In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

f) Decreto del Presidente della Provincia 26 novembre 2012, n. 421)
Mediazione al lavoro pubblica

Visualizza documento intero
1)
Pubblicato nel B.U. 4 dicembre 2012, n. 49.

Art. 4 (Ulteriori condizioni di perdita dello stato di disoccupazione)  delibera sentenza

(1) Accanto all'ipotesi di assunzione al lavoro, sono cause di perdita dello stato di disoccupazione:

  1. la mancata presentazione, senza giustificato motivo, alla convocazione ad un colloquio di orientamento presso l'Ufficio provinciale Servizio lavoro;
  2. il rifiuto, senza giustificato motivo, di una misura prevista dal piano d’azione individuale, in particolare il rifiuto ingiustificato o la frequenza irregolare di una misura atta all’apprendimento oppure al miglioramento della conoscenza delle due lingue principali utilizzate nel territorio provinciale;
  3. la mancata conferma dello stato di disoccupazione di cui all’articolo 1, comma 3;
  4. il rifiuto, senza giustificato motivo, di una congrua offerta di lavoro.

(2) L'accertamento delle cause che determinano la perdita dello stato di disoccupazione è disposto sulla base delle procedure di cui all'articolo 2, del patto di servizio e del piano d'azione individuale. Il verificarsi delle cause di cui al comma 1 del presente articolo comporta la perdita dello stato di disoccupazione per un periodo di tre mesi. Decorso questo termine la persona interessata può richiedere nuovamente il riconoscimento dello stato di disoccupazione.

(3) Cause di forza maggiore ed altri impedimenti oggettivi rappresentano un giustificato motivo per la mancata presentazione ad un colloquio d'orientamento. Essi vanno valutati caso per caso tenuto conto del patto di servizio e degli accordi siglati nel piano d'azione individuale.

(4) Per determinate categorie di persone, da individuare con deliberazione della Giunta provinciale, che non necessitano di un’assistenza continuativa, lo stato di disoccupazione può essere disconosciuto d’ufficio qualora la persona interessata non si presenti entro un termine predeterminato presso l’Ufficio provinciale Servizio lavoro per confermare il perdurare del suo stato di disoccupazione. La persona deve essere informata di questo adempimento al momento del riconoscimento dello stato di disoccupazione. Nel caso previsto dal presente comma non si applica il periodo di esclusione di cui al comma 2.

massimeDelibera 22 luglio 2013, n. 1094 - Disciplina della richiesta telematica e del disconoscimento d'ufficio dello stato di disoccupazione (modificata con delibera n. 319 del 21.03.2017)
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionA Mercato del lavoro
ActionActionB Collocamento dei lavoratori
ActionActiona) LEGGE PROVINCIALE 7 dicembre 1983, n. 49 —
ActionActionb) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 9 ottobre 1996, n. 36
ActionActionc) Decreto del Presidente della Provincia 30 agosto 2001, n. 49
ActionActiond) Decreto del Presidente della Provincia 17 gennaio 2005, n. 1 
ActionActione) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 18 giugno 2007, n. 38
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 26 novembre 2012, n. 42
ActionActionArt. 1 (Definizione ed accertamento dello stato di disoccupazione)
ActionActionArt. 2 (Verifica dello stato di disoccupazione)
ActionActionArt. 3 (Perdita e conservazione dello stato di disoccupazione)
ActionActionArt. 4 (Ulteriori condizioni di perdita dello stato di disoccupazione)
ActionActionArt. 5 (Sospensione dello stato di disoccupazione)
ActionActionArt. 6 (Mercato del lavoro e immediata disponibilità al lavoro)
ActionActionArt. 7 (Congruità dell’offerta di lavoro)
ActionActionArt. 8 (Part-time)
ActionActionArt. 9 (Assistenze familiari)
ActionActionArt. 10 (Persone disabili)
ActionActionArt. 11 (Borsa lavoro)
ActionActionArt. 12 (Scheda anagrafica e professionale)
ActionActionArt. 13 (Entrata in vigore)
ActionActionArt. 14 (Abrogazione)
ActionActionC Orientamento professionale
ActionActionD Tutela tecnica del lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico