioni d’acqua di impianti la cui portata complessiva concessa risulti inferiore a 1,00 l/s medio.

Art. 10
Controlli e sanzioni

1. Il personale dell’Ufficio Gestione risorse idriche vigila sull’osservanza delle presenti disposizioni.

2. Le persone incaricate dei controlli hanno libero accesso a tutti i luoghi soggetti alla vigilanza.

3. In caso di violazioni si applicano le sanzioni amministrative previste dall’articolo 57/bis della legge provinciale 18 giugno 2002, n. 8, e successive modifiche.

Art. 11
Ulteriori provvedimenti

1. In caso di inosservanza delle disposizioni di sicurezza e di mancata apposizione dei contrassegni l’Ufficio Gestione risorse idriche adotta, secondo la gravità della violazione e tenuto conto degli aspetti della sicurezza, i seguenti provvedimenti, da annotarsi nel piano di esercizio e di manutenzione:

a) diffida ad adempiere;

b) sospensione della concessione;

c) revoca della concessione.

2. La diffida consiste nell’invito ad eliminare, entro un termine perentorio e ragionevole, le irregolarità riscontrate.

Art. 12
Informazione

1. L’Ufficio Gestione risorse idriche provvede alla necessaria sensibilizzazione, informazione e all’aggiornamento dei concessionari.

Art. 13
Disposizioni transitorie

1. Per gli impianti attualmente esistenti il piano di esercizio e manutenzione e la prima verifica ordinaria dell’impianto sono da eseguire entro i seguenti termini:

a) concessioni con scadenza entro il 31.12.2025: al rinnovo della concessione d’acqua;

b) concessioni con scadenza tra il 01.01.2026 ed il 31.12.2035, ad eccezione delle concessioni con scadenza 31.12.2029: 10 anni dalla scadenza della concessione d’acqua;

c) concessioni con scadenza tra il 01.01.2036 ed i 30 anni dall’entrata in vigore di queste disposizioni: 20 anni prima della scadenza della concessione d’acqua;

d) concessioni con scadenza 31.12.2029: corrispondente al numero di pratica R/ oppure D/:

R/ oppure D/ 1-2000: 31.12. 2016

R/ oppure D/ 2001-3000: 31.12.2017

R/ oppure D/ 3001-3500: 31.12.2018

R/ oppure D/ 3501-3900: 31.12.2019

R/ oppure D/ 3901-4300: 31.12.2020

R/ oppure D/ 4301-4800: 31.12.2021

R/ oppure D/ 4801-5500: 31.12.2022

R/ oppure D/ 5501-6500: 31.12.2023

R/ oppure D/ dal 6501 in poi: 31.12.2024

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction Delibera 13 gennaio 2015, n. 29
ActionAction Delibera 20 gennaio 2015, n. 56
ActionAction Delibera 20 gennaio 2015, n. 57
ActionAction Delibera 27 gennaio 2015, n. 94
ActionAction Delibera 27 gennaio 2015, n. 98
ActionAction Delibera 27 gennaio 2015, n. 106
ActionAction Delibera 3 febbraio 2015, n. 127
ActionAction Delibera 3 febbraio 2015, n. 128
ActionAction Delibera 3 febbraio 2015, n. 130
ActionAction Delibera 3 febbraio 2015, n. 134
ActionAction Delibera 10 febbraio 2015, n. 166
ActionAction Delibera 24 febbraio 2015, n. 204
ActionActionAllegato A
ActionAction Delibera 24 febbraio 2015, n. 207
ActionAction Delibera 3 marzo 2015, n. 229
ActionAction Delibera 3 marzo 2015, n. 231
ActionAction Delibera 10 marzo 2015, n. 275
ActionAction Delibera 17 marzo 2015, n. 299
ActionAction Delibera 17 marzo 2015, n. 302
ActionAction Delibera 24 marzo 2015, n. 347
ActionAction Delibera 24 marzo 2015, n. 351
ActionAction Delibera 31 marzo 2015, n. 385
ActionAction Delibera 31 marzo 2015, n. 389
ActionAction Delibera 31 marzo 2015, n. 394
ActionAction Delibera 31 marzo 2015, n. 390
ActionAction Delibera 14 aprile 2015, n. 419
ActionAction Delibera 14 aprile 2015, n. 422
ActionAction Delibera 14 aprile 2015, n. 423
ActionAction Delibera 14 aprile 2015, n. 435
ActionAction Delibera 21 aprile 2015, n. 470
ActionAction Delibera 28 aprile 2015, n. 486
ActionAction Delibera 28 aprile 2015, n. 505
ActionAction Delibera 5 maggio 2015, n. 522
ActionAction Delibera 5 maggio 2015, n. 524
ActionAction Delibera 5 maggio 2015, n. 532
ActionAction Delibera 12 maggio 2015, n. 543
ActionAction Delibera 12 maggio 2015, n. 558
ActionAction Delibera 19 maggio 2015, n. 573
ActionAction Delibera 9 giugno 2015, n. 651
ActionAction Delibera 9 giugno 2015, n. 699
ActionAction Delibera 16 giugno 2015, n. 703
ActionAction Delibera 16 giugno 2015, n. 712
ActionAction Delibera 16 giugno 2015, n. 713
ActionAction Delibera 16 giugno 2015, n. 714
ActionAction Delibera 16 giugno 2015, n. 721
ActionAction Delibera 16 giugno 2015, n. 733
ActionAction Delibera 16 giugno 2015, n. 734
ActionAction Delibera 23 giugno 2015, n. 743
ActionAction Delibera 30 giugno 2015, n. 784
ActionAction Delibera 30 giugno 2015, n. 796
ActionAction Delibera 7 luglio 2015, n. 808
ActionAction Delibera 7 luglio 2015, n. 816
ActionAction Delibera 14 luglio 2015, n. 830
ActionAction Delibera 14 luglio 2015, n. 832
ActionAction Delibera 14 luglio 2015, n. 834
ActionAction Delibera 21 luglio 2015, n. 842
ActionAction Delibera 28 luglio 2015, n. 869
ActionAction Delibera 28 luglio 2015, n. 873
ActionAction Delibera 28 luglio 2015, n. 890
ActionAction Delibera 11 agosto 2015, n. 923
ActionAction Delibera 11 agosto 2015, n. 924
ActionAction Delibera 25 agosto 2015, n. 979
ActionAction Delibera 25 agosto 2015, n. 990
ActionAction Delibera 1 settembre 2015, n. 1004
ActionAction Delibera 1 settembre 2015, n. 1013
ActionAction Delibera 1 settembre 2015, n. 1017
ActionAction Delibera 8 settembre 2015, n. 1022
ActionAction Delibera 8 settembre 2015, n. 1027
ActionAction Delibera 15 settembre 2015, n. 1047
ActionAction Delibera 15 settembre 2015, n. 1058
ActionAction Delibera 22 settembre 2015, n. 1096
ActionAction Delibera 22 settembre 2015, n. 1100
ActionAction Delibera 29 settembre 2015, n. 1104
ActionAction Delibera 29 settembre 2015, n. 1112
ActionAction Delibera 6 ottobre 2015, n. 1136
ActionAction Delibera 6 ottobre 2015, n. 1160
ActionAction Delibera 13 ottobre 2015, n. 1162
ActionAction Delibera 13 ottobre 2015, n. 1171
ActionAction Delibera 27 ottobre 2015, n. 1236
ActionAction Delibera 3 novembre 2015, n. 1251
ActionAction Delibera 3 novembre 2015, n. 1274
ActionAction Delibera 10 novembre 2015, n. 1275
ActionAction Delibera 10 novembre 2015, n. 1300
ActionAction Delibera 10 novembre 2015, n. 1301
ActionAction Delibera 17 novembre 2015, n. 1328
ActionAction Delibera 24 novembre 2015, n. 1358
ActionAction Delibera 1 dicembre 2015, n. 1366
ActionAction Delibera 1 dicembre 2015, n. 1373
ActionAction Delibera 9 dicembre 2015, n. 1407
ActionAction Delibera 9 dicembre 2015, n. 1420
ActionAction Delibera 15 dicembre 2015, n. 1438
ActionAction Delibera 22 dicembre 2015, n. 1475
ActionAction Delibera 22 dicembre 2015, n. 1492
ActionAction Delibera 22 dicembre 2015, n. 1517
ActionAction Delibera 22 dicembre 2015, n. 1544
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico