In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 08/03/2016

c) Decreto del Presidente della Provincia 5 luglio 2001, n. 411) 2)
Regolamento per l'appalto e l'esecuzione di lavori pubblici

Visualizza documento intero
1)

Pubblicato nel Suppl. n. 1 al B.U. 24 luglio 2001, n. 30.

2)

Ai sensi dell'art. 4, comma 1, del D.P.P. 26 ottobre 2009, n. 48, il presente decreto è abrogato „nelle parti in cui non attiene a profili di organizzazione e contabilità amministrative“.

Art. 53 (Risoluzione dei contratti per reati accertati e cause di esclusione)

(1) Qualora nei confronti dell'appaltatore sia stato emanato un provvedimento definitivo che dispone l'applicazione di una o più misure di prevenzione di cui all'articolo 3, della legge 27 dicembre 1956, n. 1423(legge antimafia), ovvero sia stata emessa una sentenza di condanna passata in giudicato per frode nei riguardi dell'amministrazione committente, di subappaltatori, di fornitori, di lavoratori o di altri soggetti comunque interessati ai lavori, nonché per violazioni degli obblighi attinenti alla sicurezza sul lavoro, il responsabile del progetto valuta, in relazione allo stato dei lavori e alle eventuali conseguenze nei riguardi delle finalità dell'intervento, l'opportunità di procedere alla risoluzione del contratto. La valutazione viene svolta altresì alla luce di controdeduzioni fornite dall'appaltatore nel termine perentorio di 15 giorni dalla richiesta inoltrata dal responsabile del progetto.

(2) Nel caso di risoluzione, l'appaltatore ha diritto soltanto al pagamento dei lavori regolarmente eseguiti, decurtato degli oneri aggiuntivi derivanti dallo scioglimento del contratto.

(3) La causa di esclusione di cui all'articolo 44, comma 1, lettera e) della legge trova applicazione anche nei confronti delle imprese che abbiano modificato la propria ragione o denominazione sociale o il tipo di società successivamente ad una risoluzione in danno avvenuta negli ultimi cinque anni, nel caso restino invariati:

  1. il titolare, nel caso di impresa individuale;
  2. anche un solo socio, nel caso di società in nome collettivo;
  3. anche un solo socio accomandatario, nel caso di società in accomandita semplice;
  4. anche un solo legale rappresentante, nel caso di società per azioni o società a responsabilità limitata.

(4) La causa di esclusione di cui all'articolo 44, comma 1, lettera e) della legge trova applicazione anche nei confronti delle imprese i cui soggetti di cui alle lettere a), b), c) e d) del comma precedente abbiano subito una risoluzione in danno negli ultimi cinque anni con una diversa impresa.

(5) L'amministrazione provinciale può rendere noto alle altre amministrazioni aggiudicatrici i nominativi delle imprese escluse dalla partecipazione alle gare in base all'articolo 44, comma 1, lettera e) della legge.

(6) La causa di esclusione di cui all'articolo 44, comma 1, lettera b) della legge trova applicazione nei confronti delle imprese nei cui confronti sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato oppure di applicazione della pena su richiesta delle parti ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, ivi comprese quelle sentenze per le quali il giudice ha disposto la non menzione della condanna nel certificato del casellario giudiziale, per qualsiasi reato che incide gravemente sulla moralità professionale. Il divieto opera se il provvedimento riguarda il titolare o il direttore tecnico, nel caso di impresa individuale, il direttore tecnico e i soci, nel caso di società in nome collettivo, il direttore tecnico e i soci accomandatari, nel caso di società in accomandita semplice, il direttore tecnico e gli amministratori muniti di rappresentanza ove trattasi di ogni altro tipo di società o di consorzio. In ogni caso il divieto opera anche nei confronti dei soggetti cessati dalla carica nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando di gara, ove prevista, ovvero, in caso contrario dalla data di invio della richiesta di offerta, qualora l'impresa non dimostri di avere adottato atti o misure di completa dissociazione della condotta penalmente sanzionata. Resta salva in ogni caso l'applicazione dell'articolo 178 del codice penale e dell'articolo 445, comma 2, del codice di procedura penale.38)

38)

L'art. 53 è stato sostituito dall'art. 20 del D.P.P. 25 luglio 2003, n. 29.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionA Finanziamento di opere pubbliche
ActionActionB Espropriazioni per causa pubblica utilità
ActionActionC Disposizioni procedurali
ActionActiona) Legge provinciale 21 ottobre 1992, n. 38
ActionActionb) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 31 maggio 1995, n. 25
ActionActionc) Decreto del Presidente della Provincia 5 luglio 2001, n. 41
ActionActionDisposizioni generali
ActionActionSoggetti titolari della programmazione e dell'esecuzione dei lavori pubblici
ActionActionRealizzazione del ciclo dei lavori pubblici - la progettazione
ActionActionScelta del contraente
ActionActionDisposizioni generali
ActionActionLavori in economia
ActionActionGaranzie
ActionActionContratto
ActionAction Art. 44 (Stipulazione ed approvazione del contratto)
ActionAction Art. 45 (Documenti facenti parte integrante del contratto)
ActionAction Art. 46 (Capitolato speciale d'appalto)
ActionAction Art. 47 (Elenco delle prestazioni e dei prezzi unitari)
ActionAction Art. 48 (Spese di contratto, di registro ed accessorie a carico dell'appaltatore)
ActionAction Art. 49 (Domicilio dell'appaltatore)
ActionAction Art. 50 (Lavori in economia e anticipazioni)
ActionAction Art. 51 (Penale per ritardata ultimazione dell'opera)
ActionAction Art. 52 (Premio per anticipata ultimazione dell'opera)
ActionAction Art. 53 (Risoluzione dei contratti per reati accertati e cause di esclusione)
ActionAction Art. 54 (Risoluzione del contratto per grave inadempimento e grave irregolarità)
ActionAction Art. 55 (Risoluzione del contratto nel caso di ritardo nell'esecuzione dei lavori)
ActionAction Art. 56 (Esecuzione d'ufficio)
ActionAction Art. 57 (Provvedimenti in seguito alla risoluzione dei contratti)
ActionAction Art. 58 (Scioglimento del contratto e valutazione del decimo)
ActionActionEsecuzione dei lavori
ActionActionDisposizioni generali
ActionActionContabilità dei lavori
ActionActionCollaudo tecnico-amministrativo dei lavori
ActionActionDisposizioni preliminari
ActionActionVisita e procedimento di collaudo
ActionActionAccordo bonario e giudizio arbitrale
ActionActionNorme finali e transitorie
ActionActiond) Decreto del Presidente della Provincia 6 maggio 2002, n. 14
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia25 marzo 2004, n. 11 
ActionActionf) Legge provinciale 16 novembre 2007, n. 12
ActionActiong) Decreto del Presidente della Provincia 26 ottobre 2009 , n. 48
ActionActionh) Legge provinciale 19 gennaio 2012, n. 3
ActionActioni) Legge provinciale 17 dicembre 2015, n. 16
ActionActionj) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 5 luglio 2001, n. 41
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico